Cadillac punta tornare a Le Mans con una LMDh

La General Motors sta pensando al ritorno in azione con il marchio Cadillac alla 24 Ore di Le Mans, se partirà con il progetto LMDh.

Cadillac punta tornare a Le Mans con una LMDh

Laura Klauser, manager dei programmi sportscar di GM, ha rivelato che questo scenario è possibile.

"Dipenderà se la Cadillac vorrà portare avanti il discorso e con quali obiettivi, ma se ne parlerà - ha detto la manager presente a Le Mans - Se tutto ciò verrà preso in considerazione, arriverà anche la decisione, che storicamente sarebbe piuttosto importante".

La Klauser ha aggiunto che Cadillac sta lentamente crescendo come presenza nel mercato europeo delle auto stradali, anche se una intera stagione nel FIA WEC non sarebbe nell'interesse.

"Avere l'opportunità di completarlo con un programma di corse è sempre eccitante, ma questa decisione non è ancora stata presa".

"C'è sempre una discussione molto stretta tra noi e l'Automobile Club de l'Ouest; se si guarda a come la griglia si sta delineando, credo sia tutto magnifico".

Il presidente dell'ACO, Pierre Fillon, ha lasciato intendere che c'è grande aspettativa verso le Case che potranno schierare le loro LMDh a Le Mans e nel WEC.

L'annuncio sulla continuazione del programma prototipi di Cadillac - che ha iniziato nella classe internazionale Daytona Prototype dell'IMSA nel 2017 - con la LMDh a partire dal 2023 è stato già rimandato due volte.

I ritardi sono arrivati in un momento in cui GM sta ancora formulando i suoi piani per le Chevrolet Corvette dopo l'annuncio dell'IMSA SportsCar Championship di abbandonare i regolamenti GTE in base alle quali l'ultima C8.R a motore centrale è stata costruita.

La Klauser ha ammesso che non ci sarà alcun annuncio sui piani di gara di GM per Cadillac o Chevrolet fino a quando non avrà consolidato la direzione per entrambi i marchi.

"Non appena saremo pronti a partire, gli annunci arriveranno. Per ora siamo tornati con Chevrolet a Le Mans e lo vogliamo fare anche nel 2022 con la C8.R, ma il futuro del programma Corvette Racing oltre il prossimo anno rimane ancora da capire".

IMSA ha dichiarato che Chevrolet potrà continuare a correre con la C8.R se verrà modificata come GT3, anche se tutto dipende dalla voglia di Chevrolet a farlo. E ACO potrebbe ridurre la categoria GT ad una sola e per gli AM.

"Stiamo ancora cercando di fare chiarezza sul futuro delle corse GT a Le Mans oltre l'attuale impegno dell'ACO per le classi GTE Pro e Am fino alla fine del 2022".

"E' importante che Chevrolet sia presente in una Classe PRO. Fa parte di come rappresentiamo il marchio, e del modo in cui siamo in grado di schierare il nostro team. Ma al momento non possiamo dire cosa faremo".

"Siamo favorevoli alla distinzione delle prestazioni tra le classi PRO e AM".

condividi
commenti
Toyota GT-One e l'esordio a Le Mans 1998

Articolo precedente

Toyota GT-One e l'esordio a Le Mans 1998

Articolo successivo

24h Le Mans, Libere 3: squillo Alpine, volano le Porsche

24h Le Mans, Libere 3: squillo Alpine, volano le Porsche
Carica i commenti