Will Power regola Dixon e centra la pole sul tracciato di St Pete

condividi
commenti
Will Power regola Dixon e centra la pole sul tracciato di St Pete
Di:
Tradotto da: Marco Di Marco
12 mar 2017, 08:10

L'australiano del team Penske inizia alla grande la stagione centrando la pole position davanti al connazionale del team di Chip Ganassi. Delude Pagenaud, solamente quattordicesimo ed alle spalle di Spencer Pigot.

Will Power, Team Penske Chevrolet
Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, James Hinchcliffe, Schmidt Peterson Motorsports Honda
James Hinchcliffe, Schmidt Peterson Motorsports Honda
Charlie Kimball, Chip Ganassi Racing Honda
Max Chilton, Chip Ganassi Racing Honda
Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda
James Hinchcliffe, Schmidt Peterson Motorsports Honda
Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda

Il campione della IndyCar Series 2014 ha colto la pole position sul tracciato di 1.8 miglia girando in 1'01''0640 riuscendo ad imporsi sulla vettura di Scott Dixon con un margine di 0.1579, mentre il terzo tempo è stato fatto segnare da James Hinchcliffe, distante dalla vetture del team di Chip Ganassi di soli 0.082.

Convincente l'esordio di Newgarden al volante di una vettura del team Penske, quarto con il crono di 1'01''7229, mentre Takuma Sato, dopo aver colpito violentemente le barriere nel corso delle Libere, si è riscattato ottenendo il quinto riferimento cronometrico davanti a Tony Kanaan.

Ottima anche la performance fornita da Chilton, per un soffio rimasto fuori dalla Fast Six e costretto così al settimo tempo davanti a Alexander Rossi, Charlie Kimball, Graham Rahal, e Ryan Hunter Reay.

Quest'ultimo è stato protagonista di una toccata al muro in uscita da Curva 8 che ha richiesto al team Andretti un controllo rapido della sospensione posteriore e dell'ala. Purtroppo i tempi stretti non hanno consentito al team di mandare nuovamente in pista Hunter-Reay per tentare l'assalto alla top six.

Sorprende il tredicesimo crono di Spencer Pigot, non tanto per la performance quanto per essere riuscito a tenere alle proprie spalle due veterani come Simon Pagenaud e Helio Castroneves, anche se peggio è sicuramente andata a JR Hildebrand solamente diciannovesimo.

Senza crono e costretto a scattare dal fondo dello schieramento Sebastien Bourdais. Il francese si è visto cancellare i suoi due migliori tempi a causa di un testacoda e successiva impossibilità di spostare la vettura da Curva 1 che ha costretto i commissari ad esporre la bandiera rossa. 

Cla#DriverTimeGapMph
1 12 australia Will Power  1'01.0640   106.118
2 9 new_zealand Scott Dixon  1'01.2219 0.1579 105.844
3 5 canada James Hinchcliffe  1'01.3039 0.2399 105.703
4 2 united_states Josef Newgarden  1'01.7229 0.6589 104.985
5 26 japan Takuma Sato  1'01.9851 0.9211 104.541
6 10 brazil Tony Kanaan  1'02.0824 1.0184 104.377
7 8 united_kingdom Max Chilton  1'01.3516 0.2876 105.621
8 98 united_states Alexander Rossi  1'01.5198 0.4558 105.332
9 83 united_states Charlie Kimball  1'01.6066 0.5426 105.184
10 15 united_states Graham Rahal  1'01.6181 0.5541 105.164
11 14 colombia Carlos Munoz  1'01.7399 0.6759 104.956
12 28 united_states Ryan Hunter-Reay  1'03.1588 2.0948 102.599
13 20 united_states Spencer Pigot  1'01.5898 0.5258 105.212
14 1 france Simon Pagenaud  1'01.6129 0.5489 105.173
15 27 united_states Marco Andretti  1'01.6070 0.5430 105.183
16 3 brazil Helio Castroneves  1'01.7159 0.6519 104.997
17 7 russia Mikhail Aleshin  1'01.7674 0.7034 104.910
18 19 united_arab_emirates Ed Jones  1'01.7598 0.6958 104.923
19 21 united_states J.R. Hildebrand  1'01.8465 0.7825 104.776
20 4 united_states Conor Daly  1'02.2030 1.1390 104.175
21 18 france Sébastien Bourdais 
Articolo successivo
Chevrolet e Honda rinnovano il contratto con la IndyCar

Articolo precedente

Chevrolet e Honda rinnovano il contratto con la IndyCar

Articolo successivo

Clamoroso Bourdais: parte ultimo ma vince a St Petersburg

Clamoroso Bourdais: parte ultimo ma vince a St Petersburg
Carica i commenti