Bendsneyder: "A fratturarmi la tibia è stato un pezzo di metallo espulso dal motore rotto!"

condividi
commenti
Bendsneyder:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
24 ott 2018, 09:10

Il pilota del team Tech3 di Moto2 racconta la bizzarra dinamica dell'incidente che gli ha provocato la frattura della tibia nell'ultimo giro del GP del Giappone.

La stagione 2018 di Moto2 di Bo Bendsneyder è stata piuttosto travagliata sin dall'inizio. Non a caso il pilota olandese sarà costretto a lasciare il team Tech3 al termine dell'anno dopo aver deluso le aspettative della squadra, venendo sistematicamente battuto dal compagno di squadra - non certo irresistibile - Remy Gardner.

A complicare la situazione di Bendsneyder è arrivato un brutto infortunio patito a Motegi, sede del Gran Premio del Giappone andato in scena lo scorso fine settimana.

Nell'ultimo giro della gara di Moto2 sul tracciato giapponese Bo si è fratturato la tibia sinistra. Nulla di nuovo per un pilota di moto, sono incidenti che possono capitare, specialmente se si è protagonisti di una caduta. Ma non è questo il caso.

Bendsneyder si è fratturato la tibia della gamba sinistra in un modo davvero bizzarro: all'ultimo giro sulla moto dell'olandese si è rotto il motore e una componente staccatasi da questo è andata a colpire la gamba del pilota, provocando la frattura.

"Mi sono subito accorto del dolore provocato dalla frattura e ho scoperto che è stato un pezzo di metallo che è stato espulso dal motore a provocare la frattura", ha dichiarato Bo alla trasmissione televisiva olandese Peptalk.

"Sono riuscito poi a fermarmi, a sdraiarmi e a chiedere aiuto. Fortunatamente sono stato soccorso nel migliore dei modi e questo mi ha aiutato. Non era mai successo nella nostra classe che un pezzo di metallo volasse fuori dal motore. Sono stasto molto fortunato. Alla fine gli stivali che indossiamo offrono molta protezione, ma il pezzo di metallo partito dal motore ne ha perforato uno".

"Fortunatamente è una frattura non grave, ma è pursempre una frattura. Con una buona riabilitazione potrò tornare in sella tra tre o quattro settimane. Spero sia così e tornare a correre nell'ultima gara della stagione a Valencia".

Al posto dell'infortunato Bendsneyder, il team Tech3 di Moto2 farà correre l'australiano Brian Staring, il quale ha corso nel Mondiale Superbike, in quello Supersport e ha già avuto qualche esperienza in MotoGP. L'originario di Perth correrà certamente a Phillip Island, sulla pista di casa.

Informazioni aggiuntive di Mark Bremer

Articolo successivo
Baldassarri: "Festeggiare i 100 GP con lo champagne è veramente bellissimo"

Articolo precedente

Baldassarri: "Festeggiare i 100 GP con lo champagne è veramente bellissimo"

Articolo successivo

Bagnaia avvisa: "L'anno scorso le KTM sono state molto veloci a Phillip Island"

Bagnaia avvisa: "L'anno scorso le KTM sono state molto veloci a Phillip Island"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto2
Evento Motegi
Piloti Bo Bendsneyder
Team Tech 3
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie