Dakar, Moto, Tappa 7: Goncalves e Coma si rilanciano

Dakar, Moto, Tappa 7: Goncalves e Coma si rilanciano

Il portoghese della Honda vince la tappa per 14", ma entrambi guadagnano 6' su Barreda, caduto nel finale

Nei giorni scorsi in molti hanno manifestato la convinzione che la tappa marathon sarebbe stata decisiva per le sorti della Dakar 2015, almeno per quanto riguarda le moto. Quel che è certo per ora è che la prima parte, quella da Iquique portava verso la Bolivia, ha reso ancora più incerta la situazione, con Paulo Goncalves e Marc Coma che sono andati all'attacco, recuperando ben sei minuti nei confronti del leader Joan Barreda Bort, che si è attardato nella fase conclusiva del percorso, cadendo e danneggiando il manubrio della sua Honda.

A spuntarla è stato il portoghese della Honda, che dopo 321 km di speciale ha preceduto di appena 14" lo spagnolo della KTM. Un risultato che ha rilanciato anche le sue ambizioni oltre che quelle del vincitore della passata edizione: ora Barreda comanda con 6'28" di margine su Coma, ma anche il suo compagno della HRC è a soli 10'59".

Dopo le grandi difficoltà incontrate venerdì, oggi è tornato a brillare Matthias Walkner: al passaggio dell'ultimo WPT l'austriaco della KTM era addirittura al comando delle operazioni, ma poi è transitato sul traguardo in terza posizione, staccato di soli 30" dal vincitore di giornata. Una prova che non farà altro che aumentare il rammarico per le due ore di ritardo accumulate nella sesta tappa.

Continuando a scorrere la classifica invece troviamo due piloti che ormai sono sempre più delle certezze. Stiamo parlando del cileno Pablo Quintanilla e dell'australiano Toby Price. Oggi hanno piazzato le loro KTM in quarta e quinta piazza, consolidando così le medesime posizioni che occupano anche nella classifica generale della corsa. Entrambi poi hanno ridotto il loro ritardo a meno di mezz'ora dal leader.

Quella di oggi comunque è stata una speciale che ha prodotto dei distacchi piuttosto ridotti: basta pensare che con i suoi 6'13" di gap Alessandro Botturi ha chiuso in 13esima posizione. L'italiano della Yamaha si è quindi mantenuto all'11esimo posto nella generale ed è riuscito anche a ridurre di un paio di minuti il suo distacco nei confronti della KTM di David Casteu, che lo precede.

Da segnalare anche un paio di cadute pesanti: la Dakar 2015 è infatti finita per Romain Souvignet, caduto dopo circa 22 km procurandosi la sospetta frattura di un polso e di un gomito. E' andata meglio a Michael Metge, finito ruote all'aria dopo 230 km. Per lui non ci sono state particolari conseguenze, ma la stessa cosa purtroppo non si può dire per la sua Yamaha.

Tra i Quad è arrivata la prima vittoria di tappa di Nelson Augusto Sanabria Galeano. Il paraguaiano della Yamaha ha completato la speciale in 5.22'12" e alla fine ha preceduto di 5'46" il leader della classifica generale Rafal Sonik. Dopo una grande partenza, Ignacio Casale invece si è dovuto accontentare del terzo posto a 11'37", quindi nella generale è scivolato a 21'59" dal polacco.

DAKAR RALLY, Settima Tappa, 11/01/2015
Classifica generale Moto
1. Joan Barreda Bort - Honda - 25.40'48"
2. Marc Coma - KTM - +6'28"
3. Paulo Goncalves - Honda - +10'59"
4. Pablo Quintanilla - KTM - +25'16"
5. Toby Price - KTM - +29'20"
6. Helder Rodrigues - Honda - +33'56"
7. Stefan Svitko - KTM - +40'23"
8. Ruben Faria - KTM - +40'55"
9. Alain Duclos - Sherco - +50'31"
10. David Casteu - KTM - +1.16'52"
11. Alessandro Botturi - Yamaha - +1.19'18"
27. Paolo Ceci - KTM - +3.24'44"

DAKAR RALLY, Settima Tappa, 11/01/2015
Classifica generale Quad
1. Rafal Sonik - Yamaha - 31.50'46"
2. Ignacio Casale - Yamaha - +21'59"
3. Sergio Lafuente - Yamaha - +1.08"00
4. Jeremias Gonzales Ferioli - Yamaha - +3.15'39"
5. Nelson Augusto Sanabria Galeano - Yamaha - +3.25'13"

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto Rally Raid
Piloti Marc Coma , Paulo Goncalves , Toby Price
Articolo di tipo Ultime notizie