MXGP: Herlings concede il bis in Turchia, Cairoli è terzo

Secondo successo consecutivo sul tracciato di Afyon del pilota della KTM, rilanciato dopo la pausa estiva. Gajser però è secondo e continua a gestire alla grande la leadership iridata: ora ha 28 punti di margine su Febvre. Completa il podio un Cairoli strepitoso nel finale di Gara 1, ma nella top 10 ci sono anche Forato e Lupino. In MX2 vince ancora Vialle, ma Renaux porta a 49 punti il gap nei confronti di Guadagnini, terzo.

MXGP: Herlings concede il bis in Turchia, Cairoli è terzo

Attenzione a non fare l'errore di sottovalutare Jeffrey Herlings. Anche quest'anno il pilota della KTM ha dovuto fare i conti con la malasorte, ma dopo la lunga pausa estiva è stato il mattatore della scena quando la MXGP ha riacceso i motori con il doppio round in Turchia, sul circuito di Afyon.

L'olandese ha centrato la sua seconda vittoria consecutiva, la terza sul tracciato che dista circa 500 km da Istanbul, anche se bisogna dire che nella prima frazione la concorrenza gli ha dato una bella mano: dopo essere stato il più lesto in uscita dal cancelletto di partenza, Jorge Prado è caduto al quinto giro ed è precipitato nelle posizioni di rincalzo.

L'altro colpo di scena è arrivato a poche curve dal traguardo, quando anche Romain Febvre ha visto sfumare il successo per un errore, spianando la strada ad Herlings, che però è stato bravissimo a contenere un Tony Cairoli veramente scatenato nelle fasi conclusive della corsa.

L'italiano della KTM ha rimontato dal settimo posto che occupava nelle primissime fasi della corsa e nel finale ha sferrato un attacco deciso al leader iridato Tim Gajser. Poi ha provato ad incollarsi agli scarichi dell'altra KTM di Herlings, che però è stato bravo a chiudergli ogni varco e a presentarsi sotto alla bandiera a scacchi con poco meno di mezzo secondo di margine.

In terza e quarta posizione poi si sono piazzati Gajser e Febvre, mentre Prado non è riuscito a riguadagnare la zona punti. Oltre ad un grande Cairoli, bisogna dire che anche gli altri italiani si sono messi in grande evidenza in questa prima manche, con Alberto Forato che ha chiuso in sesta posizione ed Alessandro Lupino che invece si è piazzato ottavo.

La musica è cambiata invece nella seconda manche, con Gajser che è tornato a ricordare a tutti che il campione del mondo è lui e che non ha alcuna intenzione di abdicare al trono. Il pilota della Honda si è portato al comando poco prima di metà gara e poi ha amministrato alla grande, chiudendo con un margine di quasi sei secondi nei confronti di Herlings, che comunque con il secondo posto di Gara 2 si è portato a casa il GP, e con poco meno di nove su Cairoli, che quindi ha completato il podio. Da segnalare anche l'ennesima bella prova di Forato e Lupino, settimo ed ottavo (sesto e settimo nella classifica finale del GP).

Davanti a loro, a completare la top 5 poi ci sono Prado e Febvre, ma alla fine i risultati del GP di Afyon hanno permesso a Gajser di dare un allungo deciso: ora lo sloveno ha 28 punti di vantaggio su Febvre, tallonato ad una sola lunghezza di distanza da Cairoli. Herlings invece risale in quarta posizione, a 34 punti dalla vetta. Grande il balzo indietro di Prado, che in un colpo solo arretra dal secondo al quinto posto, a -40.

MX2: Vialle si ripete, ma Renaux allunga

Proprio come nella MXGP, anche nella MX2 abbiamo assistito ad un bis sul tracciato di Afyon. Come già visto domenica, anche nella gara del mercoledì ad imporsi è stato il campione del mondo in carica Tom Vialle, che sembra finalmente aver messo alle spalle gli infortuni. Il pilota della KTM si è spartito i successi di manche con il leader iridato Maxime Renaux, ma si è preso il grandino più alto del podio battendo il pilota della Yamaha in Gara 2.

Entrambi hanno chiuso con un bottino di 47 punti, cosa che ha permesso a Renaux di incrementare sensibilmente il suo margine nel Mondiale nei confronti di Mattia Guadagnanini. Il pilota italiano della KTM ha portato a casa un terzo ed un sesto posto, che gli sono valsi un bottino di 35 punti ed il gradino più basso del podio. Tuttavia, ora si ritrova staccato di 49 lunghezze dal rivale transalpino, pur mantenendo il secondo posto con 22 punti di margine su un Jago Geerts che continua a faticare.

