Franco Nugnes
Autore

Franco Nugnes

Franco Nugnes è il direttore di Motorsport.com Italy. Ha iniziato a collaborare con il quotidiano il Secolo XIX nel 1979 prima di entrare nella redazione di Autosprint nel 1985 dove è rimasto 20 anni fino ad arrivare al ruolo di vice-direttore. Dal 2001 è passato a SportAutoMoto, settimanale di auto e moto da corsa e nel 2009 ha partecipato alla nascita di Omnicorse.it, prima che il sito entrasse nel network di Motorsport.com. Sposato con Laura, ha due figli, Matteo e Giorgia. Ha corso in turismo e GT conseguendo diverse vittorie.

Latest articles by Franco Nugnes

Griglia
Lista

F1 | Ferrari: test Pirelli con le gomme 2023 al Mugello

Charles Leclerc e Carlos Sainz ieri si sono alternati al volante della F1-75 che ha fatto il suo debutto al Mugello per una giornata di test Pirelli. La Casa milanese ha portato pneumatici prototipo che preparano le coperture per la stagione 2023. La Scuderia, avendo già dedicato la seconda giornata in calendario, ha completato il suo programma.

Video F1 | Ghini: "Ci sono quattro GP per la riscossa Ferrari"
Video all'interno

Video F1 | Ghini: "Ci sono quattro GP per la riscossa Ferrari"

In questa nuova puntata del Candido firmata Motorsport.com, Franco Nugnes e Antonio Ghini analizzano l'attuale situazione in casa Ferrari in vista della tappa della Formula 1 in Gran Bretagna. Verstappen, più che nel 2021, si sta dimostrando il vero re dell'Olimpo, lo Zeus che ha scacciato via i titani Mercedes e che sembra continuare indisturbato il suo dominio. La speranza dei tifosi della rossa risiede nel Prometeo Leclerc: riuscirà il monegasco a riscattarsi ?

F1 | Alfa Romeo sveglia Milano girando con Bottas

La Casa del Biscione ha celebrato i 112 anni della sua fondazione con un evento esclusivo: il pilota finlandese partendo da Piazza Duomo è arrivato fino al Portello dove l’Anonima Lombarda Fabbrica Automobili era nata, svegliando la città meneghina con un'esibizione molto spettacolare.

F1 | Red Bull: risolto il mistero della vaschetta nella pancia

La frenata è un aspetto che la squadra di Milton Keynes sta tenendo con grande attenzione: sulla RB18 c'è una particolare attenzione per tenere sotto controllo le temperature nei corner, evitando i nocivi surriscaldamenti, ma c'è anche un tentativo di riproporre dei flussi aerodinamici all'interno dei cestelli. Chiarito il dubbio sulla funzione della vaschetta montata nella pancia destra: serve al brake by wire, mentre quelle dei due impianti separati dei freni sono in un unico contenitore nell'anteriore.

Video MotoGP | Nadia Gresini: "La sfida di una donna a capo di un team"
Video all'interno

Video MotoGP | Nadia Gresini: "La sfida di una donna a capo di un team"

In questo nuovo video di Motorsport.com, vi proponiamo la seconda parte dell'intervista a Nadia Gresini, attuale team principal e team owner del team Gresini Racing di MotoGP. La rabbia per la scomparsa del marito, unita alla voglia di esaudire le sue volontà, hanno fatto sì che prendesse il comando dell'eredità a motori di Fausto: in che modo una donna riesce ad affrontare una sfida simile? Nadia ce lo racconta così... a cuore aperto.

F1 | Haas: lo sfogo per raffreddare il radiatore centrale

La VF-22 disegnata da Simone Resta è una macchina interessante che raccoglie meno di quello che meriterebbe per i frequenti errori dei piloti e i problemi di affidabilità derivati in particolare dalla power unit 066/7. La monoposto americana realizzata nella factory di Maranello ha un impianto di raffreddamento diverso da quello della rossa e dispone di uno sfogo d'aria calda sotto alla pinna del cofano motore.

