La Peugeot si aspetta una Le Mans molto combattuta

La Peugeot si aspetta una Le Mans molto combattuta

Nei test collettivi di domenica sono stati tutti molto vicini come prestazioni

Domenica 24 aprile, la nuova Peugeot 908 ha percorso per la prima volta i 13,629 chilometri del circuito di Le Mans. Il team Peugeot–Total ha completato il programma di test previsto e tutti i piloti del Leone hanno potuto svolgere i propri turni di guida. Oltre ai “veterani” Bourdais, Davidson, Gené, Lamy, Minassian, Montagny, Pagenaud, Sarrazin, Wurz, ha debuttato sul circuito della Sarthe il ventitrenne Jean-Karl Vernay, nuovo pilota di riserva di Peugeot, che ha completato i dieci giri necessari per qualificarsi alla 24 Ore. “Ho fatto undici tornate, ho guidato senza esagerare. Il circuito non è difficile da memorizzare, quella che è sorprendente è la differenza di velocità tra le vetture delle diverse categorie, mi ci dovrò abituare...quel che è sicuro è che avrei continuato a stare in pista per ore” ha commentato il giovane francese. La 908 n°7 è stata la vettura che in assoluto ha girato di più in pista, con l’obiettivo di accumulare il massimo chilometraggio possibile per metterne a prova l’affidabilità. La n°7, infatti, era già stata protagonista di un’intensa giornata di test di durata la settimana precedente a Aragon. Nicolas Minassian: “L’input che avevamo era rimanere il più possibile sul circuito. Lo abbiamo fatto e abbiamo raccolto un sacco di informazioni. Non abbiamo effettuato regolazioni particolari sulla n°7 ma le prestazioni sono state comunque confortanti”. Bruno Famin, Direttore Tecnico Peugeot Sport: “Abbiamo svolto il programma di lavoro che avevamo pianificato. La 908 n°7, sommando i 117 giri di oggi e quelli fatti nei precedenti test di Aragon, ha superato abbondantemente il chilometraggio abituale della 24 Ore di Le Mans. Sulle altre vetture ci siamo concentrati, invece, sul set-up. Nel suo insieme è stata una giornata di test molto produttiva”. Olivier Quesnel, Direttore Peugeot Sport: “Siamo riusciti a coniugare sia durata/affidabilità sia a ottenere delle buone prestazioni. Abbiamo ottenuto una serie di informazioni che ci permetteranno di arrivare alla 24 Ore di Le Mans con le vetture al top...i risultati ottenuti da noi e dai nostri avversari in questa sessione di test ci hanno dimostrato, ancora una volta, che quest’anno la gara sarà molto combattuta”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto giapponesi