A Takeuchi-Kageyama e Wiser-Xin gli ultimi hurrà

A Takeuchi-Kageyama e Wiser-Xin gli ultimi hurrà

Si è conclusa in Malesia fra colpi di scena, temporali tropicali e panne elettriche la serie asiatica 2014

Nonostante sia una pista abbastanza familiare ai piloti orientali, il circuito internazionale di Sepang continua a riservare grande spettacolo e sorprese. Condividendo la scena con i colleghi europei e nordamericani giunti in Malesia per la World Final del Lamborghini Blancpain Super Trofeo, i driver locali hanno affrontato due gare intense in un solo giorno, la seconda delle quali è stata preceduta da un breve temporale tropicale che ne ha ritardato l'inizio. Le condizioni della pista sono pertanto radicalmente mutate fra Gara 1 e Gara 2, mettendo ancora più pressione ai conduttori in lotta nel Super Trofeo Asia.

La prima corsa del venerdì, dominata così come la Classe PRO-AM dai polemen Hironori Takeuchi e Masami Kageyama sulla Gallardo LP570-4 numero 211, ha visto prestazioni impressionanti da parte di diversi gentlemen. Toshiyuki Ochiai, con la supercar caratterizzata dalla cifra 212, ha preso il via dalla settima posizione della griglia di partenza e ha vinto la Classe AM: il giapponese ha rimontato facendosi largo a suon di sorpassi e concludendo la competizione in seconda posizione assoluta davanti a un altro corridore “in solitario” nonché collega della categoria Amateur, Andrea Garbagnati (numero di gara 206). Una sorpresa è stata invede l'assenza dalle posizioni che contano di Massimiliano Wiser e Jiang Xin, comunque già campioni 2014, che si sono ritirati alla dodicesima tornata per una panne elettrica della consueta “Lambo” bianca e turchese che condividono da inizio anno, ora però connotata dalla cifra 209 sul cofano.

La seconda corsa della giornata, disputata più tardi nel pomeriggio, è cominciata con grande cautela, la Safety-Car in azione per i primi due giri e le bandiere gialle esposte a causa della presenza di acqua sul nastro d'asfalto, regolarmente sollevata in enormi spruzzi dai concorrenti. Al terzo giro, la vettura della Direzione Gara è rientrata ai box: Giacomo Barri, coéquipier di Johnson Yaptonaga sulla macchina numero 263, è scattato molto bene, battagliando per la prima e la seconda posizione, dopodiché ha perduto terreno attorno al 12esimo giro e non ce l'ha più fatta a recuperare. La squadra apparentemente più efficace nella seconda frazione è stato il duo giapponese Yasuyuki Uchida-Tomonobu Fujii, con la Gallardo contraddistinta dalla cifra 223, che è rimasto in prima e seconda piazza per gran parte del tempo, salvo cadere in disgrazia all'ultimo giro, superato da due compatrioti, tra cui Toshiyuki Ochiai, inteprete di un'altra splendida rimonta e vittorioso nella categoria AM. Il nipponico, approfittando anche dell'incidente in cui è rimasto coinvolto Andrea Garbagnati, si è anche aggiudicato il titolo fra gli Amateur. In ogni caso, la seconda metà di Gara 2 è stata senza dubbio dominata dai già titolati Massimiliano Wiser e Jiang Xin, coppia italo-cinese che ha decisamente preso in mano la prima posizione al 12esimo giro, pur essendo scattata dalla... pit-lane malgrado la pole position ottenuta per le congenite noie elettriche del veicolo, e l'ha conservata fino alla bandiera a scacchi, aggiudicandosi contestualmente la Classe PRO-AM.

Lamborghini Super Trofeo Asia - Sepang - Qualifiche 1

Lamborghini Super Trofeo Asia - Sepang - Griglia di partenza 1

Lamborghini Super Trofeo Asia - Sepang - Qualifiche 2

Lamborghini Super Trofeo Asia - Sepang - Griglia di partenza 2

Lamborghini Super Trofeo Asia - Sepang - Gara 1

Lamborghini Super Trofeo Asia - Sepang - Gara 1 Classi

Lamborghini Super Trofeo Asia - Sepang - Gara 2

Lamborghini Super Trofeo Asia - Sepang - Gara 2 Classi

Lamborghini Super Trofeo Asia - Classifica campionato

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Lamborghini Super Trofeo
Piloti Masami Kageyama , Hironori Takeuchi , Giacomo Barri , Massimiliano Wiser , Jiang Xin
Articolo di tipo Ultime notizie