F1 | Ferrari: poca trazione non per l'ala scarica ma per l'ERS

Consapevoli che Leclerc avrebbe dovuto fare una gara di rimonta, in Canada gli elettronici del Cavallino hanno studiato una diversa parcellizzazione dell'energia elettrica nell'arco del giro rispetto al solito, privilegiando la seconda parte del rettilineo per evitare il clipping. Una scelta che, probabilmente, non ha dato il risultato migliore, visto che la F1-75 ha pagato in trazione all'uscita dalle curve. A Silverstone vedremo la rossa tornare a sfruttare le doti migliori.

Video F1 | Ceccarelli: "Porpoising, tema spinoso per la FIA" GP del Canada
Video all'interno

Video F1 | Ceccarelli: "Porpoising, tema spinoso per la FIA"

In questa nuova puntata di Doctor F1 firmata Motorsport.com, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine, analizzano i temi offerti dal Gran Premio del Canada. Dalla freddezza di Verstappen, alla gara conservativa di Sainz, per "saltellare" al problema del porpoising: quanto, questo tema, sarà la spina nel fianco della FIA?

F1 | Retroscena Ferrari: l'ala di Leclerc era per Silverstone

Mattia Binotto ha spiegato che l'ala posteriore montata a Leclerc in Canada era un esemplare unico, senza parti di ricambio perché la modifica doveva far parte delle novità di Silverstone. Il primo elemento finito è stato spedito a Montreal all'ultimo ed è stato messo a disposizione del monegasco. Ecco perché era troppo rischioso montarlo a Sainz, per cui ha fatto il suo debutto sulla F1-75 di Charles. In Gran Bretagna l'ala più scarica l'avranno entrambi i piloti.

F1 | Red Bull: Perez con le nuove pinze per la rimonta

La squadra di Milton Keynes ha potuto lavorare sulla RB18 del pilota messicano dopo il crash di ieri in qualifica: siccome Checo sarà impegnato in un tentativo di rimonta dal 13esimo posto, gli sono state montate le pinze dei freni anteriori con il trattamento termico utile a evitare i surriscaldamenti dell'impianto, visto che la gara si disputerà con la pista asciutta e le staccate torneranno a essere un aspetto molto selettivo nella prestazione canadese. Ma non dovrebbero essere uguali a quelle usate ieri?

F1 | GP Canada: Verstappen batte Sainz, Leclerc è quinto

Dopo la safety car causata da Tsunoda, il GP del Canada ha offerto un finale di gara condotto al passo da qualifica: Verstappen con la Red Bull ha vinto a Montreal il sesto appuntamento stagionale, tenendo a bada Sainz staccato di meno di un secondo. La Ferrari dello spagnolo con il DRS non è mai risucito a portare un attacco alla RB18 e Carlos ha fatto il suo massimo, mentre Leclerc è risalito fino al quinto posto. Risorge la Mercedes con Hamilton sul podio davanti a Russell.

F1 tecnica | Ferrari: ecco l'arma di Leclerc per i sorpassi

La Scuderia ho portato in Canada una nuova ala posteriore che è stata montata sulla F1-75 di Leclerc con l'obiettivo di rendere la rossa più veloce con l'ala mobile aperta e per facilitare la rimonta del monegasco dalle retrovie nella gara che si disputerà con la pista asciutta. Sainz, invece, dispone di un'ala più carica che doveva servire a centrare la pole position nelle qualifiche bagnate: lo spagnolo sarà leggermente penalizzato sui rettilinei durante la corsa.

F1 | GP Canada: Verstappen in pole, Alonso in prima fila, Sainz solo terzo

L'olandese firma la 15esima partenza al palo della carriera con la Red Bull alla conclusione di qualifiche bagnate nel GP del Canada. Max ha staccato di sei decimi uno strepitoso Fernando che torna in prima fila dopo dieci anni. Delude Sainz solo terzo con la Ferrari, mentre Leclerc scatterà penultimo dopo aver sostituito due motori. In seconda fila si rivede Hamilton, mentre Russell ha pagato con un testacoda la scelta delle slick. Benissimo Magnussen e Schumacher con le Haas con Zhou in top 10.

