Fernando Alonso torna a Le Mans con Alpine?

Fernando Alonso è tra i candidati ideali per un sedile Alpine qualora il marchio del gruppo Renault dovesse proseguire la propria avventura in top class – LMH o LMDh – nel futuro impegno tra WEC ed IMSA.

Fernando Alonso torna a Le Mans con Alpine?

Le nuove categorie di riferimento del WEC e dell’IMSA, LMH e LMDh, stanno attraendo sempre più interesse da parte di appassionati e costruttori. All’alba di quella che sarà la prima apparizione in gara per le Hypercar in occasione dell’ottantanovesima edizione della 24 Ore di Le Mans, ovviamente rumors, indiscrezioni, notizie e curiosità non fanno altro che aumentare la propria velocità e la propria diffusione. 

Leggi anche:

L’ultima, in ordine di tempo, lega il nome di Fernando Alonso a quello di Alpine nella categoria regina delle care di endurance. Il costruttore francese del gruppo Renault ha dichiarato di avere in cantiere uno studio serio per la partecipazione alla 24 Ore di Le Mans nel 2023 o nel 2024, senza aver ancora indicato in quale categoria voglia impegnarsi. 

Con ogni probabilità, il nome di Fernando Alonso dovrebbe essere tra coloro destinati a stringere tra le mani un volante di un’Alpine LMH o LMDh in quell’occasione. Lo spagnolo, tornato in Formula 1 nel 2021 proprio con Alpine – in un’operazione di rebranding della scuderia di Enstone con cui aveva già vinto due titoli mondiali, nel 2005 e nel 2006 – ha a curriculum due trionfi sul Circuit de la Sarthe, entrambi con Toyota, nel 2018 e nel 2019. 

A fare il nome di Alonso è una delle persone più titolate a farlo: si tratta di Laurent Rossi, Managing Director di Alpine. “Fernando è uno dei più grandi ambassador di Alpine e di Renault nel motorsport, per noi sarebbe naturale spingersi oltre la F1, anche se solo Dio sa quanto la Formula 1 significhi per lui. Devo dirlo, però, non penso che possa sovrapporre la F1 agli impegni nelle vetture a ruote coperte”, rivela Rossi a Motorsport.com. 

#36 Alpine Elf Matmut Alpine A480 - Gibson Hypercar, André Negrão, Nicolas Lapierre, Matthieu Vaxiviere

#36 Alpine Elf Matmut Alpine A480 - Gibson Hypercar, André Negrão, Nicolas Lapierre, Matthieu Vaxiviere

Photo by: Marc Fleury

“Se dovessimo impegnarci in futuro nelle gare di endurance, averlo in squadra con noi sarebbe la soluzione ideale”, continua Rossi. 

Alpine al momento è alla ricerca di possibili porte aperte per continuare ad avere un futuro nella categoria top class legata all’endurance, dal momento che il progetto A480 LMP1 con ogni probabilità non sarà destinato ad un rinnovo per il 2022. 

“Potrebbe essere sia LMH che LMDh: stiamo pensando seriamente di realizzare un prototipo”, ci rivela Rossi. “Non posso addentrarmi troppo nei dettagli perché ci sono elementi da decidere e non voglio svelare troppo”. 

“Tra ora e la fine dell’anno, ci faremo un’idea precisa della situazione in cui lavoreremo: in quale categoria concentrarci e con quale tempistica prima di tutto. Ovviamente va tenuto conto della situazione economica e capire cosa ci occorra per impegnarci ai massimi livelli delle gare endurance in funzione delle possibilità di vittoria”, conclude Rossi. 

condividi
commenti
Dal 2025 le auto a idrogeno potranno lottare per vincere a Le Mans
Articolo precedente

Dal 2025 le auto a idrogeno potranno lottare per vincere a Le Mans

Articolo successivo

Ghini: "Perché Le Mans è un mito inossidabile"

Ghini: "Perché Le Mans è un mito inossidabile"
Carica i commenti