Le Mans, 16° Ora: doppietta Audi alle luci dell'alba

condividi
commenti
Le Mans, 16° Ora: doppietta Audi alle luci dell'alba
Di: Matteo Nugnes
15 giu 2014, 07:01

Anche la numero 1 è saltata davanti alla Porsche, mentre in GTE-Pro la Ferrari prova a prendere il largo

E' incredibile come nell'arco di un paio d'ore la 24 Ore di Le Mans 2014 abbia completamente cambiato volto per l'Audi: dopo aver inseguito la Toyota TS040 Hybrid numero 7 praticamente per tutta la notte, le due R18 e-tron quattro rimaste in gara hanno accolto le prime luci dell'alba in prima e seconda posizione. La numero 2 di Fassler/Lotterer/Treluyer si è ritrovata catapultata al comando al termine della 14esima ora, quando Kazuki Nakajima è stato costretto a parcheggiare la sua Toyota nei pressi di Arnage a causa di un problema elettrico, ed ora, nonostante una 20esima sosta piuttosto lunga, mantiene la prima posizione davanti alla vettura gemella di Kristensen/di Grassi/Gené, che invece è andata a prendersi la seconda poisizione con la strategia nel corso della 16esima ora. Gli uomini di Ingolstadt hanno infatti deciso di lasciare nell'abitacolo di Grassi senza cambiargli neppure le gomme, forti anche dell'ottimo passo che stava tenendo il brasiliano. Approfittando del fatto che in casa Porsche invece hanno provveduto al cambio tra Brandon Hartley e Mark Webber oltre alla sostituzione delle gomme, hanno soffiato la posizione alla 919 Hybrid numero 20. Poi lo scambio è rimasto tale anche nel pit stop successivo, quando è stata l'Audi a cambiare, mandando in pista Marc Gené. Da segnalare poi che c'è stata anche qualche difficoltà per l'altra Porsche, quella di Dumas/Jani/Lieb, con quest'ultimo che è finito fuori pista ad Indianapolis. Pur riuscendo a riportare la vettura in pista senza particolari problemi, questo errore gli è costato la quarta posizione a favore dell'unica Toyota superstite, cioè quella di Buemi/Davidson/Lapierre. In LMP2 invece continua ad essere consistente il vantaggio della Ligier-Nissan della OAK Racing (Brundle/Mardenborough/Shulzhitskiy), anche se alle sue spalle ha iniziato a farsi davvero veloce la Alpine, con Nelson Panciatici che ha iniziato a girare con un ritmo davvero interessante, pur rimanendo piuttosto distante. Prosegue il duello tra Ferrari ed Aston Martin in classe GTE-Pro, anche se ora la 458 della AF Corse affidata al trio Bruni/Fisichella/Vilander è riuscita a prendere un margine più importante: la V8 Vantage di Turner/Mucke/Senna è stata infatti tirata dentro al box per una breve riparazione, provando ad approfittare di un periodo di bandiera gialla provocato da una toccata della Ferrari numero 52 (Perez-Companc/Cioci/Venturi), che in questo modo ha perso il suo secondo posto in GTE-Am a favore della Porsche di Reid/Bachler/Al Qubaisi. In vetta in questo raggruppamento c'è sempre solitaria l'Aston Martin di Poulsen/Heinemeier-Hansson/Thiim.
Prossimo articolo Le Mans
Problemi per l'Audi numero 2, passa in testa la 1!

Previous article

Problemi per l'Audi numero 2, passa in testa la 1!

Next article

Un problema elettrico ha causato il ritiro della Toyota

Un problema elettrico ha causato il ritiro della Toyota

Su questo articolo

Serie Le Mans
Piloti Mark Webber , Marc Gene , Marcel Fässler
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie