Miguel Oliveira ferma la striscia vincente italiana proprio al Mugello

condividi
commenti
Miguel Oliveira ferma la striscia vincente italiana proprio al Mugello
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
03 giu 2018, 11:18

Il portoghese regala alla KTM la prima affermazione stagionale approfittando anche di un errore commesso da Baldassarri all'ultimo giro. Mir soffia il podio a Bagnaia all'ultimo giro, mentre Pasini cade quando era in testa.

Oggi sembra proprio non esserci verso di far suonare l'inno di Mameli sul podio del Mugello. Proprio come in Moto3, anche in Moto2 gli italiani sono stati grandi protagonisti della gara di casa, ma alla fine a trionfare è stato Miguel Oliveira, che si è imposto al termine di un bellissimo duello con Lorenzo Baldassarri, regalando così la prima affermazione stagionale alla KTM.

Il portoghese della scattava solamente dalla terza fila, ma è riuscito a riportarsi nelle posiizoni di vertice fin dalle primissime fasi della corsa, riuscendo anche a comandarla per qualche giro grazie alla brutta partenza che inizialmente aveva relegato indietro il poleman Mattia Pasini.

Con il passare dei giri però il pilota dell'Italtrans Racing ha sfoderato un ritmo invidiabile ed ha rimesso la sua Kalex davanti a tutti, provando anche a prendere il largo. Operazione che sembrava poter andare in porto, almeno fino ad otto giri dalla fine, quando è entrato in maniera troppo aggressiva alla San Donato, venendo tradito dall'anteriore e finendo ruote all'aria.

A quel punto Oliveira si è ritrovato al comando, ma Baldassarri ha provato davvero in tutti i modi a rendergli la vita complicata, infatti i due si sono scambiati le posizioni tantissime volte, con sorpassi davvero spettacolari sia alla Casanova-Savelli che alle Arrabbiate.

Anzi, a due giri dal termine il pilota italiano era anche riuscito a dare un piccolo strappo nei confronti del portoghese, ma all'ultimo passaggio ha commesso un errore all'uscita della curva 5, con una sbacchettata che avrebbe potuto compromettere del tutto la sua gara.

In questo frangente Oliveira è stato molto bravo ad infilarlo nel cambio di direzione della Casanova-Savelli, ma "Balda" non ha mollato e con l'incrocio ha provato a tenere duro all'esterno dell'Arrabbiata 1. Alla fine però si è dovuto accodare e non ha più avuto modo di replicare, arrendendosi a vedere la conclusione della striscia di cinque vittorie consecutive degli italiani nel 2018 (tre di Bagnaia, una di Pasini ed una di Balda) proprio qui al Mugello.

Il grande duello tra i primi due nel finale ha permesso di riavvicinarsi anche a Pecco Bagnaia e a Joan Mir. Se in un primo momento era parso che il portacolori dello Sky Racing Team VR46 potesse addirittura provare ad attaccare la vittoria, alla fine si è visto addirittura soffiare il terzo posto dal rookie spagnolo, futuro sposo della Suzuki in MotoGP, che quindi ha infilato il suo secondo podio consecutivo nella classe di mezzo.

La classifica comunque continua a sorridere a Bagnaia, che comanda il Mondiale con 111 punti, 13 in più rispetto ad Oliveira e 27 in più rispetto a Baldassarri. All'appello oggi invece è mancato un po' Alex Marquez, quinto, ma più staccato: il fratellino d'arte quindi anche nel Mondiale ora è a 33 punti da Pecco.

Continuando a scorrere la classifica, in sesta posizione c'è l'altra KTM di Brad Binder, che ha preceduto il tandem italiano composto da Luca Marini ed Andrea Locatelli, che ha coronato con un bell'ottavo posto il suo miglior weekend da quando corre in Moto2. Il quadro delle prime dieci posizioni poi si completa con Xavi Vierge e con Simone Corsi sulla Kalex del Tasca Racing, che ha preceduto la Speed Up di Fabio Quartararo.

