Dakar, Goncalves: "Sono contento del mio risultato"

Dakar, Goncalves: "Sono contento del mio risultato"

Anche se la Honda puntava alla vittoria, il portoghese sottolinea di aver lavorato duramente per questo podio

"Io sono contento del mio risultato" risponde così Paulo Goncalves, il piccolo portoghese del team Honda HRC a chi invece vede questo secondo posto in questa Dakar 2015 come una sconfitta.

"Ho lavorato duro per arrivare sul podio e sono contento di esserci riuscito. Da tanti anni sto provando ad agguantare un podio e quest'anno, malgrado alcune difficoltà durante la gara, ci siamo riusciti. Sono contento, e sono contento per tutta la squadra, per gli altri piloti, per la Honda HRC. Siamo stati un bel team e insieme abbiamo lavorato bene, se non ci fosse stata questa collaborazione fra noi oggi non saremo qui e di certo non staremmo festeggiando questo secondo posto".

E si riferisce ovviamente alla tappa marathon quando tutti insieme i piloti, senza l'ausilio di nessun meccanico, hanno cambiato non uno ma ben due motori: "La sera della tappa marathon abbiamo lavorato tutti insieme e questa è la cosa più bella e più preziosa nel nostro team. Ognuno ha fatto il suo lavoro per permetterci di ripartire il giorno dopo, sia a me che a Barreda. E' ovvio che l'obiettivo di Honda è vincere la Dakar e non ci siamo riusciti quest'anno, però abbiamo davvero dato il 100 %  senza risparmiarci. Stiamo lavorando bene e la linea che stiamo tenendo è quella giusta certo che la sfortuna ci ha messo lo zampino".

E poi un pensiero alla famosa tappa marathon della Bolivia: "La moto è perfetta e l'unico problema lo abbiamo avuto a Uyuni per colpa dell'acqua e del sale, ma non siamo stati certo gli unici. Altri piloti hanno rotto il motore quello stesso giorno ed altri il giorno dopo. Noi no, e tirando le somme abbiamo vinto sette tappe di tutto il rally con questa moto, siamo secondi e siamo stati in testa al rally per qualche giorno, e questo dimostra il lavoro fatto finora da una marca che per tanti anni non ha corso la Dakar e che ora è venuta apposta per vincerla".

E oltre ad avere parole di elogio per team e moto, Paulo loda anche la gara, visto che lo scorso anno si era ritirato alla quinta tappa: "Il percorso mi è piaciuto molto, anche se è stato parecchio duro, basta pensare all'altitudine, agli sbalzi dei passaggi a 5000 metri e poi al livello del mare, dalle temperature sotto zero e poi 50 gradi, davvero c'era di tutto. Il secondo giorno in Argentina e i giorni del Cile sono stati in assoluto i più duri e non direi che è stata una gara facile. Forse lo scorso anno lo era di più ma io non saprei dirlo perchè essendomi ritirato ed avendola seguita fuori gara non sono in grado di giudicare. Però direi che quest'anno non ci siamo fatti mancare nulla".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto Rally Raid
Piloti Paulo Goncalves
Articolo di tipo Ultime notizie