Milka Duno finisce "sotto osservazione"

condividi
commenti
Milka Duno finisce
Redazione
Di: Redazione
26 lug 2010, 15:14

La venezuelano non riesce a raggiungere le prestazioni minime richieste

Milka Duno finisce
Era inevitabile che prima o poi accadesse ed è accaduto; anzi, è riaccaduto. Come già in passato, Milka Duno è stata messa ancora una volta "on probation", cioè sotto osservazione in Indycar fino alla fine dell'anno. La venezuelana è graziosa, ma… lenta, troppo lenta, al punto da non riuscire a raggiungere prestazioni minime accettabili e da creare situazioni di pericolo. Per la Indycar, raggiungere le prestazioni minime vuole dire che su un tracciato stradale un pilota deve riuscire con regolarità a girare in un tempo non superiore al 107% rispetto al più veloce in pista, mentre su un ovale lo scarto non deve essere superiore ai 16 km/h sulla velocità media sul giro. Limitandosi all'ultima gara su uno stradale, il 25 luglio a Edmonton, e all'ultima su un ovale, il 20 giugno in Iowa, in entrambi i casi Milka Duno si è qualificata "senza tempo"; nelle prove ad Edmonton, la venezuelana ha subito sbattuto, poi il suo miglior tempo è stato di 1'07"93, mentre Power ha conquistato la pole con il crono di 1'00"71. Per quanto riguarda i risultati in gara, la venezuelana è uscita subito di scena in entrambi i casi, a Edmonton finendo in testacoda e venendo "invitata" a lasciare il tracciato dai commissari di percorso, dopo che l'avevano spinta a bordo pista. Alcuni giorni fa Milka Duno aveva tra l'altro ricevuto una critica "al vetriolo" dalla rivale e sempre caustica Danica Patrick, con cui già in passato vi erano stati altri diverbi. "Il problema non è tanto che Milka non riesce a essere abbastanza veloce - aveva detto Danica - quanto che chiude continuamente le traiettorie e non lascia passare che è più veloce di lei anche quando è ormai doppiata. Così ora c'è chi suggerisce che Milka Duno, che attualmente corre con il Dale Coyne Racing, farebbe meglio ad appendere il casco al chiodo e a utilizzare i soldi della sua sponsorizzazione CITGO per restare nel campionato diventando titolare di squadra, come ha fatto Sara Fisher".
Prossimo articolo IndyCar
Forti polemiche sulla questione Castroneves

Previous article

Forti polemiche sulla questione Castroneves

Next article

Castroneves penalizzato, la vittoria va a Dixon

Castroneves penalizzato, la vittoria va a Dixon

Su questo articolo

Serie IndyCar
Piloti Milka Duno
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie