Concluso il primo test in pista della GreenGT H2

Concluso il primo test in pista della GreenGT H2

La vettura ibrida idrogeno/elettrica che correrà a Le Mans come Garage 56 ha girato a Magny-Cours

Concluso positivamente il primo test in pista della GreenGT H2, vettura che correrà alla 24 Ore di Le Mans occupando il famoso Garage 56 dedicato alle nuove tecnologie, che la scorsa stagione era occupato dalla caratteristica Nissan DeltaWing. Anche questa vettura elvetico-francese (le sedi della GreenGT sono in Svizzera nel Distretto di Losanna e in Francia all'interno del circuito del Paul Ricard) ha una linea molto "caratteristica", ed è spinta da un sistema ad idrogeno capace di alimentare due motori elettrici che sono in grado di sprigionare una potenza di circa 540 cavalli. La vettura ha mosso i propri primi passi in un kartodromo in Svizzera nel weekend, per poi spostarsi a Magny-Cours, dove ha girato martedì senza problemi di sorta. Sul test ha parlato Jean-François Weber, Managing Director e Responsabile Ricerca e Sviluppo: "Abbiamo appreso un sacco di informazioni durante queste tre sessioni di guida, soprattutto sulla stabilità delle fuel cell e bialnciamento aerodinamico. Ora possiamo tornare in officina per aggiornare la vettura laboratorio della GreenGT H2 in versione da gara e continuare così il nostro programma di sviluppo".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans
Articolo di tipo Ultime notizie