Milka Duno finisce "sotto osservazione"

La venezuelano non riesce a raggiungere le prestazioni minime richieste

Milka Duno finisce
Era inevitabile che prima o poi accadesse ed è accaduto; anzi, è riaccaduto. Come già in passato, Milka Duno è stata messa ancora una volta "on probation", cioè sotto osservazione in Indycar fino alla fine dell'anno. La venezuelana è graziosa, ma… lenta, troppo lenta, al punto da non riuscire a raggiungere prestazioni minime accettabili e da creare situazioni di pericolo. Per la Indycar, raggiungere le prestazioni minime vuole dire che su un tracciato stradale un pilota deve riuscire con regolarità a girare in un tempo non superiore al 107% rispetto al più veloce in pista, mentre su un ovale lo scarto non deve essere superiore ai 16 km/h sulla velocità media sul giro. Limitandosi all'ultima gara su uno stradale, il 25 luglio a Edmonton, e all'ultima su un ovale, il 20 giugno in Iowa, in entrambi i casi Milka Duno si è qualificata "senza tempo"; nelle prove ad Edmonton, la venezuelana ha subito sbattuto, poi il suo miglior tempo è stato di 1'07"93, mentre Power ha conquistato la pole con il crono di 1'00"71. Per quanto riguarda i risultati in gara, la venezuelana è uscita subito di scena in entrambi i casi, a Edmonton finendo in testacoda e venendo "invitata" a lasciare il tracciato dai commissari di percorso, dopo che l'avevano spinta a bordo pista. Alcuni giorni fa Milka Duno aveva tra l'altro ricevuto una critica "al vetriolo" dalla rivale e sempre caustica Danica Patrick, con cui già in passato vi erano stati altri diverbi. "Il problema non è tanto che Milka non riesce a essere abbastanza veloce - aveva detto Danica - quanto che chiude continuamente le traiettorie e non lascia passare che è più veloce di lei anche quando è ormai doppiata. Così ora c'è chi suggerisce che Milka Duno, che attualmente corre con il Dale Coyne Racing, farebbe meglio ad appendere il casco al chiodo e a utilizzare i soldi della sua sponsorizzazione CITGO per restare nel campionato diventando titolare di squadra, come ha fatto Sara Fisher".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Milka Duno
Articolo di tipo Ultime notizie