IndyCar
G
Austin
24 apr
-
26 apr
Evento concluso
G
Detroit
29 mag
-
31 mag
Evento concluso
06 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
1 giorno
25 giu
-
27 giu
Canceled
G
Grand Prix of Indianapolis
02 lug
-
04 lug
Prossimo evento tra
27 giorni
10 lug
-
12 lug
Canceled
G
Road America
10 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
35 giorni
G
16 lug
-
18 lug
Prossimo evento tra
41 giorni
G
Mid-Ohio
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
63 giorni
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
77 giorni
G
Gateway
28 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
84 giorni
G
Portland
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
98 giorni
G
Laguna Seca
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
105 giorni
23 ott
-
25 ott
Libere 1 in
141 giorni

Wickens tuona: "La IndyCar deve smettere di correre a Pocono!"

condividi
commenti
Wickens tuona: "La IndyCar deve smettere di correre a Pocono!"
Di:
19 ago 2019, 08:58

Il pilota canadese, protagonista del terribile incidente che lo sta costringendo a un recupero lunghissimo, punta il dito contro il Pocono Raceway dopo un altro incidente avvenuto ieri nella gara IndyCar.

A 12 mesi dal terribile incidente di Pocono in cui Robert Wickens si procurò lesioni multiple e molto gravi, da cui sta ancora cercando di recuperare, ieri la storia si è ripetuta. Al primo giro della Pocono 500, Takuma Sato e Ryan Hunter-Reay hanno innescato un incidente che ha coinvolto anche Alexander Rossi, Felix Rosenqvist e James Hinchcliffe.

La carambola delle monoposto, così come quella di Wickens nel 2018, è stata impressionante. Terribile. Fortunatamente nessuno ha subito le medesime conseguenze dell'ex pilota DTM. Anzi, tutti e 5 i piloti coinvolti sono usciti pressoché illesi. Anche Rosenqvist, nonostante sia stato portato precauzionalmente all'ospedale per alcuni accertamenti.

Leggi anche:

Ciò non toglie che l'impianto di Pocono sia finito ancora al centro di polemiche dure e tutt'altro che sterili. Uno degli attacchi più duri è arrivato dallo stesso Robert Wickens.

Il pilota canadese ha espresso il proprio pensiero riguardo la presenza della IndyCar sul tracciato che sorge in Pennsylvania, a Long Pond, tramite il proprio account ufficiale di Twitter.

"Quante volte dobbiamo rivivere la stessa situazione prima di riuscire ad accettare che la IndyCar non dovrebbe correre a Pocono. E' una relazione tossica tra le due parti e credo sia giunto il momento di considerare una separazione. Sono davvero sollevato di sapere che tutti i piloti coinvolti in quel terribile incidente stiano bene".

Uno sfogo comprensibile da parte di un ragazzo, prima ancora del pilota, che da un anno si trova a dover competere contro un corpo martoriato dall'incidente alla Pocono 500 2018 prima e dai numerosi - ormai non si contano più - interventi chirurgici a cui si è dovuto sottoporre poi.

Ma sono in tanti, nel mondo della IndyCar, ad aver sollevato lo stesso quesito. Al Pocono Raceway è possibile avere battaglie sin dai primi giri con ben 3 monoposto affiancate. Basta un attimo, com'è accaduto ieri, e una gara può trasformarsi in tragedia. Il motorsport è pericoloso, lo sanno tutti e sui pass è ricordato con puntuale maestria. Ma qualche valutazione sulla presenza futura della IndyCar al Pocono Raceway è giusto farla.

Scorrimento
Lista

Incidente: Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, Alexander Rossi, Andretti Autosport Honda, Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Incidente: Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, Alexander Rossi, Andretti Autosport Honda, Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
1/7

Foto di: Todd Dziadosz / Motorsport Images

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda, Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, Alexander Rossi, Andretti Autosport Honda, Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda, Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, Alexander Rossi, Andretti Autosport Honda, Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
2/7

Foto di: Todd Dziadosz / Motorsport Images

Incidente: Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, Alexander Rossi, Andretti Autosport Honda, Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Incidente: Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, Alexander Rossi, Andretti Autosport Honda, Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
3/7

Foto di: Todd Dziadosz / Motorsport Images

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda
4/7

Foto di: Todd Dziadosz / Motorsport Images

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda
5/7

Foto di: Todd Dziadosz / Motorsport Images

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda
6/7

Foto di: Todd Dziadosz / Motorsport Images

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda

Incidente: Felix Rosenqvist, Chip Ganassi Racing Honda
7/7

Foto di: Todd Dziadosz / Motorsport Images

Articolo successivo
Power vince a Pocono dopo un altro terribile incidente al via

Articolo precedente

Power vince a Pocono dopo un altro terribile incidente al via

Articolo successivo

Rossi e Sato restano discordi sulle colpe del crash di Pocono

Rossi e Sato restano discordi sulle colpe del crash di Pocono
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie IndyCar
Evento Pocono
Sotto-evento Gara
Autore Giacomo Rauli