Pol Espargaró e Bradley Smith, poi gli altri

Pol Espargaró  e Bradley Smith, poi gli altri

Lo spagnolo e l'inglese volano sul viscido, il resto del gruppo ad olte uns econdo di distacco

Resta bagnato l'asfalto di Silverstone, e così i piloti della Moto 2 si trovano ad affrontare nella loro prima sessione di Prove Libere un tracciato infido che è meglio trattare con diffidenza. Alla fine della sessione, ovviamente con una classifica che non è mai stata ferma per via del progressivo asciugarsi della pista, a svettare è stata la Kalex di Pol Espargaró davanti all'idolo di casa Bradley Smith per 286 millesimi. Il duo ispanico/britannico ha chiuso ben staccato dal resto del gruppo, esattamente come già accaduto in Moto3 e MotoGp, e così troviamo in terza posizione la sorpresa Ricky Cardús, con la AJR Moto2 dell’Arguiñano Racing, staccato di un secondo pieno dalla vetta. Subito dietro altre due Kalex, quelle di Scott Redding e Mika Kallio, mentre la Suter di Thomas Luthi, leader della classifica piloti, è sesta a quattro decimi dai due che la precedono. Per trovare Marc marquez invece bisogna attendere l'ottava posizione, staccato di 2"6 e passato anche dalla Motobi di Johann Zarco. Staccati di tre secondi Mike Di Meglio e Yuki Takahashi chiudono una top10 che nonv ede piloti italiani. Il migliore dei nostri è Claudio Corti, quattordicesimo, mentre Roberto Rolfo, Andrea Iannone e Simone Corsi occupano le posizioni dalla 23^ alla 25^ della classifica. Ovviamente viste le condizioni ci sono stati errori e cadute, coinvolti Angel Rodriguez, Randy Krummenacher, il giovane brasiliano Eric Granado alla sua prima presenza nel motomondiale ed Axel Pons. Nemmeno un giro per Alessandro Andreozzi, campione italiano della categoria e wild card in Inghilterra.

Moto2 - Silverstone - Prove Libere 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Pol Espargaro
Articolo di tipo Ultime notizie