Danny Kent lascia il Kiefer Racing dopo aver saltato la gara di Austin

L'ex campione del mondo della Moto3 Danny Kent ha annunciato di aver deciso di separarsi dal Kiefer Racing dopo appena tre gare del Mondiale Moto2 2017.

Danny Kent lascia il Kiefer Racing dopo aver saltato la gara di Austin
Danny Kent, Kiefer Racing
Danny Kent, Kiefer Racing
Danny Kent, Kiefer Racing
Danny Kent, Kiefer Racing
Danny Kent, Kiefer Racing
Danny Kent, Kiefer Racing

Il pilota britannico è tornato in Moto2 nella scorsa stagione proprio con le Kiefer Racing, allora marchiata come Leopard Racing, che lo aveva portato al titolo della Moto3 nel 2015.

Il 2016 di Kent però è stato molto difficile, con il 22esimo posto finale in classifica, ma anche quest'anno ha conquistato solamente 3 punti nelle prime gare, nonostante un passaggio dal telaio Kalex a quello Suter.

Il 23enne non è riuscito a partecipare alla gara di ieri ad Austin, dopo aver subito un infortunio alla schiena nel warm-up del mattino.

"Dopo il warm-up di questa mattina ho avvertito un fastidio alla schiena e non me la sento di correre" ha detto Kent in una dichiarazione rilasciata prima della gara.

"Mi dispiace per la squadra, ma non credo che sia responsabile da parte mia iniziare la gara con un disagio di questo tipo".

Tuttavia, dopo la gara, Kent ha annunciato che non correrà più con il Kiefer Racing in questa stagione.

"A causa di alcune differenze inconciliabili ho deciso di lasciare la squadra Moto2 del Kiefer Racing" ha scritto su Twitter.

"E' stato un periodo difficile da quando sono entrato a far parte del team e non mi sento in grado di sfruttare il mio potenziale, quindi ho deciso di lasciare".

"Sono ancora affamato e determinato, inoltre credo di poter essere competitivo in Moto2. Auguro al Kiefer Racing ogni bene per il mio futuro".

condividi
commenti
Dominio Morbidelli: fa tris di vittorie ad Austin ed eguaglia Daijiro Kato

Articolo precedente

Dominio Morbidelli: fa tris di vittorie ad Austin ed eguaglia Daijiro Kato

Articolo successivo

Thomas Lüthi: “Podio speciale, ma è ora di tornare a vincere”

Thomas Lüthi: “Podio speciale, ma è ora di tornare a vincere”
Carica i commenti