Silverstone, Libere 1: Redding incontenibile

Silverstone, Libere 1: Redding incontenibile

Il pilota di casa è riuscito a rifilare quasi sei decimi a Stefan Bradl

L'aria di casa sembra fare veramente bene a Scott Redding, che ha iniziato alla grande il weekend di Silverstone della Moto2, dominando letteralmente la prima sessione di prove libere. Il pilota britannico ha girato in 2’09″808, riuscendo a staccare di 0"6 il leader del mondiale Stefan Bradl. Un compito non facile contro chi fino ad oggi ha conquistato cinque pole position in altrettante gare. La vera sorpresa della mattinata è stato Yonni Hernandez, autore del terzo tempo a sette decimi da Redding, seguito a ruota da Simone Corsi, attuale inseguitore di Bradl nella classifica iridata, che è risultato il migliore dei piloti di casa nostra. Dietro di lui completa la top five il compagno di squadra del leader, cioè Randy Krummenacher. Solo sesto Marc Marquez, che ha preceduto l'altro pilota di casa Bradley Smith ed il sammarinese Alex De Angelis. Subito fuori dalla top ten Claudio Corti, mentre gli altri italiani hanno sofferto parecchio: Andrea Iannone è 24esimo, Mattia Pasini 29esimo e protagonista di una brutta caduta, mentre Michele Pirro è stato vittima di in un episodio particolare, venendo letteralmente buttato a terra da Aleix Espargaro. Da segnalare, infine, il rientro di Raffaele De Rosa, 31esimo in sella alla FTR dello Stop and Go Racing.

Moto2 - Silverstone - Libere 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Scott Redding
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag fia gt, piloti