Bagnaia: "Vincere ad Austin ha un sapore anche migliore del Qatar"

condividi
commenti
Bagnaia: "Vincere ad Austin ha un sapore anche migliore del Qatar"
Di:
23 apr 2018, 09:11

Il pilota dello Sky Racing Team VR46 ha centrato la sua seconda vittoria in tre gare su una pista che era sempre stata ostica per lui in passato, dimostrando di avere tutte le carte in regola per puntare al titolo della Moto2.

Race winner Francesco Bagnaia, Sky Racing Team VR46
Race winner Francesco Bagnaia, Sky Racing Team VR46
Alex Marquez, Marc VDS, Francesco Bagnaia, Sky Racing Team VR46
Podium: Race winner Francesco Bagnaia, Sky Racing Team VR46
Francesco Bagnaia, Sky Racing Team VR46
Race winner Francesco Bagnaia, Sky Racing Team VR46
Francesco Bagnaia, Sky Racing Team VR46
Podium: Race winner Francesco Bagnaia, Sky Racing Team VR46
Francesco Bagnaia, Sky Racing Team VR46

Pecco Bagnaia sembra veramente pronto per andare a caccia del suo primo titolo iridato. Due vittorie in tre gare sono un bel biglietto da visita, ma hanno ancora più valore se si pensa che il secondo successo è arrivato ad Austin, un tracciato che per lui era sempre stato ostico in passato, ma soprattutto al termine di un weekend che era iniziato in salita.

Nella FP1 era stato vittima di una brutta caduta alla curva 3, ma in generale la sensazione anche da fuori era che non fosse ancora riuscito a trovare il feeling giusto con la sua Kalex. Il pilota di Chivasso però ha continuato a lavorare duramente e sessione dopo sessione è riuscito a migliorare il setting, arrivando alla gara in condizioni perfette.

"Non è stato un weekend facile, perché nella FP1 sono caduto, ho dato una bella botta ed abbiamo dovuto ricostruire la moto da capo. Inoltre ero un po' in difficoltà con le condizioni della pista, perché non c'era molto grip e abbiamo dovuto fare un bel po' di cambiamenti sulla moto" ha detto Pecco ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

"Tutto sommato però in qualifica mi trovavo molto bene e in gara abbiamo fatto ancora un piccolo step, che è stato quello che mi ha permesso di essere veloce anche con le gomme molto usate".

In gara se l'è dovuta vedere con Alex Marquez e all'inizio sembrava che lo spagnolo ne potesse avere più di lui. Alla distanza però il portacolori dello Sky Racing Team VR46 è stato più bravo con la gestione delle gomme e nel finale quindi è riuscito a scavalcare il suo avversario ed anche a staccarlo.

"C'è stato un degrado veramente importante, che Alex sembra aver accusato particolarmente. Quando ho visto che era un po' in difficoltà, ho cercato di spingere ancora di più. L'ho fatto fino all'ultimo giro, poi ho visto che avevo un margine di circa tre secondi e a quel punto ho deciso di prendermela un po' più con calma".

Proprio perché quella texana era sempre stata una pista ostica per lui, Pecco quindi ha parlato di un successo importante per il morale e per le sue ambizioni iridate, visto che ora ha 10 lunghezze di vantaggio sulla coppia formata dallo spagnolo della Marc VDS e da Mattia Pasini.

"Alla fine vincere su questa pista, che per me è sempre stata molto difficile, ha un sapore diverso, quasi migliore di quella del Qatar. Due vittorie in tre gare significano che stiamo lavorando molto bene e che siamo forti. Siamo veramente un bel gruppo. Adesso arriviamo in Europa, su piste su cui di solito vado meglio, e vedremo come andranno le cose" ha concluso.

Articolo successivo
Mondiale Moto2 2018: Bagnaia si porta a +10 su Marquez e Pasini

Articolo precedente

Mondiale Moto2 2018: Bagnaia si porta a +10 su Marquez e Pasini

Articolo successivo

Fotogallery: seconda vittoria in tre gare in Moto2 per Bagnaia ad Austin

Fotogallery: seconda vittoria in tre gare in Moto2 per Bagnaia ad Austin
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto2
Evento Austin
Sotto-evento Domenica, gara
Location Circuito delle Americhe
Piloti Francesco Bagnaia
Team Team VR46
Autore Matteo Nugnes