Dakar: da -10 a 30 gradi, che sbalzo per i motociclisti!

Dakar: da -10 a 30 gradi, che sbalzo per i motociclisti!

Dal punto di vista termico la decima tappa è stata davvero durissima per i protagonisti delle due ruote

Sono le 4,30 di mattina quando la prima moto questa mattina lascia il bivacco di Calama. E' notte fonda e un quartino di luna illumina la strada insieme ad un mucchio di stelle. Ma i piloti non le guardano perché sanno perfettamente che stanno per soffrire, e tanto.

Quando escono da Calama e imboccano la strada che attraverso San Pedro De Atacama sale al Passo De Jama ci sono 12 gradi. Poi comincia la salita verso i 4.800 metri circa del passo e la temperatura scende metro dopo metro. Arriva a –10 sul passo e i piloti in moto combattono da soli una battaglia terribile.

La prima cosa che non sentono più sono le mani e si fermano per strofinarle, ma togliere i guanti è quasi peggio. Si sono vestiti con tutto quello che avevano nelle loro valige. Miran Stanovnik, lo sloveno che nella vita fa il maestro di sci ha scelto di partire con la sua tuta, da sci appunto, super imbottita. Laia Sanz ha sette strati di vestiti, sotto una giacca a vento pesantissima e spessa due dita. Si ferma durante il trasferimento, la spagnola, per farsi scaldare le mani dai suoi meccanici perchè non le sente più, non piega neanche le dita.

Quando il sole si affaccia sono le 7,15 ed immediatamente la situazione cambia. Anche se ci sono solo 11 gradi a 3.600 metri di altezza, da dove prende il via la speciale di oggi, la situazione è migliorata. I piloti sono tutti chiusi nelle macchine dell'assistenza, con il riscaldamento al massimo e Toby Price, che ad un freddo così davvero non è abituato, non riesce a togliersi i guanti di lana, nonostante sia ormai chiuso in macchina da oltre mezz'ora.

Quando manca mezz'ora al via della speciale, piano piano, uno dopo l'altro, si tolgono tutti gli strati di vestiti da dosso e si preparano per il via sapendo, più o meno, che ad accoglierli a Cachi, sede della prima parte della seconda tappa marathon, ci sarà la pioggia.

Il sole però, dura fino alle 14 circa e lo accompagnano 30 gradi di temperatura per cui questo significa che i piloti moto e quad oggi passano da un'escursione termica ad un'altra, con 40 gradi più o meno fra un estremo e l'altro. Se non sono duri loro, davvero non si riesce a pensare a quale altro sportivo lo sia.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto Rally Raid
Articolo di tipo Ultime notizie