WTCR
10 ott
Evento concluso
30 ott
Prossimo evento tra
16 Ore
:
00 Minuti
:
14 Secondi
WSBK
02 ott
Evento concluso
16 ott
Evento concluso
WRC
26 ott
Evento concluso
WEC
12 nov
Prossimo evento tra
13 giorni
W Series
G
Austin
23 ott
Canceled
G
Città del Messico
30 ott
Canceled
MotoGP
06 nov
Prove Libere 1 in
8 giorni
Moto3
23 ott
Evento concluso
G
Valencia
06 nov
Prossimo evento tra
7 giorni
Moto2
23 ott
Evento concluso
G
Valencia
06 nov
Prossimo evento tra
7 giorni
IndyCar FIA F3
11 set
Evento concluso
G
Sochi
25 set
Canceled
FIA F2
25 set
Evento concluso
27 nov
Canceled
Formula 1 ELMS
09 ott
Evento concluso
G
Portimão
30 ott
Prossimo evento tra
16 Ore
:
00 Minuti
:
14 Secondi
DTM
16 ott
Evento concluso
G
Hockenheim
06 nov
Prossimo evento tra
7 giorni
GT World Challenge Europe Sprint GT World Challenge Europe Endurance

Toyota, Porsche e Ferrari in Hyperpole alla 24h di Le Mans

condividi
commenti
Toyota, Porsche e Ferrari in Hyperpole alla 24h di Le Mans
Di:

Kobayashi batte la Rebellion #1, ma si vede annullare il possibile record della pista proprio nel finale. United Autosports regina in LMP2, Bruni svetta in LMGTE Pro precedendo la Ferrari di Calado e le Aston Martin, bravissimi Ledogar e Campbell e in Am.

Toyota, United Autosports, Porsche e Ferrari hanno conquistato la Hyperpole della 24h di Le Mans in una sessione che ha regalato emozioni fino allo scadere.

In primis bisogna parlare della gioia in salsa agrodolce per quanto riguarda la squadra giapponese, che sì, ha firmato il primato in 3'15"267 con la TS050 Hybrid di un Kamui Kobayashi irresistibile, ma vedendosi annullare l'ultimo passaggio del pilota della #7.

Dove sta la notizia? Beh, semplice. Il "Koba" era in vantaggio sul proprio crono di 0"6 dopo il settore 2 e con il miglioramento avrebbe potuto battere il tanto strombazzato record di 3'14"791 che resiste per le LMP1 dal 2017. Il giapponese è andato oltre i track limits e quando il direttore di gara, Eduardo Freitas, glielo ha comunicato via radio, è stata evidente la delusione sui volti ai box Toyota, che ormai erano certi della pole position.

Al secondo posto si è infatti piazzata la Rebellion R-13 #1 affidata per questa sessione a Gustavo Menezes, che però era già a 0"555 dalla vetta.

In seconda fila ci sono le altre due "sorelline" delle sopracitate, la Toyota #8 che Kazuki Nakajima ha qualificato ad 1"382 dal collega di marchio, e la Rebellion #13 di Louis Deletraz, fermatosi a 3"063 dal leader.

Più lenta del lotto è risultata, senza troppe sorprese, la ByKolles Enso CLM P1/01-Gibson guidata in questa occasione da Tom Dillmann, che però accusa ben 7"776 di ritardo nei confronti del poleman.

Festa in LMP2 per la United Autosports grazie all'ottimo 3'24"528 segnato da Paul Di Resta con la Oreca 07-Gibson #22, staccando per appena 3 decimi la Aurus 01 #26 che la G-Drive Racing ha affidato a Jean-Éric Vergne.

Sessione tiratissima nella seconda categoria, dove le monoposto hanno chiuso in appena 1"3, infatti il Racing Team Nederland deve accontentarsi della terza piazza con la Oreca #29 nelle mani di Nyck De Vries, seguito da Kenta Yamashita con quella #33 della High Class Racing.

Completano la graduatoria le Oreca di Alex Brundle (#32 United Autosports) e Will Stevens (#37 Jackie Chan DC Racing).

Ancor più tirata la bagarre in Classe LMGTE Pro, con Gimmi Bruni che regala il primato alla Porsche completando gli oltre 13km del Circuit de la Sarthe in 3'50"874 a bordo della sua 911 RSR-19 #91.

Alle spalle del laziale, l'ottimo James Calado piazza la Ferrari #51 della AF Corse seconda per appena 0"241, battendo le più attese Aston Martin di Marco Sørensen (#95) ed Alex Lynn (#97), rispettivamente a 3 e 4 decimi dalla vetta.

Top5 per l'altra 488 della AF Corse, la #71 di Sam Bird, delude con il sesto crono Michael Christensen al volante della Porsche #92.

Applausi veri se li merita un fantastico Côme Ledogar, che dona la Hyperpole alla Luzich Racing in Classe LMGTE Am. Il francese ha girato addirittura in 3'51"266 che non è solo il primato della categoria, ma lo mette addirittura fra le due Aston Pro con la Ferrari #61.

