La Alpine perde detriti e torna la safety car

La Alpine perde detriti e torna la safety car

Gommendy ha forato, ma è comunque riuscito a raggiungere i box

Si era da poco conclusa la quinta ora quando la safety car è entrata a neutralizzare per la seconda volta la 24 Ore di Le Mans 2013. Fortunatamente questo volta però non è stato un incidente cruento come quello che è costato la vita ad Allan Simonsen a fermare le ostilità, quanto la necessità di ripulire la pista dalla presenza di detriti. La Alpine-Nissan LMP2 di Tristan Gommendy ha infatti patito una foratura in uscita da Tertre Rouge e questa ha danneggiato anche la parte posteriore della carrozzeria della vettura, che ha perso diverse parti in carbonio nella prima parte del Mulsanne Straight. Per permettere ai commissari di recuperarli senza correre troppi rischi, la direzione gara ha quindi mandato in pista la safety car, mentre Gommendy procedeva piuttosto lentamente nell'intento di rientrare ai box. Nel frattempo diverse vetture ne hanno approfittato anche per effettuare un pit stop senza perdere troppo tempo, ma non ci sono stati particolari scossoni alla classifica, con le Audi ancora a fare da padrone.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans
Piloti Tristan Gommendy
Articolo di tipo Ultime notizie