F1 | Montreal, Libere 3: Alonso dà lezioni sul bagnato

Sulla pista dedicata a Villeneuve sono emersi i maestri del bagnato che si sono esaltati nella terza sessione di prove libere del GP del Canada che si sono svolte sull'asfalto fradicio. Il più veloce è stato Alonso, il primo pilota ad aver avuto il coraggio di montare le gomme intermedie. Lo spagnolo ha precedeuto di 53 millesimi Gasly con l'AlphaTauri e Vettel con l'Aston Martin. Leclerc, che ha smarcato un altro motore e un turbo, non ha tempi, mentre le Red Bull sono parse poco a loro agio con ali troppo scariche.

F1 | Red Bull: nuove pinze dei freni anti surriscaldamento

La squadra di Milton Keynes sta lavorando duramente per garantirsi l'affidabilità nel corner ruota dove ha registrato dei surriscaldamenti. Dopo essere passati a copri cerchi in materiali compositi (più leggeri di quelli in metallo) gli ingegneri di Newey hanno sviluppato con Brembo delle nuove pinze che hanno subito un trattamento anti calore. Il team campione del mondo prosegue in modo incessante lo sviluppo della RB18, investendo sui freni per una pista impegnativa come Montreal.

Video F1 | Ghini: "Sainz? Deve dare prova delle sue qualità" GP del Canada
Video all'interno

Video F1 | Ghini: "Sainz? Deve dare prova delle sue qualità"

In questa nuova puntata del Candido firmata Motorsport.com, Franco Nugnes e Antonio Ghini commentano e analizzano i diversi scenari per il GP del Canada, alla luce degli ultimi avvenimenti che hanno visto la Ferrari costretta a sostituire la terza centralina sulla monoposto di Leclerc. Il pilota monegasco verrà retrocesso di 10 posizioni in griglia, pertanto spetterà al compagno di squadra Sainz arginare l’avanzata delle due Red Bull. Riuscirà la rossa di Maranello a rilanciarsi nella lotta per il titolo?

MotoGP | Il cerchio bianco cambia colore con le nanotecnologie!

La Marchesini, azienda del gruppo Brembo che realizza ruote per la MotoGP, ha fornito a Ducati, Aprilia e Suzuki cerchi con una speciale vernice che diventa violacea in pista. Grazie a un trattamento con nanotecnologie si ottengono due risultati: si risparmia peso e, soprattutto, si neutralizzano i raggi infrarossi all'80 per cento. Grazie alla rifrazione, infatti, si controlla meglio anche la temperatura della gomma anteriore, preservandola dall'usura e dal degrado nei run di gara.

F1 | Montreal, Libere 2: le due Ferrari insidiano Verstappen

La Red Bull continua a dettare il passo con il campione del mondo anche nella seconda sessione di prove libere del GP del Canada, ma la Ferrari è arrivata a soli 81 millesimi con Leclerc nella simulazione da qualifica. Il monegasco è seguito a due decimi da Carlos Sainz che dovrà sfidare le RB18 se Charles deciderà di sostituire il turbo, andando in penalità. Eccellente la quarta piazza di Vettel con l'Aston Martin davanti ad Alonso con l'Alpine. Continuano a deludere le Mercedes.

F1 | Montreal, Libere 1: Verstappen davanti, Sainz è vicino

La Red Bull porta il campione del mondo in carica in testa alla prima sessione di prove libere del GP del Canada, ma Carlos Sainz con la Ferrari non è lontano con un distacco di un paio di decimi, mentre Charles Leclerc è solo quinto: il monegasco ha fatto il tempo con gomme usate e poi si è dedicato a un long run. Fra le due rosse si sono inseriti Alonso con l'Alpine e Perez con la seconda RB18. Russell con la Mercedes è vicino alla F1-75 del monegasco, con un porpoising meno ossessivo del solito.

F1 | Ferrari: il motore di Baku ko per le conseguenze della Spagna!

La Scuderia ha ufficializzato che il 6 cilindri numero 2 di Charles Leclerc probabilmente si è rotto per un effetto dovuto al cedimento del turbo nel GP di Spagna. I due ritiri, quindi, potrebbero avere un collegamento. Il pilota monegasco in Canada disporrà di uno 066/7 nuovo per cui non dovrebbe temere alcun problema di affidabilità. Resta da vedere se dovrà sostituire anche il turbo e andare in penalità, oppure se il sistema di sovralimentazione si è salvato...

