Rabat in Moto 2 spegne il sogno di Nakagami

Rabat in Moto 2 spegne il sogno di Nakagami

Lo spagnolo infila il giapponese dopo una brutta partenza. Terzo il leader del mondiale Redding

Esteve Rabat conquista la seconda vittoria in Moto 2 aggiudicandosi il Gp di Indianapolis dopo una partenza incerta che lo aveva fatto scivolare al sesto posto. Il 24enne di Barcellona con la Kalex del team Tuenti ha costruito un successo importante con una rimonta molto consistente: a tre giri dalla conclusione ha infilato il giapponese Takaaki Nakagami alla staccata della prima curva, infrangendo il sogno del giapponese. "Tito" è stato attento a non rovinare le gomme Dunlop nei primi giri e ha fatto in modo di non sollecitare troppo la caviglia malconcia, ma nel finale ha dimostrato una determinazione che lo ha reso vincente. Rabat torna in lotta per il mondiale visto che Scott Redding con il terzo posto si è portato a 159 punti e l'inglese ha guadagnato qualche punto sullo sfidante Pol Espargaro che è a 26 lunghezze, mentre Esteve è risalito a 46 punti. Rabat si è scatenato dopo che era chiaro il fatto che Policio Espargaro, capo squadra nel team di Pons, fosse in difficoltà con le gomme e, anziché difendere la posizione del capitano, è passato all'attacco andando a riprendere il nipponico Nakagami. Il giapponese aveva quasi le lacrime all'arrivo: dopo una partenza eccellente Takaaki è stato in testa dal primo giro fino a tre tornate dalla fine. Nella sua progressione aveva guadagnato un margine di oltre due secondi, ma nel finale ha dovuto fare i conti con un evidente calo delle gomme che lo ha portato ad alcune pericolose imbarcate. Nakagami, comunque, è riuscito a contenere il ritorno di Scott Redding: l'inglese non si è potuto esprimere al meglio per un problema ad un pneumatico, ma nel finale ha provato a insidiare il nipponico, dal momento che è dal Mugello che non vince più una corsa. Eppure il portacolori del Marc VDS Racing Team lascia gli Stati Uniti avendo incrementato il suo margine. Pol Espargaro è stato un po' sotto tono: questa volta l'iberico si è dovuto accontentare di un quarto posto che gli complica la vita nel mondiale, ma è parso chiaro a tutti che a parte qualche fiammata nella bagarre, non aveva il passo per stare davanti. Sembra che Pol faccia fatica a gestire la gomma anteriore e che gli condiziona il suo stile di guida. Da segnalare che Indy porta alla ribalta quattro Kalex alle prime quattro posizioni. E' toccato a Dominique Aegerter inserire la sua Suter al quinto posto: lo svizzero. dopo qualifiche poco brillanti, si è portato a ridosso dei rpimi con una condotta di gara molto combattiva. L'elvetico è stato davanti a Simone Corsi che ha pagato una pessima partenza, ma poi è stato autore di una corsa tutta all'attacco confortata dai tempi che erano in linea con quelli dei migliori. Gara da dimenticare per Alex De Angelis che è risalito fino al 14esimo, mentre Mattia Pasini ha concluso al 26esimo posto dopo un'uscita di pista per fortuna innocua.

Indy, Moto 2 Gara

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Scott Redding , Tito Rabat , Takaaki Nakagami
Articolo di tipo Ultime notizie