Grande anche Matt Campbell, a 0"056 da Ledogar con la Porsche #77 della Dempsey-Proton Racing, precedendo quella #56 del Team Project 1 di Matteo Cairoli.

Le Aston Martin di Ross Gunn (#98), Charlie Eastwood (#90 TF Sport) e la Porsche di Benjamin Barker (#86 Gulf Racing) completano la graduatoria di questa sessione.

Pos. # Piloti Auto Classe Tempo Distacco Int
1 7 GBR Mike Conway
JPN Kamui Kobayashi
ARG Jose Maria Lopez
Toyota TS050 Hybrid LMP1 3'15.267    
2 1 BRA Bruno Senna
FRA Norman Nato
USA Gustavo Menezes
Rebellion R13 LMP1 3'15.822 0.555 0.555
3 8 SUI Sebastien Buemi
JPN Kazuki Nakajima
NZL Brendon Hartley
Toyota TS050 Hybrid LMP1 3'16.649 1.382 0.827
4 3 FRA Romain Dumas
FRA Nathanael Berthon
SUI Louis Deletraz
Rebellion R13 LMP1 3'18.330 3.063 1.681
5 4 FRA Tom Dillmann
CAN Bruno Spengler
GBR Oliver Webb
ENSO CLM P1/01 LMP1 3'23.043 7.776 4.713
6 22 GBR Philip Hanson
POR Filipe Albuquerque
GBR Paul di Resta
Oreca 07 LMP2 3'24.528 9.261 1.485
7 26 RUS Roman Rusinov
FRA Jean-Eric Vergne
DEN Mikkel Jensen
Aurus 01 LMP2 3'24.860 9.593 0.332
8 29 HOL Frits van Eerd
HOL Giedo van der Garde
HOL Nyck de Vries
Oreca 07 LMP2 3'25.062 9.795 0.202
9 33 JPN Kenta Yamashita
USA Mark Patterson
DEN Anders Fjordbach
Oreca 07 LMP2 3'25.426 10.159 0.364
10 32 USA William Owen
GBR Alex Brundle
HOL Job van Uitert
Oreca 07 LMP2 3'25.671 10.404 0.245
11 37 CHN Ho-Pin Tung
FRA Gabriel Aubry
GBR Will Stevens
Oreca 07 LMP2 3'25.875 10.608 0.204
12 91 ITA Gianmaria Bruni
AUT Richard Lietz
FRA Frederic Makowiecki
Porsche 911 RSR - 19 LMGTE PRO 3'50.874 35.607 24.999
13 51 ITA Alessandro Pier Guidi
GBR James Calado
BRA Daniel Serra
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO 3'51.115 35.848 0.241
14 95 DEN Nicki Thiim
DEN Marco Sorensen
GBR Richard Westbrook
Aston Martin Vantage AMR LMGTE PRO 3'51.241 35.974 0.126
15 61 USA Francesco Piovanetti
BRA Oswaldo Negri Jr
FRA Come Ledogar
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE AM 3'51.266 35.999 0.025
16 77 GER Christian Ried
ITA Riccardo Pera
AUS Matt Campbell
Porsche 911 RSR LMGTE AM 3'51.322 36.055 0.056
17 97 BEL Maxime Martin
GBR Alex Lynn
GBR Harry Tincknell
Aston Martin Vantage AMR LMGTE PRO 3'51.324 36.057 0.002
18 71 ITA Davide Rigon
ESP Miguel Molina
GBR Sam Bird
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO 3'51.515 36.248 0.191
19 56 NOR Egidio Perfetti
HOL Larry ten Voorde
ITA Matteo Cairoli
Porsche 911 RSR LMGTE AM 3'51.647 36.380 0.132
20 92 DEN Michael Christensen
FRA Kevin Estre
BEL Laurens Vanthoor
Porsche 911 RSR - 19 LMGTE PRO 3'51.770 36.503 0.123
21 98 CAN Paul Dalla Lana
GBR Ross Gunn
BRA Augusto Farfus
Aston Martin Vantage AMR LMGTE AM 3'52.105 36.838 0.335
22 90 TUR Salih Yoluc
IRL Charlie Eastwood
GBR Jonathan Adam
Aston Martin Vantage AMR LMGTE AM 3'52.299 37.032 0.194
23 86 GBR Michael Wainwright
GBR Ben Barker
GBR Andrew Watson
Porsche 911 RSR LMGTE AM 3'52.346 37.079 0.047
24h Le Mans, Libere 4: Rebellion e Porsche suonano la sveglia

Articolo precedente

24h Le Mans, Libere 4: Rebellion e Porsche suonano la sveglia

Articolo successivo

Peugeot al lavoro sulla Hypercar da 500 kW e 4 ruote motrici

Peugeot al lavoro sulla Hypercar da 500 kW e 4 ruote motrici
Carica i commenti