Lutto per la Indycar: è morto Andy Granatelli

Lutto per la Indycar: è morto Andy Granatelli

Il 90enne era stata una delle figure storiche della 500 Miglia di Indianapolis

Mentre il mondo dei motori era in trepidazione per quanto accaduto ieri a Michael Schumacher, è arrivata anche una brutta notizia dagli Stati Uniti, con la scomparsa del 90enne Andy Granatelli, figura storica della 500 Miglia di Indianapolis. Parliamo infatti dell'ex amministratore delegato della STP, marchio che negli anni sessanta ha legato molto la sua fortuna alla grande classica dell'Indiana, sponsorizzando molti dei piloti di punta. Negli anni '40 Granatelli tentò anche la fortuna come pilota alla Indy 500, preferendo arrendersi in seguito ad un brutto incidente avvenuto durante le qualifiche dell'edizione del 1948. E' stata la sua capacità di unire le tecnologie più innovative ed i piloti migliori quindi a renderlo un nome indelebile nella storia della Indycar. Le sue vetture turbo sfiorarono il successo nel 1967 con Parnelli Jones e l'anno successivo con Joe Leonard ed Art Pollard. In entrambe le occasioni però si arresero a pochi chilometri dal traguardo. La vittoria comunque è arrivata nel 1969 con il grande Mario Andretti. E' facile, dunque, intuire i motivi per cui Granatelli è già inserito nella Hall of Fame dell'Indianapolis Motor Speedway.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Articolo di tipo Ultime notizie