Marcus Ericsson firma con Ganassi per la IndyCar 2020

condividi
commenti
Marcus Ericsson firma con Ganassi per la IndyCar 2020
Di:
9 ott 2019, 08:55

Lo svedese, reduce da una prima esperienza nella serie con Arrow Schmidt Peterson Motorsports, salirà a bordo della terza vettura schierata dal team che ha appena confermato Dixon e Rosenqvist.

La Chip Ganassi Racing schiererà una terza vettura in IndyCar nel 2020 dopo aver annunciato l'ingaggio di Marcus Ericsson, reduce dalla stagione con Arrow Schmidt Peterson Motorsports.

Lo svedese, che correrà con la monoposto motorizzata Honda #8, va ad aggiungersi ai confermati Felix Rosenqvist e Scott Dixon, tornando ad aumentare le auto del team che aveva ridotto i suoi programmi qualche anno fa per concentrarsi sulle Ford GT.

“Penso che Marcus porti una esperienza unica avendo corso in molte serie mondiali di livello - ha detto Ganassi in persona - Quando hai questo tipo di bagaglio, hai tanti punti di riferimento per farti crescere e affrontare con successo un programma sportivo. Non vediamo l'ora che cominci a lavorare con Scott e Felix".

Ericsson ha aggiunto: "Prima di tutto sono molto orgoglioso e felice di unirmi alla Chip Ganassi Racing, un team di vincitori la cui storia parla per loro. Sono grato che abbiano voluto credere in me e farò di tutto perché il 2020 sia un altro anno di successo per loro. Sono entusiasta di poter lavorare con due piloti forti di questa serie come Scott e Felix. Non vedo l'ora di mettere in pratica ciò che ho imparato in questa stagione nel secondo anno in IndyCar Series".

Scorrimento
Lista

Marcus Ericsson, Alfa Romeo Racing

Marcus Ericsson, Alfa Romeo Racing
1/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
2/11

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda, Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda, Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
3/11

Foto di: Scott R LePage / Motorsport Images

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
4/11

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
5/11

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Tony Kanaan, A.J. Foyt Enterprises Chevrolet, Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Tony Kanaan, A.J. Foyt Enterprises Chevrolet, Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
6/11

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
7/11

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
8/11

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
9/11

Foto di: Scott R LePage / Motorsport Images

Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda, Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda, James Hinchcliffe, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda, Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
10/11

Foto di: Scott R LePage / Motorsport Images

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda

Marcus Ericsson, Arrow Schmidt Peterson Motorsports Honda
11/11

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Articolo successivo
Hunter-Reay prova (e promuove) l'aeroscreen sul bagnato

Articolo precedente

Hunter-Reay prova (e promuove) l'aeroscreen sul bagnato

Articolo successivo

Anche Newgarden promuove l'aeroscreen: "Mi sono abituato subito"

Anche Newgarden promuove l'aeroscreen: "Mi sono abituato subito"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie IndyCar
Piloti Marcus Ericsson
Team Chip Ganassi Racing
Autore Francesco Corghi