La Indycar ricorda Wheldon ad Indianapolis

La Indycar ricorda Wheldon ad Indianapolis

Ieri sera c'è stato il memorial dedicato allo sfortunato pilota britannico

Il giorno della morte di Marco Simoncelli è stato anche quello delle celebrazioni per un altro sfortunato collega, ma del mondo delle quattro ruote, che purtroppo ci aveva lasciato una settimana prima. Alla Conseco Fieldhouse di Indianapolis c'è stato infatti il memorial in onore di Dan Wheldon, 33enne britannico tragicamente scomparso nell'ultima gara della Indycar, a Las Vegas. Oltre alla famiglia, sul palco sono salite tante celebrità del mondo dello spettacolo e della musica e ovviamente diversi colleghi, che hanno voluto rendere omaggio al due volte vincitore della 500 Miglia di Indianapolis. Un riferimento reso evidente anche dalla presenza del Borg-Warner Trophy e di due bottiglie di latte. "Per prima cosa, devo dire che Dan era quasi un fratello minore e che ora faremmo qualsiasi cosa per riaverlo indietro. Ci manchi molto D-Dub" ha detto l'ex compagno di squadra Dario Franchitti. Molto toccato anche Tony Kanaan, senza dubbio uno dei piloti che aveva preso peggio la notizia della scomparsa dell'amico: "Gli voglio bene come ad un fratelle e sono grato per i bei momenti che abbiamo vissuto insieme. Un giorno saremo di nuovo insieme ed è per questo che io non voglio dirgli addio. La nostra amicizia non finisce qui, quindi dico solo ci vediamo più tardi". Alla cerimonia erano presenti anche tantissimi fan, che hanno avuto modo di fare le loro condoglianze alla famiglia e lasciare un ricordo del loro campione.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Dario Franchitti , Tony Kanaan , Dan Wheldon
Articolo di tipo Ultime notizie