Non basta la morte di Tomizawa a fermare lo show?

condividi
commenti
Non basta la morte di Tomizawa a fermare lo show?
Redazione
Di: Redazione
05 set 2010, 16:11

Lorenzo lascia trapelare il dubbio che si sapesse del decesso prima del via della Moto Gp

Jorge Lorenzo non conosce le regole italiane e il pilota spagnolo ha detto candidamente in diretta tv a Canale 5 che il povero Shoya Tomizawa era già morto prima della gara di Moto Gp. Un'affermazione che in tv è stata subito censurata, perché se così fosse stato la corsa della classe regina probabilmente non sarebbe partita per l'intervento dell'autorità giudiziaria che avrebbe bloccato la manifestazione. E' stato emesso un bollettino medico che sancisce un preciso orario del decesso che sarebbe avvenuto alle 14,19 nell'ospedale di Riccione, per cui a livello legale conta solo l'orario della contastazione della morte. Le parole del pilota maiorchino, però, hanno lasciato il dubbio che il povero Shoya sia stato mantenuto artificialmente in vita proprio per fare in modo che lo spettacolo potesse andare avanti. The show must go on: ormai non ci si ferma più nemmeno di fronte alla morte. Lorenzo se era certo della tragedia poteva prendere la decisione di non schierarsi al via del Gp di San Marino. Preferiamo, quindi, credere alla professionalità dei medici e nel loro referto...

Prossimo articolo Moto2
Tomizawa: non c'è più il rispetto per la morte

Previous article

Tomizawa: non c'è più il rispetto per la morte

Next article

Tomizawa è morto nell'ospedale di Riccione!

Tomizawa è morto nell'ospedale di Riccione!

Su questo articolo

Serie Moto2
Piloti Shoya Tomizawa
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie