Si riparte: Nakajima "parcheggia" la DeltaWing

Il giapponese ha anche danneggiato la sua Toyota, finendo a oltre 3' dall'Audi di testa

Dopo una lunga pausa dietro alla safety car, necessaria per ripristinare le barriere dell'area di Mulsanne in seguito al brutto incidente di Anthony Davidson e Perazzini, alle 21:15 circa è sventolata la bandiera verde sul traguardo della 24 Ore di Le Mans, dando nuovamente il via alle ostilità. E l'inizio è stato decisamente poco esaltante per la Toyota, che ha perso parecchio terreno anche con la TS030 Hybrid superstite, che nel frattempo è passata nelle mani di Kazuki Nakajima. La Casa giapponese ha infatti approfittato della safety car per effettuare il cambio pilota, dopo che Nicolas Lapierre era addirittura riuscito a conquistare la vetta della classifica. Al restart, dunque, Nakajima si è ritrovato molto vicino alla R18 e-tron quattro di Marcel Fassler, ma tra lui e il tedesco si era inserita la doppiata R18 Ultra numero 3. Nel tentativo di non perdere troppo terreno, il giapponese ha tentato una manovra piuttosto azzardata nella parte conclusiva del tracciato, finendo per "parcheggiare" contro al muro la Nissan DeltaWing e per danneggiare la sua monoposto. Il giapponese è quindi rientrato ai box con la gomma posteriore destra forata e con parte della carrozzeria da riparare: un duro colpo per le sue ambizioni di vittoria, visto che ora si ritrova ad oltre 3' dall'Audi di testa e alle spalle anche dell'altra e-tron quattro che in questo momento è in pista con Dindo Capello.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans
Piloti Kazuki Nakajima
Articolo di tipo Ultime notizie