F1 | Alpine: confermata la seconda beam wing piatta

La squadra di Enstone insiste nello sviluppare la A522 alla ricerca dell'efficienza aerodinamica: anche in Canada viene proposta la soluzione che era stata provata a Baku con il secondo flap dell'ala posteriore inferiore a incidenza quasi zero. Promosse le nuove bocche dei radiatori di nuovo disegno che permettono di limitare la resistenza all'avanzamento.

F1 | Ferrari: stesso fondo ma con direzione delle fibre diversa

La rossa che è arrivata in Canada sostanzialmente è uguale a quella che ha corso a Baku. Ma all'occhio attento del nostro espert Giorgio Piola non è sfuggito che il fondo, pur essendo di identico disegno a quello che aveva debuttato a Barcellona. mostra un orientamento delle fibre che è diverso, ruotato di novanta gradi. Così si cambiano le rigidezze per mantenendo un identico lay out.

F1 | Pastiglia Brembo: più raffreddamento e meno peso

La multinazionale bergamasca sta andando incontro alle esigenze dei team con pastiglie evolute che assicurano un migliore raffreddamento abbinato a una riduzione del peso. Si tratta di due elementi importanti che permettono di migliorare le prestazioni pur mantenendo i valori di affidabilità raggiunti. Scopriamo come...

Video | Nadia Gresini: "In MotoGP per scaricare la rabbia"
Video all'interno

Video | Nadia Gresini: "In MotoGP per scaricare la rabbia"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes intervista Nadia Padovani, moglie di Fausto Gresini e attuale team principal e team owner del team Gresini Racing di MotoGP. La prima delle due parti di un racconto emozionante: un viaggio che ci conduce alla scoperta della vita, delle gioie, dei dolori e delle sfide di una donna che, con tutte le sue forze, rende viva la più grande passione di Fausto...

F1 | Mercedes W13: si cambierà mezza macchina?

La squadra di Brackley non combatte solo con il porpoising, che è il più penalizzante della griglia, ma anche con scelte di progetto che, evidentemente, erano sbagliate e che non sarà facile correggere nella stagione in corso. La monoposto del prossimo anno sarà diversa e nascerà sulla base di alcune modifiche che sono già state pensate per la deludente W13.

Video F1 | Ceccarelli: "Porpoising, problema o marketing tecnico?" GP dell'Azerbaijan
Video all'interno

Video F1 | Ceccarelli: "Porpoising, problema o marketing tecnico?"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano le difficoltà fisiche a cui sono sottoposti i piloti a causa del porpoising, ancor più evidente sul circuito di Baku. Alcuni tollerano la situazione, mentre altri mettono in discussione l'aspetto della sicurezza e della salute. Problema o marketing tecnico: quale delle due definizioni è corretta?

F1 | Ferrari: motore endotermico e turbo entrambi ko

Questa mattina è iniziato a Maranello lo smontaggio della power unit di Leclerc che è andata in fumo al giro 20 del GP dell'Azerbaijan, mentre Charles era in testa alla corsa. Ha ceduto un particolare nella testata che non ha mai accusato guai nello sviluppo del Superfast. In Canada il monegasco avrà un propulsore nuovo a zero chilometri, ma potrebbe usare il turbo dell'unità 1 senza andare in penalità. Sainz è stato fermato, invece, dalla pompa che comanda il sistema idraulico.

F1 | Verstappen vince a Baku, per Leclerc il mondiale va in fumo

La Red Bull firma una doppietta nel GP dell'Azerbaijan con Verstappen che vince davanti a Perez autore del giro più veloce. Non c'è stata partita dopo il ritiro di Leclerc, che era in testa al giro 20, quando è esploso il motore che manda in fumo le speranze iridate del Cavallino. Podio per Russell strepitoso con la Mercedes, davanti al compagno di squadra Hamilton staccatissimo, ma alle prese con problemi alla schiena. Ottimo quinto Gasly davanti a Vettel e Alonso.

