In Thailandia c'è il primo sigillo di Ryan Villopoto

In Thailandia c'è il primo sigillo di Ryan Villopoto

Lo statunitense vince il Gp, ma nella seconda manche si rivede anche un grande Cairoli

Dopo aver deluso nella gara di apertura in Qatar, Ryan Villopoto e Tony Cairoli sono stati i grandi protagonisti della seconda tappa del Mondiale Cross MXGP, che si è disputata in Thailandia. I due campionissimi si sono spartiti i successi di manche, ma a fare festa alla fine è stato lo statunitense che alla sua seconda apparizione ha quindi firmato il suo primo successo nella serie iridata.

Il pluricampione dell'AMA Supercross, dunque, non ci ha messo molto ad adattarsi alla sua nuova realtà ed ha piazzato la sua Kawasaki davanti a tutti nella prima manche. Il "Tonino Nazionale" gli ha risposto alla grande nella seconda, ma a fare la differenza è stato il piazzamento ottenuto da entrambi nell'altra manche.

Se RV è riuscito a chiudere la seconda manche al terzo posto, il siciliano della KTM non è andato oltre al quinto in quella inaugurale. Dunque, è stato l'americano a prendersi il grandi più alto del podio di Nakhonchaisri, anche se il rivale della KTM ha pagato a caro prezzo soprattutto un errore che non è stato neppure suo, perché al via di gara 1 è stato praticamente spinto fuori dalla pista dalla Husqvarna di Maximilian Nagl, venendo quindi chiamato ad una grande rimonta.

Nella seconda manche, accorciata di cinque minuti a causa della temperatura infernale, Cairoli è partito a razzo fin dall'apertura del cancelletto ed ha salutato tutti. L'unico che ha provato ad opporre resistenza è stato Clement Desalle, alla fine secondo in entrambe le gare con la sua Suzuki. Grazie alla sua grande regolarità, il pilota belga si è quindi preso quindi la seconda piazza nel Gp e la leadership nella classifica iridata.

Cairoli comunque è solamente 9 punti più indietro e anche Villopoto insegue a 18 lunghezze, alle spalle pure di Nagl, che dopo la bella doppietta inaugurale si è dovuto accontentare di un quarto e di un undicesimo posto. Per gli altri italiani non è stato un gran weekend: David Philippaerts si è portato a casa un 12esimo ed un decimo posto. 15esima e 16esima piazza invece per Davide Guarneri, mentre Alessandro Lupino è sempre rimasto nelle retrovie.

La classifica del Mondiale (primi dieci): 1. Desalle 88; 2. Cairoli 79; 3. Nagl 78; 4. Villopoto 70; 5. Febvre e Paulin 67; 7. Strijbos 55; 8. Bobryshev 45; 9. Waters 40; 10. Simpson 38.

Mondiale Cross MXGP - Gp di Thailandia - Gara 1

Mondiale Cross MXGP - Gp di Thailandia - Gara 2

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross MxGP
Piloti Ryan Villopoto , Tony Cairoli , Clement Desalle
Articolo di tipo Ultime notizie