La DeltaWing ci riprova con la Indy Lights

La DeltaWing ci riprova con la Indy Lights

Il consorzio riprova a piazzare il suo avveniristico progetto che ha corso anche a Le mans

In maggio il management dellla Indy Lights ha provato a sentire quali costruttori fossero interessati ad progettare una nuova vettura per sostituire la Dallara che viene usata da ormai dieci stagioni a partire dalla stagione 2014. E ci sono state "cinque o sei mani alzate", stando a quanto dicono i media statunitensi. Si fanno i nomi di Dallara, Mygale, Swift e Mugen, ma secondo Racer Magazine anche la DeltaWing si è dichiarata interessata (senza l'appoggio di Nissan, in quanto quella collaborazione era legata solo alla 24 Ore di Le Mans). Di sicuro il progetto del consorzio formato dalla All American Racers di Dan Gurney e dalla Elan Motorsports Technologies risponde alla prima richiesta della Indy Lights, cioè avere "occhio verso il futuro e una formula sofisticata ed eccitante". La necessità di cambio al volante, un sistema moderno di telemetria e l'uso di un carburante alternativo sono tutte richieste facilmente sostenibili, mentre preoccupano di più le modifiche che sarebbero richieste per l'adattabilità ai vari tracciati con minime alterazioni del telaio, la possibilità di ospitare una grande varietà di taglie di piloti e una configurazione aerodinamica performante che permetta anche molte possibilità di allocare scritte di sponsor. In più, i vertici della Indy Lights vorrebbero avere un propulsore marchiato da una casa che permetta di incrementare un po' le velocità di punta. Ancora non si è chiusa l'acquisizione di offerte, e si saprà qualcosa di più sulla decisione non prima di due mesi a partire da oggi.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Indy Lights
Articolo di tipo Ultime notizie