F1 | Allarme Russell: i team nicchiano, ma la FIA tace

Il pilota della Mercedes, nelle vesti di presidente GPDA, l'associazione dei conduttori, ha lanciato un monito alla F1 per la pericolosità di guidare a 300 Km/h con il porpoising: “Credo che sia solo questione di tempo prima che si verifichi un grave incidente. Tanti di noi riescono a malapena a tenere la vettura dritta su questi dossi". I team hanno atteggiamenti diversi ma sono poco propensi ai cambiamenti, ma chi colpevolmente si chiama fuori è la FIA visto che il problema è di sicurezza.

F1 | Leclerc in pole a Baku con la Ferrari, staccate le Red Bull

Il monegasco firma la sesta pole position della stagione con la Ferrari dopo un giro sublime in una danza fra le barriere di Baku. Charles ha lasciato a oltre due decimi le Red Bull con Perez ancora davanti a Verstappen che accusa un fastidioso sottosterzo che non riesce a cancellare. Sainz, in pole dopo il primo run della Q3, esagera nel giro decisivo e non migliora per cui deve accontentarsi del quarto posto. Russell continua a fare miracoli con la Mercedes: è quinto davanti all'AlphaTauri di Gasly.

F1 | Baku, Libere 3: Perez di un soffio su Leclerc

Perez con la Red Bull è il più veloce nella terza sessione di prove libere del GP di Azerbaijan: il messicano precede Leclerc con la Ferrari di appena 70 millesimi e il compagno di squadra, Verstappen, relegato al terzo posto con un distaccco di oltre due decimi. Più lontano è Sainz, quarto a quattro decimi. Le McLaren sono quinta e sesta con Norris e Ricciardo, davanti a Gasly con l'AlphaTauri e la migliore Mercedes che è quella di Russell.

F1 | Pirelli alza le pressioni delle gomme: è anti porpoising

La FIA ha avallato l'incremento di 1 PSI nella pressione delle gomme posteriori, passando da 21,5 a 22,5 PSI voluto dalla Casa milanese per limitare gli effetti del porpoising sul lungo rettilineo da oltre 2 km di Baku. Le simulazioni delle squadre girate al fornitore unico non avevano previsto le sollecitazioni aggiuntive alle carcasse per i saltellamenti. Giusto il provvedimento, ma chi potrebbe avvantaggiare?

F1 | Red Bull copia Ferrari con la chiglia nell'estrattore!

La squadra di Milton Keynes stupisce per la quantità di novità che ha introdotto a Baku: oltre all'ala posteriore specifica e al singolo elemento della beam wing, sulla RB18 è stata modificata la curva finale delle fiancate. Ma il pacchetto si completa con la chiglia in carbonio che è stata incollata all'estrattore centrale, riprendendo un concetto che la Ferrari ha introdotto sulla rossa a Barcellona. Interessante anche l'irrigidimento in metallo del fondo: Newey da una parte toglie peso e dall'altra lo aggiunge...

Video F1 | Ghini: "Verstappen, cosa c'è dietro la maschera?" GP dell'Azerbaijan
Video all'interno

Video F1 | Ghini: "Verstappen, cosa c'è dietro la maschera?"

In questa nuova puntata del Candido firmata Motorsport.com, Franco Nugnes e Antonio Ghini ci offrono un'interessante riflessione regalata dal venerdì di Baku: Sergio Perez cavalca l'onda dell'entusiasmo monegasco, mostrandosi ancora una volta più veloce del compagno di squadra campione del mondo. Verstappen sembra non aver trovato ancora il giusto feeling con la sua monoposto... perché?

F1 | Ferrari: ecco l'ala scarica tenuta nascosta a Miami

La Scuderia nella seconda sessione di prove libere ha sfoggiato su entrambe le rosse l'ala posteriore che era attesa in Florida e che poi non si è vista se non in un run del filming day. Con questa soluzione Leclerc è riuscito a recuperare una decina di chilometri all'ora in velocità massima, anche se il margine dalla Red Bull resta ancora importante. Sul giro secco la F1-75 è parsa più veloce della RB18, ma sul passo la monoposto di Milton Keynes ha le sue carti migliori. Cosa si inventeranno a Maranello?

