Planet controtendenza: "La Dakar? Non la rifarei"

condividi
commenti
Planet controtendenza:
Di: Elisabetta Caracciolo
16 gen 2015, 19:46

Ingaggiato all'ultimo secondo dalla Sherco, non è stato ammaliato dal fascino della gara sudamericana

A 32 anni Fabien Planet ha affrontato la sua prima Dakar. Una cosa decisa un po' di fretta perchè la Sherco aveva bisogno di un secondo pilota, da affiancare ad Alain Duclos, dato che Juan Pedrero Garcia era passato a novembre alla Yamaha Spagna, con il team JVO Racing.

Hanno scelto Fabien nonostante la sua esperienza con il road book fosse zero. E così un'endurista puro, un pilota che aveva chiuso sesto nel 2012 nella E1 e che aveva vinto il titolo nella Junior nella Sei giorni, più volte campione di Francia, sempre di Enduro, si è ritrovato a combattere con la navigazione in una gara che in fondo, non gli è neanche piaciuta.

"La speciale di oggi non era male – risponde quando gli si fa notare che tutto sommato era una lunga prova in linea da enduro questa penultima – piuttosto tecnica, rapida in certi punti, ma c'era da fare attenzione perchè c'erano parecchie curve scoperte e se arrivavi troppo forte era facile cadere. Navigazione praticamente non ce n'era, ma in compenso c'era polvere, come sempre, anche se rispetto ai giorni scorsi oggi ce n'era molta di meno".

E se ripensa a tutta la sua gara e anche al genere di corsa, nuovissima per lui, sbuffa e piega la testa da un lato: "Veramente no, non mi è piaciuta questa gara. Trovo che sia troppo veloce, e pericolosa. L'ho fatta perchè me l'hanno proposto e perchè in effetti mi incuriosiva provarla, ma in effetti no, non la rifarei. Non mi piace. Dormire poco all'inizio era difficile, ma poi ho trovato il ritmo giusto. La seconda speciale è stata durissima, ma poi per il resto è andato tutto bene".

E allora l'anno prossimo mondiale di enduro? Neanche: "No, ho smesso di correre nel mondiale di enduro, non so ancora bene che cosa farò. Ho un contratto con Sherco e credo che lavorerò con loro, ma al momento non abbiamo fatto programmi precisi".

Prossimo articolo Moto Rally Raid
Dakar: 393 km alla meta, di cui 174 di speciale

Previous article

Dakar: 393 km alla meta, di cui 174 di speciale

Next article

Dakar, Ceci: "Oggi la metà del road book era carente"

Dakar, Ceci: "Oggi la metà del road book era carente"

Su questo articolo

Serie Moto Rally Raid
Piloti Fabien Planet
Autore Elisabetta Caracciolo
Tipo di articolo Ultime notizie