Jeremy Seewer vince il caldo e si impone nel GP di Lombardia

Il pilota della Suzuki si è imposto in una gara disputata in condizioni davvero estreme ad Ottobiano, regolando il leader della classifica iridata Pauls Jonass, che ora lo precede di

Jeremy Seewer vince il caldo e si impone nel GP di Lombardia
Jeremy Seewer, Suzuki
Jeremy Seewer, Suzuki World MX2
Jeremy Seewer, Suzuki World MX2
Pauls Jonass KTM 250 SX-F
Pauls Jonass, Red Bull KTM Factory Racing
Pauls Jonass, Red Bull KTM Factory Racing
Thomas Covington, Rockstar Husqvarna
Thomas Covington, Rockstar Husqvarna
Benoit Paturel, Kemea Yamaha
Julien Lieber, LRT KTM
Julien Lieber, LRT KTM

Questo fine settimana, sulla pista di Ottobiano, il caldo ha condizionato tantissimo i ipiloti che sono scesi in pista per l’undicesimo appuntamento della stagione 2017.  In pochi sono arrivati al traguardo senza segni evidenti di stanchezza o di sfinimento.

Al termine di questo week end, Jeremy Seewer (Suzuki World MX2) è stato quello che si è trovato più a suo agio. In gara uno dal quarto posto del primo giro, ha superato in quattro tornate Jorge Prado (Red Bull KTM) e Brian Bogers (HSF Motorsport KTM) prendendo la testa della corsa fino al traguardo.

In gara due è partito secondo alle spalle Pauls Jonass (Red Bull KTM), ma dopo due giri è stato superato da Thomas Covington (Rockstar Husqvarna). Seewer ha aspettato il calo fisico dell’americano e lo ha passato quasi subito agguantando la seconda piazza che gli ha poi garantito la vittoria del GP.

Pauls Jonass è arrivato alle spalle dello svizzero ma mantiene salda la posizione di Leader del Campionato. Nella prima manche ha avuto un calo fisico e non è riuscito a fare meglio della sesta piazza. Nella seconda, si è preso la holeshot, ed è andato a vincere la manche in scioltezza.

Thomas Covington è la terza forza di questa gara. In evidenza fin dal sabato dove ha vinto la manche di qualifica, l’ufficiale Husqvarna MX2 ha dimostrato di aver fatto passi da gigante nelle piste con fondo sabbioso. Proprio per questo, il podio nel GP di Lombardia gli permetterà in futuro di avere la consapevolezza di poter essere competitivo su ogni tipo di terreno.

Se riuscisse a partire meglio, Benoit Paturel (Kemea Yamaha) sarebbe in grado di vincere ogni GP. Soltanto che il pupillo di Vimond se c’è confusione in partenza, lui c’è. Lo abbiamo visto in gara uno dove è arrivato secondo alle spalle di Seewer, ma ha dovuto rimontare dalla sesta posizione. Addirittura in gara due ha si chiuso settimo, ma questa volta è dovuto risalire dalla 26esima piazza.

Il quinto posto è dell’olandese Bas Vaessen, compagno di squadra di Seewer che è stato sicuramente avvantaggiato dal terreno sabbioso, ma con la rimonta in gara uno dal 14esimo al settimo posto ed il quarto posto nella due, ha dimostrato di avere una buona tenuta fisica.

Con una prima manche regolare ed una seconda dove recupera ben nove posizioni, Julien Lieber (LRT KTM) termina sesto davanti a Alvin Ostlund (Kemea Yamaha) e a Brian Bogers (HSF Motorsport KTM) sempre più spesso nei primi dieci.

Chiudono la top 10 Kjer Olsen (Rockstar Husqvarna) e Brent Van Doninck (Kemea Yamaha). Michele Cervellin (Honda HRC MX2) termina la gara in undicesima posizione finale. E’ stata una buona prova per il rappresentante del Gruppo Sportivo Fiamme Oro perché Michele porta ancora i segni del profondo taglio che si è procurato nella caduta nel GP di Russia. Addirittura in gara due è stato quinto per sette giri prima di avere un calo fisico che gli ha fatto perdere dieci posizioni.

Buona prova anche di Giuseppe Tropepe (8Biano Husqvarna) che si prende otto punti nella prima manche, mentre per Lorenzo Ravera (MX Maggiora), alla sua prima partecipazione nel Mondiale MX2, si è trattato solo di fare esperienza.

Due parole finali le vogliamo dedicare a Jorge Prado. Il ragazzo del Team Red Bull KTM è giovane e veloce ma, a nostro avviso, ha bisogno di migliorare sensibilmente il suo stato di forma. Prado è spesso nei primi, ma da metà gara in poi ha sovente un calo fisico. Anche qui a Ottobiano, è stato davanti a tutti nei primi due giri di gara uno prima di retrocedere fino alla 18esima piazza finale. Addirittura dopo il traguardo è stato soccorso per evidenti segni di affaticamento al punto che, dopo le cure del caso, non ha ottenuto il via libera per fare gara due.

GP DI LOMBARDIA 2017 – Classifca Finale

1° Jeremy Seewer (Suzuki World MX2) 47; 2° Pauls Jonass (Red Bull KTM) 40; 3° Thomas Covington (Rockstar Husqvarna) 38; 4° Benoit Paturel (Kemea Yamaha) 36; 5° Bas Vaessen (Suzuki World MX2) 32; 6° Julien Lieber (LRT KTM) 31; 7° Alvin Ostlund (Kemea Yamaha) 29; 8° Brian Bogers (HSF Motorsport) 28; 9° Kjer Olsen (Rockstar Husqvarna) 26; 10° Brent Van Doninck (Kemea Yamaha) 21.

CLASSIFICA CAMPIONATO MX2

1° Pauls Jonass (LAT - Red Bull KTM) 454 punti; 2° Jeremy Seewer (SVI - Suzuki World MX2) 416; 3° Kjer Olsen (DEN - Rockstar Husqvarna) 343; 4° Julien Lieber (BEL - LRT KTM) 339; 5° Benoit Paturel (FRA - Kemea Yamaha) 330; 6° Thomas Covington (USA - Rockstar Husqvarna) 263; 7° Jorge Prado (ESP – Red Bull KTM) 233; 8° Brian Bogers (NED - HSF Motorsport) 212; 9° Hunter Lawrence (AUS - Suzuki World MX2) 199; 10° Brent Van Doninck (BEL - Kemea Yamaha) 195.

 

condividi
commenti
Seconda vittoria di Thomas Covington nelle qualifiche in Lombardia
Articolo precedente

Seconda vittoria di Thomas Covington nelle qualifiche in Lombardia

Articolo successivo

Le qualifiche della MX2 sono di Covington anche in Portogallo

Le qualifiche della MX2 sono di Covington anche in Portogallo