F1 | Baku, Libere 2: Leclerc ridimensiona le due Red Bull

Con la Ferrari dotata della nuova ala più scarica, Charles è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere del GP dell'Azerbaijan. Il monegasco è parso a suo agio nel giro secco, mentre sul passo sono sembrate competitive anche le Red Bull. Perez è di nuovo secondo davanti al compagno di squadra Verstappen, meno a suo agio del previsto. Ecclellente la prestazione di Alonso quarto con l'Alpine, perché Sainz ha rovinato con un lungo il run con le soft.

F1 | Baku, Libere 1: Leclerc si infila fra le due Red Bull. Perez davanti

Il ferrarista è secondo alle spalle di Sergio Perez che nella prima sessione di prove libere del GP dell'Azerbaijan è stato il più veloce con la Red Bull. Il messicano si conferma più in forma di Max Verstappen solo terzo e autore di un testacoda. Le RB18 hanno girato con un assetto aerodinamico molto scarico, mentre le rosse sono state più prudenti ma Sainz è quarto a mezzo secondo. Fra gli altri spunta Alonso, ottimo quinto con l'Alpine davanti a Hamilton con la Mercedes, ma sono a più di un secondo!

F1 | Red Bull: tolto un elemento della beam wing

La squadra di Milton Keynes non vuole vedere insidiata la sua supremazia nelle velocità massime dopo che la Ferrari ha notevolmente ridotto il gap con l’introduzione del nuovo pacchetto aerodinamico in Spagna e ha rinunciato al secondo profilo dell’ala inferiore posteriore.

F1 | Mercedes: un riforzo per cancellare le vibrazioni?

Nel team di Brackley non si sono ancora arresi all'idea che la W13 sia una monoposto sbagliata: i tecnici diretti da Mike Elliott proseguono lo sviluppo della discussa freccia d'argento senza pance, perché non si capacitano come mai la vettura non esprima in pista il potenziale che si vede in galleria. Incuriosisce il rinforzo introdotto fra il profilo alare che copre il cono anti intrusione e la pancia. A cosa serve? Proviamo a scoprirlo...

F1 | Alpine: bocche dei radiatori dimezzate per la A522

La squadra di Enstone non si è arresa all'idea di essere sesta nel mondiale Costruttori: a Baku fa debuttare la nuova configurazione delle bocche dei radiatori. Le pance mostrano delle prese d'aria dimezzate per il raffreddamento dei radiatori della power unit Renault. C'è anche un'ala posteriore molto scarica alla ricerca della velocità massima sul lungo rettilineo di oltre 2 km.

F1 | Ferrari: modificato il supporto degli specchietti

Continua la sfida a distanza sugli sviluppi di Ferrari F1-75 e Red Bull RB18: se il team di Milton Keynes ha lavorato nello scivolo finale delle pance, a Maranello hanno rivisto gli attacchi dei retrovisori: prima erano solo dei deviatori di flusso per l'aria che doveva andare a riempire lo scavo sopra alle fiancate per aumentare il carico, mentre ora diventano anche dei generatori di vortice nella delicata zona dell'abitacolo, sfruttando le opportunità lasciate dal regolamento.

F1 | Red Bull: pancia più spiovente per lo slot nell'estrattore

La squadra di Milton Keynes non ferma lo sviluppo della RB18 che progredisce gara dopo gara con modifiche di micro aerodinamica: a Baku la coda della fiancata è più spiovente per favorire l'ingresso del flusso in uno slot a forma di L rovesciata che è stato aperto ai lati dell'estrattore. C'è anche un piccolo tirante per irrigidire il marciapiede del fondo e ridurre ulteriormente il porpoising.

F1 | Ferrari copia il fondo, ma va più forte dell'originale

La Red Bull ha indicato la via dello sviluppo nella parte del fondo che non si vede: Ferrari, McLaren e, forse, altri avversari hanno introdotto delle parti scalinate che si sono viste per prime sulla RB18 per generare dei vortici che rendono più efficienti i canali Venturi, ma al momento sembra essere la rossa la monoposto più competitiva. Scopriamo come mai...

F1 | Crash Schumacher: telaio riparato, PU salva, cambio nuovo

Mentre la FIA sta studiando perché sulla Haas VF-22 di Mick Schumacher la macchina si sia spezzata due volte in due, i tecnici della squadra americana diretti da Simone Resta hanno fatto il punto sui danni: la scocca è stata sostituita, ma quella danneggiata è stata ripartita e sarà disponibile come scora a Baku. Il motore Ferrari è sano, mentre si è resa necessaria solo la sostituzione della scatola esterna del cambio. Tutto sommato è andata bene...

