Le Mans, 15° ora: Alonso e Nakajima danno spettacolo nella notte e annullano la penalizzazione

condividi
commenti
Le Mans, 15° ora: Alonso e Nakajima danno spettacolo nella notte e annullano la penalizzazione
Di: Dario Sala
17 giu 2018, 03:58

Con uno stint pazzesco Alonso e Nakajima hanno cancellato i due minuti di svantaggio dalla vettura gemella portandosi fino ad un secondo. Kobayashi ha risposto, ma ora le due Toyota sono ancora vicine e la gara è apertissima.

#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Michael Christensen, Kevin Estre, Laurens Vanthoor
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Michael Christensen, Kevin Estre, Laurens Vanthoor

La sezione di gara che ha portato alla fine della notte di Le Mans stata caratterizzata dalla grande rimonta compiuta da Fernando Alonso e Kazuki Nakajima. L’equipaggio della Toyota numero #8 ha recuperato ben due minuti a Lopez, annullando di fatto la penalità ricevuta. Alonso ha guidato in maniera impeccabile per tutto il suo stint, mostrando realmente di cosa è capace anche queste vetture. Non di meno il suo compagno di squadra che è arrivato in scia alla TS050 numero #7 prima di venire ricacciato indietro dalla reazione veemente di Kobayashi che in poche tornate ha ristabilito l’ordine riportando il suo vantaggio fra i dieci e i quindici secondi.

Alle spalle delle Toyota entrambe le Rebellion hanno vissuto momenti di tensione. In tempi differenti sono rientrate ai box per delle piccole riparazioni costate circa una decina di minuti. Le posizioni che si erano scambiate sono così tornate ad essere quelle di prima con la Vettura numero #3 davanti alla gemella numero #1. In classe LMP2 la G-Drive #26 mantiene agilmente la sua pozione di leader e precede l’accoppiata formata dalla Ligier della Panis Barthez e la Alpine A470 della Signatech. Risale la Dallara Cetilar della Villorba Corse arrivata al diciassettesimo posto. 

Continua senza apparenti difficoltà la corsa della Porsche numero #92 in testa alla classe GTE PRO. L’equipaggio della vettura rosa sta procedendo in maniera molto accorta pur mantenendo un buon ritmo globale. Questo le consente di avere un margine di sicurezza sulla vettura gemella, la #91, che ha pagato in maniera esagerata safety car e bandiere gialle. A seguire le tre Ford GT 40 con la #69 al terzo posto. Quarta piazza per la vettura numero #67 e poi la #69. Continua a non dire bene alla Ferrari. La vettura di Pippo Dirani infatti è stata penalizzata per il mancato rispetto della slow zone e così ha perso posizioni. 

La Porsche numero #77 del Dempsey-Proton ha proseguito con la leadership della classe GTE AM. A cambiare sono gli avversari alle sue spalle. Adesso ci sono tre Ferrari  con quella della Keating Motorsport che insegue più da vicino. Terzo Giancarlo Fisichella.

Articolo successivo
Le Mans, 12° ora: Buemi penalizzato di un minuto per essere transitato troppo veloce in una slow zone

Articolo precedente

Le Mans, 12° ora: Buemi penalizzato di un minuto per essere transitato troppo veloce in una slow zone

Articolo successivo

Le Mans: una toccata di Sernagiotto rallenta la Cetilar Villorba Corse

Le Mans: una toccata di Sernagiotto rallenta la Cetilar Villorba Corse
Carica i commenti