GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
38 giorni
29 mag
-
30 mag
Prossimo evento tra
58 giorni
WSBK
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
37 giorni
WRC
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
50 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
22 giorni
MotoGP
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
29 giorni
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
43 giorni
IndyCar
13 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
Birmingham
03 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
2 giorni
Formula E
27 feb
-
29 feb
Evento concluso
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
65 giorni
Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
ELMS
G
Barcellona
03 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
2 giorni
G
Monza
08 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
37 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
30 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
86 giorni

Romain Febvre piazza il poker ad Uddevalla

condividi
commenti
Romain Febvre piazza il poker ad Uddevalla
Di:
6 lug 2015, 10:26

Il pilota della Yamaha ora crede nel titolo, perché ha 39 punti su un Tony Cairoli che ha corso in difesa

Dopo il “poker d’assi”, l’unica giocata che può batterlo è la “scala reale”. In Svezia Romain Febvre (Yamaha Factory Racing Yamalube) ha fatto poker di vittorie ma, se continua con questo passo, arriverà anche la vincita assoluta: la Scala Reale, ovvero il titolo di Campione del Mondo.

Non si trovano più parole per definire quello che sta facendo Febvre nella MXGP. Doveva essere per lui un anno di transizione, visto che il francese proviene dalla MX2, ma Romain ha velocizzato tutto: tecnica di guida, adattamento alla 450, feeling con la squadra al punto che tutti gli addetti ai lavori sono sorpresi per quanto sta facendo. E’ sicuramente per lui un buon momento e, allo stesso tempo, non lo è per gli altri che non si aspettavano di dover combattere con questo “rookie” francese. Inutile dire il risultato ottenuto da Febvre: due primi posti e tutti a casa.

Dominio di Febvre ma anche dominio di Yamaha che conquista pure il secondo gradino del podio con Jeremy Van Horebeek che, dopo i problemi di inizio stagione, sta ritornando ad avere quella velocità e quella costanza che gli hanno permesso, lo scorso anno, di terminare secondo nel Mondiale MXGP.

Ultimo gradino del podio per Kevin Strijbos (Rockstar Energy Suzuki World). Il belga di casa Suzuki è un “ritrovato” come Van Horebeek per il fatto che ha dovuto saltare in tutto cinque GP, ma da quando è rientrato al GP d’Italia, ha avuto un rendimento di alto livello: sempre a podio.

Quarti e quinti due australiani che gareggiano con la stessa moto (Husqvarna) ma in due Team diversi. Dean Ferris, il quarto, è nel Team Wilvo Nestaan Husqvarna Factory. Todd Waters, il quinto, è nelle file del Team Ufficiale Red Bull IceOne Husqvarna Factory (il team di proprietà di Kimi Raikkonen).

Prima manche sfortunata per Antonio Cairoli che, partito con i primi, è stato coinvolto in una caduta perdendo parecchio tempo. Salito in sella Antonio ha cercato di rimontare ma il terreno scivoloso non gli ha permesso di essere veloce come lui sa fare. Chiude gara uno in 13esima posizione ma poi si rifà in gara due dove termina al terzo posto.

Sono 26 i punti finali conquistati da David Philippaerts (Team DP19) frutto di due manche regolari terminate rispettivamente al nono ed al decimo posto. Alessandro Lupino (Team Assomotor Honda) invece, non è riuscito ad esprimersi al meglio. Dopo un paio di GP disputati nella Top Ten (o subito a ridosso), dal GP di Germania Alessandro ci è parso con poca cattiveria e convinzione dei propri mezzi. Lupino può stare nei primi dieci e lo ha dimostrato ma deve anche partire meglio perché poi rimontare diventa complicato.

MXGP - La classifica dei primi dieci: 1. Romain Febvre (Francia – Yamaha) 50 punti; 2. Jeremy Van Horebeek (Belgio – Yamaha) 38; 3. Kevin Strijbos (Belgio – Suzuki) 35; 4. Dean Ferris (Australia – Husqvarna) 33; 5. Todd Waters (Australia – Husqvarna) 32; 6. Shaun Simpson (Inghilterra – Ktm) 30; 7. Antonio Cairoli (Italia – Ktm) 28; 8. Glenn Coldenhoff (Olanda – Suzuki) 27; 9. Gautier Paulin (Francia – Honda) 27; 10. David Philippaerts (Italia – Yamaha) 26.

MXGP – Classifica generale: 1. Romain Febvre (Francia – Yamaha) 419; 2. Antonio Cairoli (Italia – KTM) 380; 3. Maximilian Nagl (Germania – Husqvarna) 360 punti; 4. Gautier Paulin (Francia – Honda) 351; 5. Evgeny Bobryshev (Russia – Honda) 319; 6. Clement Desalle (Belgio – Suzuki) 291; 7. Shaun Simpson (Inghilterra – Ktm) 257; 8. Jeremy Van Horebeek (Belgio – Yamaha) 232; 9.Todd Waters (Australia – Husqvarna) 224; 10. Glenn Coldenhoff (Olanda – Suzuki) 196.

Foto: Adriano Dondi

Mondiale Cross MXGP - Gp di Svezia - Gara 1

Mondiale Cross MXGP - Gp di Svezia - Gara 2

Articolo successivo
Frossard lascia la Wilwo KTM: torna in Kawasaki?

Articolo precedente

Frossard lascia la Wilwo KTM: torna in Kawasaki?

Articolo successivo

Un imprevisto frena Christophe Charlier in Svezia

Un imprevisto frena Christophe Charlier in Svezia
Carica i commenti