Video F1 | Ceccarelli: "Leclerc è duro con sé ma non con gli altri" GP dell'Azerbaijan
Video all'interno

Video F1 | Ceccarelli: "Leclerc è duro con sé ma non con gli altri"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano l'aspetto psicologico dei piloti, ora pronti ad affrontare il fine settimana di Baku. Dopo quanto successo nel Principato, in che modo affronterà la tappa azera Charles Leclerc?

MotoGP | Aprilia con la pancia laterale per aumentare il carico

La squadra di Noale continua a sfornare soluzioni aerodinamiche che fanno discutere. Dopo l'alettonicino posteriore apparso al Mugello che si è rivisto anche nei test di Barcellona, ha fatto la sua comparsa sulla RS-GP una carena dotata di fiancate utili ad aumentare il carico in curva a bassa velocità.

Video | Sanna: "Lamborghini LMDh con telaio Ligier"
Video all'interno

Video | Sanna: "Lamborghini LMDh con telaio Ligier"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes intervista Giorgio Sanna, responsabile di Lamborghini Squadra Corse. Il futuro del Motorsport è l'approdo nei prototipi: la Casa di Sant'Agata Bolognese ha deciso di abbracciare il concetto LMDh e la sua sostenibilità. Ecco perché...

F1 | Ferrari volta pagina: simulazioni positive anche per Baku

La Scuderia vuole cancellare le delusioni di Barcellona e Monaco cercando una pronta reazione nel GP dell'Azerbaijan su un tracciato che sulla carta si adatta di più alla Red Bull. A Maranello sono ottimisti e Leclerc cercherà di ripetere la pole position dello scorso anno tornando alla power unit 2 che sarà dotata di nuovo turbo e nuova MGU-H. Il sistema ibrido è fondamentale perchè l'impianto azero consente la più alta ricarica al giro del mondiale.

MotoGP | Yamaha: Marmorini consulente per i motori

L'ingegnere aretino, dopo una lunga carriera in F1 con Ferrari e Toyota, è stato chiamato dalla Casa del diapason per rivedere il motore della M1, vero punto debole del progetto in MotoGP. Il nome dell'ingegnere italiano che ha contribuito recentemente alla crescita dell'Aprilia Racing, è stato la garanzia per il rinnovo biennale di Fabio Quartararo.

Video F1 | Ghini: "Quando gli Agnelli sono attaccati dai Lupi"
Video all'interno

Video F1 | Ghini: "Quando gli Agnelli sono attaccati dai Lupi"

In questa nuova puntata del Candido firmata Motorsport.com, Franco Nugnes e Antonio Ghini analizzano alcune delle riflessioni emerse dal Gran Premio di Monaco. La direzione gara ha effettuato scelte discutibili: perché, di fronte a squadre potenti, si cede a debolezze che finiscono per falsare i risultati? E la Ferrari, in questo scenario, che ruolo avrà? Purtroppo, sappiamo che fine fa l'agnello in un branco di lupi...

F1 | McLaren: pance in stile Ferrari e fondo con scalini Red Bull

La squadra di Woking con l'aggiornamento aerodinamico portato a Barcellona sembra aver fatto un buon salto di qualità: la MCL36 nella parte superiore delle pance ha un (piccolo) scavo tipo Ferrari, mentre nel fondo sono apparse delle soluzioni che riprendono i concetti Red Bull. Uno strano mix di chi sa copiare il meglio dagli avversari.

F1 | Aston Martin: un micro Venturi sopra all'Halo

La squadra di Silverstone dopo aver fatto debuttare a Barcellona la nuova versione della AMR22, ha iniziato la messa a punto di una monoposto che dal punto di vista aerodinamico ha abiurato il doppio fondo per convertirsi verso le pance spioventi dipo Red Bull. A Manaco si è osservato un piccolo Venturi pensato sulla parte superiore dell'Halo che testimonia l'accuratezza della ricerca. Per non scaldare la benzina il serbatio è stato protetto con una pellicola di alluminio.

