Dakar: alla Honda preoccupa il consumo delle gomme

condividi
commenti
Dakar: alla Honda preoccupa il consumo delle gomme
Elisabetta Caracciolo
Di: Elisabetta Caracciolo
05 gen 2015, 09:09

Martino Bianchi studia una strategia per la speciale di oggi che sarà la più lunga della gara

Il secondo posto di Paulo Goncalves nella prima tappa ha soddisfatto la Honda HRC, visto che il portoghese è arrivato a soli 5 secondi da Sam Sunderland. La CRF450 Rally è parsa competitiva, ma preoccupa la speciale di oggi che sarà la più lunga del rally raid (518 km) con i piloti che dovranno affrontare ogni tipo di terreno da Villa Carlos Paz a San Juan.

La velocità media nella tappa di ieri è stata di 135 km/h sulla speciale con punte di 180 km/h e pur senza il caldo - per fortuna non eccessivo visto che la gara partiva presto nella mattina - si è registrato un consumo un po' anomalo delle gomme. Nel team HRC si studiano le strategie per la tappa di oggi che si correrà in luoghi che sono in assoluto i più caldi di tutta l'Argentina in questo mese.

“Sono contento dei nostri ragazzi - spiega Martino Bianchi, general manager Honda HRC - sono andati bene ed hanno contenuto i distacchi, che era quello che ci interessava. Abbiamo però notato un consumo eccessivo delle gomme, viste anche le medie incredibili che hanno realizzato e ora stiamo cercando di capire come organizzarci per la speciale di oggi che è molto lunga e selettiva...”.

Prossimo articolo Moto Rally Raid

Su questo articolo

Serie Moto Rally Raid
Piloti Paulo Goncalves
Autore Elisabetta Caracciolo
Tipo di articolo Ultime notizie