Toyota vuole una revisione del Balance of Performance

Toyota vuole una revisione del Balance of Performance

Secondo il costruttore giapponese è al momento troppo a favore Audi

La debacle di Spa ha demoralizzato gli animi nella squadra corse Toyota, che ora guarda con timore verso la 24 Ore di Le Mans, fiore all'occhiello del Mondiale Endurance e gara che da sola vale una stagione. Forte arriva il grido di Pascal Vasselon, Direttore Tecnico dell'equipe, che chiede urgentemente una revisione del Balance of Performance in tempo per la maratona della Sarthe, altrimenti per le TS030 Hybrid non ci sarà scampo. "Non siamo contenti della situazione e con non lo siamo perché non possiamo lottare. Per come stanno le cose al momento, le nostre speranze per Le Mans sono molto, molto ridotte." ha detto l'esperto tecnico francese. "Riteniamo sia necessaria una evoluzione del BoP. Il sistema per cambiarlo esiste, è in sviluppo e vedremo che cosa porterà. Non sottostimiamo le difficoltà per FIA ed ACO per farlo, ma crediamo che vogliano farlo bene." Secondo Vasselon al momento i motori turbodiesel delle Audi R18 e-tron quattro hanno circa 70/80 cavalli in più dei benzina aspirati Toyota. Lo sports manager di ACO Vincent Beaumesnil ha confermato che al momento il BoP sta venendo valutato: "Il processo è in corso; noi studiamo costantemente tutti i dati. Non posso dire di più, se non che la stessa cosa sta avvenendo per tutte le classi." Ovviamente l'opinione è diametralmente opposta a Ingolstadt, come ha dichiarato il boss di Audi Sport Wolfgang Ullrich, secondo cui ci sono troppi pochi dati per poter mettere mano al regolamento: "Come può qualcuno presentarsi alla prima gara senza la macchina nuova, poi schierarla alla seconda e fare solo metà gara e già chiedere una modifica del BoP? La nuova Toyota, che era alla sua prima corsa, era almeno allo stesso piano della nostra vettura per Le Mans." Secondo Vasselon l'errore è stato ridurre del 3% la dimensione dell'air restrictor, lasciando però inalterata la dimensione del serbatoio: "Quello che è stato sbagliato lo scorso anno è stato concentrarsi solo sulla potenza e non sul carburante. Se lasciamo libero uno dei due aspetti, il diesel può sopperire. Lo scorso anno erano in grado di fare tre giri in più di noi, quest'anno fanno due giri in meno: parliamo di un incremento del consumo del 20%!" Infine Vasselon ci tiene a sottolineare che se la Toyota è parsa più competitiva il giorno della gara, rispetto alle prove, è stato non per un suo effettivo miglioramento delle prestazioni, quanto di un auto-limitarsi della casa degli anelli: "Se siamo apparsi meglio in gara dipende tutto dai loro settaggi del motore" Alla domanda se ritenesse che quindi Audi stesse correndo con meno potenza, non ha avuto dubbi: "Si, esatto, è la conclusione più ovvia."

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans
Articolo di tipo Ultime notizie