F1 | Wolff: "Hamilton solo sfortunato, vale Russell"

Il team principal Mercedes difende le prestazioni di Lewis, sebbene il rendimento di Russell sia decisamente migliore: "Hamilton sembra che debba fare i conti un incantesimo: anche nella gara di Monaco è stato bloccato da una bandiera rossa in qualifica ed è finito nel tappo di Ocon prima e di Alonso poi. Quando le cose gireranno nel modo giusto sarà in grado di andare come George".

F1 | Delirio Albon: "Con le slick potevo essere più veloce di Leclerc!"

Il pilota Williams spiega perché ha deliberatamente tenuto dietro la Ferrari di Leclerc mentre stata per essere doppiato: "Con le slick ero convinto di essere molto più veloce di Charles e se lo avessi lasciato passare lo avrei superato dopo poco. Per questo ho pensato di stare davanti: poteva essere un vantaggio per entrambi". Si è comportato cme fosse ancora un conduttore Red Bull che non ha visto le bandiere blu sventolate dal Casino fino a St Devote. Ma la direzione gara dove era?

F1 | Ferrari: finiti due giorni di test a Fiorano con le full wet 2023

La Scuderia ha utilizzato la pista di casa per sviluppare gli pneumatici Pirelli da bagnato per il 2023. Carlos Sainz, ieri, e Charles Leclerc, oggi, hanno girato con la F1-75 dopo che l'asfalto è stato allagato con il sistema di irrigazione automatica. Il programma previsto dai tecnici della Casa milanese è stato portato a termine: valutate soluzioni diverse capaci di scaricare più acqua ma con una nuvola maggiore o con migliore visibilità ma minore grip.

F1 | Ferrari: qual è il vero potere politico di Maranello?

La Red Bull nel GP di Monaco ha beneficiato due volte di scelte FIA che hanno fatto discutere, ma il Cavallino ha adottato un atteggiamento terribilmente buonista nel difendere i propri interessi. Perché la Scuderia non fa valere il suo peso e subisce in silenzio gli atteggiamenti di una squadra che ha sempre un approccio cinico nelle scelte?

F1 | Red Bull: il peso dell'affidabilità a Monte Carlo

La squadra di Milton Keynes ha inanellato la quarta vittoria di fila grazie al successo di Sergio Perez nel GP di Monaco. Il team campione del mondo ha centrato le modifiche nel Principato alla ricerca dell'affidabilità, più che nel tentativo di incrementare le prestazioni. Andiamo ad analizzare gli interventi che sono stati fatti sulle RB18.

Video F1 | Ceccarelli: "Muretto Ferrari sotto pressione" GP di Monaco
Video all'interno

Video F1 | Ceccarelli: "Muretto Ferrari sotto pressione"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano l'aspetto psicologico che ha caratterizzato il Gran Premio di Monaco di Formula 1. Una domenica in cui da un'attesa doppietta Ferrari si arriva alla festa per Perez. La confusione al muretto del Cavallino è causata dalla carenza di abitudine alla vittoria?

F1 | Ferrari: Sainz aveva dato l'ok al pit, il muretto lo ha tenuto fuori

Dal GP di Monaco emerge un clamoroso retroscena: lo spagnolo, chiamato ai box dalla squadra per coprire la sosta di Perez, via radio dissente pensando che se fosse rimasto in pista alcuni giri sarebbe potuto passare direttamente alle gomme slick. Sembrava che Carlos non volesse attenersi agli ordini del muretto e, invece, ha dato un segnale positivo all'ingresso ai box, ma è stata la Ferrari a dirgli di restare sul tracciato perché i dati indicavano che Perez era già davanti e la strategia andava cambiata.

F1 | Wolff: "La Mercedes W13? E' in una terra di nessuno"

Il team principal della Stella è categorico: “Se vuoi cambiare concetto di monoposto devi capire cosa renderà il nuovo progetto più veloce di quello attuale. E allora penso che se lo avessimo saputo certamente l'avremmo fatto. Ogni chilometro che stiamo percorrendo è una lezione importante su come e cosa possiamo migliorare della macchina. Insomma dobbiamo solo uscire da questa terra di nessuno nella quale ci stiamo trovando in questo momento”.