Classifiche MXGP

MXGP - Grand Prix Race 1 – Top 10 Classification: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 34:31.387; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:00.494; 3. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:02.969; 4. Romain Febvre (FRA, Kawasaki), +0:10.585; 5. Pauls Jonass (LAT, GASGAS), +0:35.881; 6. Alberto Forato (ITA, GASGAS), +0:40.918; 7. Henry Jacobi (GER, Honda), +0:49.141; 8. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), +0:51.337; 9. Alessandro Lupino (ITA, KTM), +0:53.507; 10. Brent Van doninck (BEL, Yamaha), +0:54.619;

MXGP - Grand Prix Race 2 – Top 10 Classification: 1. Tim Gajser (SLO, Honda), 34:44.781; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:05.947; 3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:08.978; 4. Jorge Prado (ESP, KTM), +0:14.097; 5. Romain Febvre (FRA, Kawasaki), +0:31.196; 6. Pauls Jonass (LAT, GASGAS), +0:32.209; 7. Alberto Forato (ITA, GASGAS), +0:41.561; 8. Alessandro Lupino (ITA, KTM), +0:57.060; 9. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), +1:00.476; 10. Brian Bogers (NED, GASGAS), +1:06.485;

MXGP - GP Top 10 Classification: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 47 points; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 45 p.; 3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 42 p.; 4. Romain Febvre (FRA, KAW), 34 p.; 5. Pauls Jonass (LAT, GAS), 31 p.; 6. Alberto Forato (ITA, GAS), 29 p.; 7. Alessandro Lupino (ITA, KTM), 25 p.; 8. Henry Jacobi (GER, HON), 24 p.; 9. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 21 p.; 10. Jorge Prado (ESP, KTM), 18 p.;

MXGP - World Championship Top 10 Classification: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 355 points; 2. Romain Febvre (FRA, KAW), 327 p.; 3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 326 p.; 4. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 321 p.; 5. Jorge Prado (ESP, KTM), 315 p.; 6. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 249 p.; 7. Pauls Jonass (LAT, GAS), 231 p.; 8. Glenn Coldenhoff (NED, YAM), 212 p.; 9. Alessandro Lupino (ITA, KTM), 182 p.; 10. Ben Watson (GBR, YAM), 143 p.;

MXGP - Manufacturers Classification: 1. KTM, 423 points; 2. Honda, 356 p.; 3. Kawasaki, 332 p.; 4. Yamaha, 287 p.; 5. GASGAS, 261 p.; 6. Husqvarna, 166 p.;

Classifiche MX2

MX2 - Grand Prix Race 1 – Top 10 Classification: 1. Maxime Renaux (FRA, Yamaha), 34:59.757; 2. Tom Vialle (FRA, KTM), +0:17.288; 3. Mattia Guadagnini (ITA, KTM), +0:26.148; 4. Jago Geerts (BEL, Yamaha), +0:29.053; 5. Wilson Todd (AUS, Kawasaki), +0:30.215; 6. Thibault Benistant (FRA, Yamaha), +0:32.424; 7. Kay de Wolf (NED, Husqvarna), +0:36.135; 8. Ruben Fernandez (ESP, Honda), +0:37.165; 9. Rene Hofer (AUT, KTM), +0:45.611; 10. Simon Laengenfelder (GER, GASGAS), +0:47.253;

MX2 - Grand Prix Race 2 – Top 10 Classification: 1. Tom Vialle (FRA, KTM), 35:15.694; 2. Maxime Renaux (FRA, Yamaha), +0:05.534; 3. Jed Beaton (AUS, Husqvarna), +0:26.982; 4. Thibault Benistant (FRA, Yamaha), +0:30.264; 5. Rene Hofer (AUT, KTM), +0:32.021; 6. Mattia Guadagnini (ITA, KTM), +0:35.350; 7. Isak Gifting (SWE, GASGAS), +0:43.977; 8. Kay de Wolf (NED, Husqvarna), +0:46.001; 9. Wilson Todd (AUS, Kawasaki), +0:47.172; 10. Andrea Adamo (ITA, GASGAS), +0:51.262;

MX2 - GP Top 10 Classification: 1. Tom Vialle (FRA, KTM), 47 points; 2. Maxime Renaux (FRA, YAM), 47 p.; 3. Mattia Guadagnini (ITA, KTM), 35 p.; 4. Thibault Benistant (FRA, YAM), 33 p.; 5. Jed Beaton (AUS, HUS), 29 p.; 6. Rene Hofer (AUT, KTM), 28 p.; 7. Wilson Todd (AUS, KAW), 28 p.; 8. Jago Geerts (BEL, YAM), 28 p.; 9. Kay de Wolf (NED, HUS), 27 p.; 10. Ruben Fernandez (ESP, HON), 22 p.;

MX2 - World Championship Top 10 Classification: 1. Maxime Renaux (FRA, YAM), 361 points; 2. Mattia Guadagnini (ITA, KTM), 312 p.; 3. Jago Geerts (BEL, YAM), 290 p.; 4. Jed Beaton (AUS, HUS), 266 p.; 5. Thibault Benistant (FRA, YAM), 261 p.; 6. Ruben Fernandez (ESP, HON), 251 p.; 7. Rene Hofer (AUT, KTM), 244 p.; 8. Kay de Wolf (NED, HUS), 237 p.; 9. Tom Vialle (FRA, KTM), 227 p.; 10. Mathys Boisrame (FRA, KAW), 216 p.;

MX2 - Manufacturers Classification: 1. Yamaha, 402 points; 2. KTM, 386 p.; 3. Husqvarna, 300 p.; 4. Kawasaki, 280 p.; 5. Honda, 259 p.; 6. GASGAS, 206 p.;

condividi
commenti
MXGP: Herlings trionfa in Turchia, ma Gajser non molla
Articolo precedente

MXGP: Herlings trionfa in Turchia, ma Gajser non molla

Articolo successivo

MXGP 2021: il calendario cambia ancora, tante tappe in Italia

MXGP 2021: il calendario cambia ancora, tante tappe in Italia
Carica i commenti