Le Mans, 14° Ora: la Toyota va ko, Audi nuova leader!

Le Mans, 14° Ora: la Toyota va ko, Audi nuova leader!

Nakajima è rimasto fermo ad Arnage ed ora la R18 numero 2 ha oltre due giri sulla Porsche numero 20

Dopo ore ed ore di calma piatta, alle cinque della mattina ecco che è arrivato il colpo di scena che può cambiare volto alla 24 Ore di Le Mans di quest'anno. Quando mancavano poco meno di dieci ore al termine, infatti, la Toyota TS040 numero 7, quella che comandava la corsa ormai da diverse ore con l'equipaggio Wurz/Sarrazin/Nakajima è rimasta ferma lungo il tracciato. La vettura non è mai stata inquadrata dalle telecamere e l'unica indicazione arrivata dalla direzione gara è che Kazuki Nakajima è rimasto fermo nei pressi di Arnage, ma per ora non si sa il motivo di questo stop. La certezza però è che si tratta di una vera disfatta per la Casa giapponese, che era la grande favorita della vigilia. Dopo una gara ad inseguire, dunque, l'Audi si è portata per la prima volta al comando delle operazioni con la R18 e-tron quattro numero 2 di Fassler/Lotterer/Treluyer. Anzi, ora l'equipaggio della Casa di Ingolstadt si trova in un'ottima posizione, perché ha un margine di poco meno di tre giri nei confronti della Porsche 919 Hybrid numero 20, ovvero quella di Bernhard/Hartley/Webber. E' vero che la gara è ancora lunghissima, ma ora sembra davvero avere tutte le carte in regola per amministrare. Sul terzo gradino del podio virtuale troviamo poi l'altra Audi rimasta in gara, quella di Kristensen/di Grassi/Gené, che è ancora nello stesso giro della vettura che la precede, quindi potrebbe anche tentare un attacco nonostante tutte le disavventure capitategli nella 13esima ora. Tutto invariato poi in classe LMP2, nella quale Jann Mardenborough continua a dettare legge a suon di giri veloci con la Ligier-Nissan della OAK Racing, ma anche nella GTE-Am, nella quale la Aston Martin di Thiim/Heinemeier-Hansson/Poulsen ha un due giri di vantaggio sulla Ferrari di Perez-Companc/Cioci/Venturi, risalita anche grazie ai pesanti problemi tecnici dell'altra 458 della SMP. Nella GTE-Pro invece resta apertissima la lotta al vertice tra la Aston Martin e la Ferrari: per ora ad avere la meglio è la vettura britannica di circa 30", ma anche perchè nell'ultima sosta Gimmi Bruni ha montato delle gomme nuove sulla sua 458 a differenza del leader Darren Turner. Ha perso colpi poi la Corvette di Gavin/Westbrook/Milner, che ha avuto la necessità di un intervento sui freni ed è scivolata al quarto posto, dietro alla Porsche di Lietz/Holzer/Makowiecki.

FIA WEC - 24 Ore di Le Mans - Classifica dopo 14 ore

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans
Piloti Benoit Tréluyer , Kazuki Nakajima
Articolo di tipo Ultime notizie