Fuori dai punti Federico Fuligni, 21esimo, mentre gli altri italiani sono stati costretti al ritiro. Oltre a Pasini, infatti, non hanno visto la bandiera a scacchi neppure Stefano Manzi e Romano Fenati. Da segnalare anche l'incidente alla curva 3 che ha avuto per protagonisti l'ex MotoGP Hector Barbera e Tetsuta Nagashima, finito anche sotto investigazione da parte della Race Direction.

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hRitiratoPunti
1   44 portugal Miguel Oliveira  KTM 21 39'42.018     166.4   25
2   7 italy Lorenzo Baldassarri  Kalex 21 39'42.202 0.184 0.184 166.4   20
3   36 spain Joan Mir  Kalex 21 39'42.352 0.334 0.150 166.4   16
4   42 italy Francesco Bagnaia  Kalex 21 39'42.502 0.484 0.150 166.4   13
5   73 spain Alex Marquez  Kalex 21 39'45.555 3.537 3.053 166.2   11
6   41 south_africa Brad Binder  KTM 21 39'48.003 5.985 2.448 166.0   10
7   10 italy Luca Marini  Kalex 21 39'51.926 9.908 3.923 165.7   9
8   5 italy Andrea Locatelli  Kalex 21 39'53.237 11.219 1.311 165.6   8
9   97 spain Xavi Vierge  Kalex 21 39'54.389 12.371 1.152 165.6   7
10   24 italy Simone Corsi  Kalex 21 39'54.693 12.675 0.304 165.5   6
11   20 spain Fabio Quartararo  Speed Up 21 39'59.861 17.843 5.168 165.2   5
12   77 switzerland Dominique Aegerter  KTM 21 40'02.371 20.353 2.510 165.0   4
13   27 spain Iker Lecuona  KTM 21 40'10.769 28.751 8.398 164.4   3
14   16 united_states Joe Roberts  NTS 21 40'14.454 32.436 3.685 164.2   2
15   4 south_africa Steven Odendaal  NTS 21 40'14.483 32.465 0.029 164.2   1
16   32 spain Isaac Viñales  Kalex 21 40'15.072 33.054 0.589 164.1    
17   66 finland Niki Tuuli  Kalex 21 40'15.523 33.505 0.451 164.1    
18   89 malaysia Khairul Pawi  Kalex 21 40'25.918 43.900 10.395 163.4    
19   51 brazil Eric Granado  Suter 21 40'29.282 47.264 3.364 163.2    
20   14 spain Hector Garzo  Tech 3 21 40'38.621 56.603 9.339 162.6    
21   21 italy Federico Fuligni  Kalex 21 40'55.627 1'13.609 17.006 161.4    
22   18 andorra Xavi Cardelus  Kalex 21 41'09.945 1'27.927 14.318 160.5    
  dnf 45 japan Tetsuta Nagashima  Kalex 15 28'36.904 6 giri 6 giri 164.9 Accident  
  dnf 40 spain Hector Barbera  Kalex 15 28'37.054 6 giri 0.150 164.9 Accident  
  dnf 54 italy Mattia Pasini  Kalex 13 24'32.562 8 giri 2 giri 166.6 Ritirato  
  dnf 95 france Jules Danilo  Kalex 12 23'10.168 9 giri 1 giro 162.9 Ritirato  
  dnf 62 italy Stefano Manzi  Suter 10 19'06.910 11 giri 2 giri 164.6 Accident  
  dnf 52 united_kingdom Danny Kent  Speed Up 9 17'13.985 12 giri 1 giro 164.3 Accident  
  dnf 13 italy Romano Fenati  Kalex 7 13'18.164 14 giri 2 giri 165.5 Ritirato  
  dnf 22 united_kingdom Sam Lowes  KTM 6 11'34.097 15 giri 1 giro 163.2 Accident  
  dnf 9 spain Jorge Navarro  Kalex 4 7'39.849 17 giri 2 giri 164.2 Accident  
  dnf 64 netherlands Bo Bendsneyder  Tech 3 0 21 laps 21 giri 4 giri   Ritirato  
  dnf 23 germany Marcel Schrötter  Kalex 0 21 laps 21 giri 0.000   Accident

Prossimo articolo Moto2