Baldassarri: forte trauma cranico, TAC per escludere danni cerebrali

Il dottor Zasa ha spiegato ai microfoni di Sky che Lorenzo comunque è cosciente e parla, quindi la TAC verrà fatta per escludere danni cerebrali. In ogni caso dovrebbe trascorrere la notte in osservazione all'ospedale di Groningen.

Baldassarri: forte trauma cranico, TAC per escludere danni cerebrali
Lorenzo Baldassarri, Forward Racing
Lorenzo Baldassarri, Forward Racing
Lorenzo Baldassarri, Forward Racing Team, Mugello
Lorenzo Baldassarri, Forward Racing
Lorenzo Baldassarri, Forward Racing
Luca Marini, Forward Racing e Lorenzo Baldassarri, Forward Racing con la nuova livrea
Lorenzo Baldassarri, Forward Racing
Lorenzo Baldassarri, Forward Racing

Lorenzo Baldassarri ha fatto prendere uno spavento enorme a tutti gli appassionati del mondo delle due ruote durante le qualifiche del GP d'Olanda, ad Assen. Dopo pochi minuti dall'inizio della sessione, in condizioni miste, il pilota del Forward Racing è stato vittima di un terribile highside alla curva 15, nel quale ha perso i sensi.

La rapidità con cui sono scattati i soccorsi ha subito fatto temere il peggio, ma più passa il tempo e più il quadro si fa rassicurante: Lorenzo infatti è cosciente e parla, anche se ha subito un forte trauma cranico ed ora è stato portato in ospedale per sottoporsi ad una TAC.

Il dottor Zasa della Clinica Mobile ha fatto un quadro più dettagliato ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD: "Durante la caduta Lorenzo ha perso conoscenza ed ha subito un trauma cranico importante. All'arrivo dei soccorsi, che è stato praticamente immediato, si presentava privo di conoscenza, ma poi l'ha recuperata subito e sembra che l'unico trauma che ha subito sia quello cranico. 'Solo' tra virgolette perché comunque il trauma cranico è stato importante".

"Quando è arrivato al Centro Medico era cosciente, ma non ricordava l'accaduto e continuava a chiedere cosa fosse successo. Adesso è stato trasportato all'ospedale di Groningen, dove farà una TAC per verificare che non ci siano danni a livello cerebrale. Verosimilmente vettà tenuto in osservazione per tutta la notte" ha aggiunto.

Quando poi gli è stato chiesto se a questo punto è lecito tirare un sospiro di sollievo, ha proseguito: "La caduta è stata importante, a 200 km/h, quindi prima di fare una TAC non mi sento di dare una parola definitiva, però sicuramente possiamo dire che è andata molto meglio di come si potesse pensare dopo aver visto le immagini dell'incidente. Magari tra qualche ora saremo ancora più tranquilli".

Per il momento poi sembrano essere scongiurati altri infortuni oltre al trauma cranico: "Tante volte in questi ragazzi i dolori vengono fuori la mattina dopo, ma di solito sono a livello osseo e muscolare. Lui ad esempio adesso manifestava un dolore alla caviglia. Comunque sono già stati fatti un paio di esami al torace e all'addome qui al centro medico, che non hanno mostrato nulla di significativo Ad una prima impressione sembra che non ci fosse nulla di grave oltre al trauma cranico".

condividi
commenti
Assen, Libere 3: Morbidelli in evidenza sull'asfalto umido
Articolo precedente

Assen, Libere 3: Morbidelli in evidenza sull'asfalto umido

Articolo successivo

Poker di pole position per Franco Morbidelli ad Assen

Poker di pole position per Franco Morbidelli ad Assen
Carica i commenti