Moto2
G
Jerez
01 mag
-
03 mag
Evento concluso
G
Le Mans
15 mag
-
17 mag
Evento concluso
G
Mugello
29 mag
-
31 mag
Evento concluso
G
Barcelona
05 giu
-
07 giu
Evento in corso . . .
G
Sachsenring
19 giu
-
21 giu
Canceled
G
Assen
26 giu
-
28 giu
Canceled
G
Kymi Ring
10 lug
-
12 lug
Canceled
G
Brno
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
61 giorni
G
Spielberg
14 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
68 giorni
G
Silverstone
28 ago
-
30 ago
Canceled
G
Misano
11 set
-
13 set
Evento concluso
G
Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
110 giorni
G
Buriram
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
117 giorni
G
Motegi
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
131 giorni
G
Phillip Island
23 ott
-
25 ott
Canceled
G
Sepang
30 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
145 giorni
G
Austin
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
159 giorni
G
Termas de Rio Hondo
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
166 giorni
G
Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
173 giorni

Cambia il format delle qualifiche di Moto2 e Moto3: dal 2019 faranno Q1 e Q2 come la MotoGP

condividi
commenti
Cambia il format delle qualifiche di Moto2 e Moto3: dal 2019 faranno Q1 e Q2 come la MotoGP
Di:
17 nov 2018, 20:01

Nel tentativo di ridurre le situazione di pericolo in pista, nella giornata di giovedì la Grand Prix Commission ha approvato un cambiamento al format delle qualifiche della Moto2 e della Moto3, che a partire dall'anno prossimo sarà simile a quello della MotoGP.

Il gran numero di sanzioni che sono state applicate in questa stagione, specialmente nella classe entrante, ha provocato la reazione degli organi che regolano il campionato.

Finora le qualifiche della Moto2 e della Moto3 erano "tradizionali", con tutti i piloti in pista insieme in una sessione di 40 minuti per le moto più piccole e di 45 per quelle della classe di mezzo.

Motorsport.com può anticipare che dal prossimo anno verrà applicata una nuova regola per dividere il gruppo durante le qualifiche, come già accade con la MotoGP. La qualifica quindi sarà divisa in Q1 e Q2, da 15 minuti ciascuna. 

Leggi anche:

I 14 piloti più veloci della combinata delle tre sessioni di prove libere (FP1, FP2 e FP3) avranno accesso diretto alla Q2, mentre il resto del gruppo dovrà disputare la Q1. Di questi, i quattro più veloci avranno accesso al segmento conclusivo, quindi saranno 18 i piloti che si contenderanno la pole.

L'intento di questo cambiamento è di evitare situazioni di rischio causate da troppe moto vicine in pista o dai piloti che procedono lentamente per aspettare la scia giusta per fare il tempo. 

 
Articolo successivo
Moto2, Valencia: Marini risorge sull'asciutto e centra la seconda pole stagionale

Articolo precedente

Moto2, Valencia: Marini risorge sull'asciutto e centra la seconda pole stagionale

Articolo successivo

Fenati denunciato per resistenza a pubblico ufficiale dopo un eccesso di velocità

Fenati denunciato per resistenza a pubblico ufficiale dopo un eccesso di velocità
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto2 , Moto3
Autore Oriol Puigdemont