MXGP | Herlings domina a Mantova ed è campione. Cairoli, che emozione

Il pilota olandese della KTM ha firmato una grande doppietta nell'appuntamento conclusivo della stagione: dopo la prima manche lui ed il rivale Febvre erano alla pari, ma alla fine ha avuto la meglio per appena 5 punti. Addio sfortunato per Tony Cairoli, ritirato e decimo, ma il suo saluto è stato davvero da pelle d'oca.

MXGP | Herlings domina a Mantova ed è campione. Cairoli, che emozione

La MXGP ha dovuto attendere l'ultima manche di una strepitosa stagione per conoscere il nome del suo campione, con il Gran Premio Città di Mantova che è stato decisamente all'altezza delle aspettative. Alla fine ad imporsi è stato il grande favorito, l'olandese Jeffrey Herlings, che ha conquistato il suo quinto titolo iridato, il secondo nella classe regina.

Il pilota della KTM è stato il dominatore di questa ultima tappa, che insolitamente si è svolta di mercoledì, anche se ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per prendersi la corona, nonostante una bellissima doppietta. Dopo la prima manche, infatti, lui ed il rivale Romain Febvre si ritrovavano appaiati a quota 683 punti.

Al via è stato Jorge Prado il più lesto, ma lo spagnolo si è fatto ben presto da parte, cedendo il comando proprio ad Herlings, ma anche la seconda posizione al francese della Kawasaki. Jeffrey comunque non si è fatto intimidire e sotto alla bandiera a scacchi è andato a firmare l'aggancio che reso Gara 2 una vera battaglia per la gloria: il migliore dei due sarebbe stato anche il campione.

Il copione della manche decisiva è stato molto simile: ancora una volta, Prado si è preso il comando al via, ma questa volta Febvre e Herlings erano in ordine invertito alle sue spalle. Cosa che non ha creato troppi problemi all'olandese, che nel corso del secondo giro si è sbarazzato di entrambi. E questa volta è stato bravissimo ad indurre all'errore l'avversario, che è caduto nel tentativo di reggere il suo ritmo infernale.

A questo punto il titolo era già nelle sue mani, quindi avrebbe anche potuto arrendersi al ritorno di un arrembante Tim Gajser, ma Herlings ci ha abituati ad essere uno che non fa sconti, quindi ha continuato a spingere ed in un colpo solo è andato a prendersi la manche, il GP, ma soprattutto la tabella rossa di campione del mondo.

A Febvre va comunque il merito di averci creduto fino alla fine, nonostante fosse quasi considerato un corpo estraneo alla battaglia che tutti si attendevano tra Herlings e Gajser. Il francese ha chiuso terzo in Gara 2, quindi ha mancato il titolo per appena 5 miseri punti. 20 invece quelli pagati alla fine da Gajser, secondo nella classifica finale del GP, ma partito già con poche speranze dopo il disastro combinato domenica scorsa in Gara 1.

Ma veniamo ora a quello che era l'altro grande protagonista atteso, ovvero Tony Cairoli. Dopo il podio di domenica, il Tonino Nazionale non è riuscito a regalarsi un grande addio al mondo di cui è stato il padrone per almeno una decade. In Gara 1 purtroppo è stato costretto al ritiro dopo un contatto con Jeremy Seewer, dal quale la sua Yamaha è uscita con la leva del cambio rotta. Anche in Gara 2 poi non è andato oltre al decimo posto.

Il vero momento toccante della giornata però è arrivato dopo la corsa, quando il siciliano è salito sul podio con i colori del tricolore per salutare quella che è stata la sua "famiglia" per tanti anni. Senza di lui probabilmente la MXGP non sarà più la stessa, anche se a giudicare dalla grande battaglia a cui abbiamo assistito quest'anno sembra averla lasciata davvero in buone mani.

MXGP - Grand Prix Race 1 – Top 10 Classification: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 35:20.709; 2. Romain Febvre (FRA, Kawasaki), +0:02.465; 3. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:02.824; 4. Jeremy Seewer (SUI, Yamaha), +0:48.484; 5. Jorge Prado (ESP, KTM), +0:56.162; 6. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), +0:57.371; 7. Mathys Boisrame (FRA, Kawasaki), +0:58.107; 8. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), +0:58.590; 9. Ben Watson (GBR, Yamaha), +1:00.075; 10. Brian Bogers (NED, GASGAS), +1:02.615;

MXGP - Grand Prix Race 2 – Top 10 Classification: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 35:29.493; 2. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:01.497; 3. Romain Febvre (FRA, Kawasaki), +0:41.814; 4. Jeremy Seewer (SUI, Yamaha), +0:43.028; 5. Brian Bogers (NED, GASGAS), +0:45.510; 6. Ruben Fernandez (ESP, Honda), +0:47.004; 7. Jorge Prado (ESP, KTM), +0:50.991; 8. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), +0:58.563; 9. Jeremy Van Horebeek (BEL, Beta), +1:00.963; 10. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +1:04.187;

MXGP – GP Top 10 Classification: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 50 points; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 42 p.; 3. Romain Febvre (FRA, KAW), 42 p.; 4. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 36 p.; 5. Jorge Prado (ESP, KTM), 30 p.; 6. Brian Bogers (NED, GAS), 27 p.; 7. Glenn Coldenhoff (NED, YAM), 26 p.; 8. Ruben Fernandez (ESP, HON), 24 p.; 9. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 23 p.; 10. Jeremy Van Horebeek (BEL, BET), 20 p.;

MXGP - World Championship Top 10 Classification: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 708 points; 2. Romain Febvre (FRA, KAW), 703 p.; 3. Tim Gajser (SLO, HON), 688 p.; 4. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 566 p.; 5. Jorge Prado (ESP, KTM), 562 p.; 6. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 545 p.; 7. Glenn Coldenhoff (NED, YAM), 442 p.; 8. Pauls Jonass (LAT, GAS), 391 p.; 9. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 332 p.; 10. Alessandro Lupino (ITA, KTM), 319 p.;

MXGP - Manufacturers Classification: 1. KTM, 842 points; 2. Kawasaki, 708 p.; 3. Honda, 702 p.; 4. Yamaha, 616 p.; 5. GASGAS, 486 p.; 6. Husqvarna, 359 p.; 7. Beta, 232 p.;

Tony Cairoli, Red Bull KTM Factory Racing

Tony Cairoli, Red Bull KTM Factory Racing

Photo by: Niek Fotografie

condividi
commenti
MXGP: Herlings vince il GP di Lombardia, ma Febvre resta leader
Articolo precedente

MXGP: Herlings vince il GP di Lombardia, ma Febvre resta leader

Carica i commenti