Tutto pronto per il 76esimo Bol d'Or

Quest'anno è la classica di Magny-Cours ad aprire il Mondiale Endurance

Tutto pronto per il 76esimo Bol d'Or
Tutto è pronto sul circuito di Nevers Magny-Cours per la partenza della stagione 2012 del Campionato del Mondo classe Endurance. Anche quest’anno, come già accaduto nel 2011, l’onore di dare avvio alla stagione dell’EWC è affidato alla 76esima edizione del Bol d’Or, spostata da settembre ad aprile per evitare sovrapposizioni con il World Superbike e la MotoGP. Poche settimane addietro i team iscritti all’EWC sono scesi in pista a Magny-Cours per un test collettivo di preparazione alla gara e, mentre scriviamo, il paddock è in pieno fermento e sono in corso le verifiche tecniche, perché già da oggi si terranno le prove libere e le qualifiche di tutte le gare iscritte a calendario. 55 PARTENTI Un evento spettacolare coma una 24 ore di Endurance richiama sempre un numero di squadre elevatissimo; se poi parliamo di una delle due classicissime francesi, allora il consenso di iscritti è alle stelle. Ci sono tanti appassionati in Francia che si preparano solo per questo evento, che ha un richiamo incredibile anche tra il pubblico, che affolla l’autodromo per giorni e giorni facendo una gran festa. Scorrendo l’Entry List della 75esima edizione del Bol d’Or si ritrovano i top team che da decenni si contendono l’agognata coppa: la lotta per la vittoria sarà probabilmente un affare a sei tra la campionessa in carica Suzuki Sert, e le Yamaha di Yart e GMT94, le Kawasaki di Bolliger e SRC e la BMW del Motorrad France Team che da due stagioni tenta l’assalto al titolo che le sfugge sempre in extremis. Il Team Honda più competitivo sarà sicuramente il TT Legends, che potrà contare sul talento di John McGuinness e Cameron Donald. Brutte notizie per la compagine tricolore, anche quest’anno gli italiani impegnati saranno pochissimi: l’unica squadra nostrana sarà di nuovo il No Limits Team schierato nella Superstock, il quale però ha perso la prima guida di Alessio Aldrovandi. Sulla Suzuki GSX-R 1000 correranno Simone Saltarelli, Fabrizio Perotti e Victor Casas, mentre la quarta guida iscritta è Riccardo Chiarello. L’altro italiano in gara sarà ancora Emiliano Bellucci, pilota della squadra MCS-Ipone. TORNA IL BOL D’ARGENT Una novità interessantissima del Bol d’Or 2012, è il ritorno di un’altra classica di Endurance, il Bol d’Argent, iniziativa voluta dall’organizzazione per consentire agli amatori di cimentarsi in una vera e propria gara di durata. Il nono Bol d’Argent si correrà il venerdì sera con partenza alle 17.30 e avrà una durata di tre ore. Le moto ammesse a partecipare sono esclusivamente delle naked, con prezzo massimo di vendita di 11.000 euro, divise in due classi: 600 e 800 cc. Nella prima classe possono correre le monocilindriche e bicilindriche fino a 700 cc (e infatti è iscritta una KTM Duke 690), tricilindriche fino a 675 cc e quadricilindriche fino a 600 cc. Nella classe superiore sono ammesse a partire le due e tre cilindri fino a 900 cc e le quattro cilindri fino a 800 cc. Inutile sottolineare che la lista di partenti si è riempita alla velocità della luce con ben 30 equipaggi iscritti, con le moto più disparate: si va dalla Suzuki Gladius, alla Kawasaki ER-6n, passando per le Yamaha FZ6 e FZ8 con l’inserimento di alcune Triumph Street Triple, di una Benelli TNT 899, di un paio di Honda Hornet e una Husqvarna Nuda 900.
condividi
commenti
Undicesimo titolo iridato per la Suzuki SERT
Articolo precedente

Undicesimo titolo iridato per la Suzuki SERT

Articolo successivo

Suzuki Sert in pole provvisoria al Bol d'Or

Suzuki Sert in pole provvisoria al Bol d'Or
Carica i commenti