Terzo centro di fila di Tim Gajser, Herlings ancora ko

Terzo centro di fila di Tim Gajser, Herlings ancora ko

Il momento magico della pilota della Honda prosegue in Svezia. Infortunio ad un mignolo per Jeffrey

E con il GP di Svezia, fanno tre le vittorie consecutive conquistate da Tim Gajser (Honda Gariboldi), un ruolino di marcia niente male. Tim, in questa parte della stagione, sta correndo con molta attenzione, capisce quando è ora di attaccare o quando, invece, è necessario attendere e raccogliere più punti possibili.

E’ stato così in gara uno quando contro Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory) non c’era niente da fare, terminando secondo alle spalle dell’olandese. Invece nella seconda, complice anche la caduta di Herlings, Gajser ha passato subito Seewer (Rockstar Energy Suzuki Europe) ed è andato a vincere meritatamente sia la manche che il GP.

Secondo si piazza Valentin Guillod (Standing Construct Yamaha Yamalube) terzo e quarto nelle due gare mentre appena due punti dietro, per l’ultimo gradino del podio, c’è Jeremy Seewer (Rockstar Energy Suzuki Europe). Quarto posto per un sorprendente Vsevolod Brylyakov, portacolori del Team JTech Honda. Brylyakov ha corso due gare attente, sempre veloce, ma finalmente senza errori a sbavature. Speriamo che i due quinti posti conquistati, gli facciano capire che il potenziale per restare con i primi ce l’ha.

Continua la sfortuna per Jeffrey Herlings. Dopo la rottura della clavicola al GP di Germania, Jeremy ha fatto di tutto per rientrare immediatamente alle gare e si è presentato ad Uddevalla con tante incognite che sono però passate immediatamente perché Herlings ha vinto le qualifiche del sabato e gara uno della domenica. Alla partenza della seconda manche, nella discesa dopo la prima curva, Jeffrey è con i primi ma la sua KTM inizia a scivolare. Herlings cerca di tenerla ma cade e subisce un brutto infortunio al mignolo sinistro. Per lui ritiro e corsa in ospedale per “riattacare” il dito. Dubitiamo possa essere in Lettonia domenica prossima.

Il migliore degli italiani è Samuele Bernardini (TM Racing Factory Team) quindicesimo assoluto con quattordici punti. Ivo Monticelli (Marchetti Racing Team KTM) all’ottimo posto di gara uno abbina il ritiro di gara due per una scivolata che gli ha poi causato un problema al freno anteriore.

MX2 - La classifica dei primi dieci: 1. Tim Gajser (Slovenia – Honda) 47 punti; 2. Valentin Guillod (Svizzera - Yamaha) 38; 3. Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 36; 4. Vsevolod Brylyakov (Russia – Honda) 32; 5. Brian Bogers (Olanda – KTM) 26; 6. Brent Van Doninck (Belgio – Yamaha) 25; 7. Jeffrey Herlings (Olanda - Ktm) 25; 8. Robert Justs (Lettonia – KTM) 22; 9. Jordi Tixier (Francia - Kawasaki) 20; 10. Benoit Paturel (Francia Yamaha) 20.

MX2 – Classifica generale: 1. Jeffrey Herlings (Olanda - Ktm) 423 punti; 2. Tim Gajser (Slovenia - Honda) 345; 3. Valentin Guillod (Svizzera - Yamaha) 335; 4. Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 311; 5. Pauls Jonass (Lettonia - Ktm) 307; 6. Jordi Tixier (Francia - Kawasaki) 306; 7. Max Anstie (Inghilterra - Kawasaki) 262; 9. Julien Lieber (Belgio - Yamaha) 259; 10. Alexandr Tonkov (Russia - Husqvarna) 256.

Foto: Adriano Dondi

Mondiale Cross MX2 - Gp di Svezia - Gara 1

Mondiale Cross MX2 - Gp di Svezia - Gara 2

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross Mx2
Articolo di tipo Ultime notizie