WTCR
G
Salzburgring
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
65 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
93 giorni
WSBK
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Postponed
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
23 giorni
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
16 lug
-
19 lug
Postponed
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
36 giorni
W Series
G
26 giu
-
27 giu
Canceled
G
Norisring
10 lug
-
11 lug
Canceled
MotoGP
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
9 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
16 giorni
Moto3
G
Assen
26 giu
-
28 giu
Canceled
G
Kymi Ring
10 lug
-
12 lug
Canceled
Moto2
G
Assen
26 giu
-
28 giu
Canceled
G
Kymi Ring
10 lug
-
12 lug
Canceled
IndyCar
G
Road America
10 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
2 giorni
Formula E
05 giu
-
06 giu
Evento concluso
G
ePrix di Berlino I
05 ago
-
05 ago
Prossimo evento tra
28 giorni
FIA F3
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
G
Hungaroring
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
9 giorni
FIA F2
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
G
Hungaroring
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
9 giorni
Formula 1
02 lug
-
05 lug
Evento concluso
G
GP di Stiria
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
3 giorni
ELMS
G
Paul Ricard
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
9 giorni
G
Spa-Francorchamps
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
30 giorni
DTM
G
Spa-Francorchamps
01 ago
-
02 ago
Prossimo evento tra
24 giorni
14 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
37 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
30 giorni
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
65 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
58 giorni

Portland Indy Lights: O’Ward ha la meglio di Urrutia e vince la nona gara dell'anno

condividi
commenti
Portland Indy Lights: O’Ward ha la meglio di Urrutia e vince la nona gara dell'anno
Di:
Tradotto da: Francesco Corghi
3 set 2018, 08:51

Patricio O’Ward (Andretti Autosport) ha battuto Santi Urrutia e si è portato a casa la nona vittoria stagionale.

Il poleman Ryan Norman ha perso al via la posizione lasciando strada ad Aaron Telitz (Belardi Auto Racing), ma alla chicane della prima variante le cose si sono messe anche peggio per l'altro pilota della Andretti Autosport. Victor Franzoni (Juncos Racing) si è infilato all'interno di Norman saltando sul cordolo senza riuscire a controllare l'auto e spingendolo contro Colton Herta (Andretti Steinbrenner Racing), mandandolo in testacoda.

Il quarto pilota della Andretti, Dalton Kellett, non ha avuto modo di passare in mezzo al marasma e, accelerando pur di riuscire ad evitare guai, si è ritrovato senza l'ala anteriore e costretto a rientrare ai box per tre giri per riparare il danno. Tutto sommato gli è pure andata meglio del compagno di squadra Norman, K.O. per i troppi danni riportati, mentre Herta è tornato anch'esso ai box e si è riaccodato al gruppo.

La gara è ripresa con Telitz davanti a Santi Urrutia e al neocampione Pato O’Ward. Herta ha superato Franzoni nella lotta per il quarto posto un paio di giri dopo la ripartenza e ha cominciato ad avvicinarsi a O’Ward. Al giro 9 Urrutia ha superato Telitz balzando al comando alla fine del rettilineo opposto, mentre O’Ward ha fatto altrettanto su quello principale salendo secondo.

Alcune mosse difensive di Urrutia per chiudere la porta ad O’Ward sono finite sotto la lente d'ingrandimento, ma senza essere penalizzate dai commissari, poi alla tornata 18 O’Ward ha effettuato la mossa vincente sul rivale all'esterno, il quale si è protetto spostandosi a destra all'interno venendo però passato.

Al giro 26 dei 35 previsti O’Ward si è trovato al comando con 4", Telitz ha superato Urrutia, che poi si è visto mettere pressione da Herta. Urrutia ha tagliato la chicane senza cedere il passo all'avversario, cosa che avrebbe comunque dovuto fare secondo le indicazioni della direzione gara. Herta nel frattempo era finito fuori pista per un attacco di Franzoni, il che ha reso più complicata la restituzione della piazza. Al giro 32, Herta ha raggiunto il pilota della Juncos provando l'attacco alla curva 1, Franzoni ha cercato di rispondergli alla 10, ma Herta si è difeso con un lieve contatto fra le ruote dei due.

Herta ha poi provato a raggiungere Urrutia, ma invano. O’Ward ha tagliato il traguardo con 7"8 su Telitz, che a sua volta ne aveva accumulati 5"5 su Urrutia.

Articolo successivo
Patricio O'Ward vince Gara 1 a Portland e conquista il titolo contro Herta

Articolo precedente

Patricio O'Ward vince Gara 1 a Portland e conquista il titolo contro Herta

Articolo successivo

L'Indy Lights si prenderà una pausa nel 2020

L'Indy Lights si prenderà una pausa nel 2020
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Indy Lights
Autore David Malsher