La Indycar limita a 26 i posti in griglia di partenza

condividi
commenti
La Indycar limita a 26 i posti in griglia di partenza
Di: Matteo Nugnes
08 mar 2011, 09:32

Faranno eccezione solo Indianapolis con i classici 33 e Las Vegas con 30

Gli organizzatori della Indycar hanno deciso di limitare il numero dei partecipanti ammessi alle gare della stagione 2011, fatta eccezione per la 500 Miglia di Indianapolis ed il gran finale a Las Vegas. Il concetto è simile a quello già presente nella NASCAR, con la griglia di partenza che metterà a disposizione 26 posti, 24 dei quali dipenderanno dall'andamento delle prove ufficiali. Per quanto riguarda gli altri due, questi saranno a disposizione degli ex campioni o comunque dei piloti che fanno parte delle prime 22 posizioni del campionato. "Questa nuova procedura farà in modo che avremo sempre i piloti migliori in pista, dando anche un tocco di drammaticità in più alle qualifiche" ha spiegato Brian Barnhart. "Molti dei tracciati che ospitano le nostre gare sono omologate per 26 vetture, inoltre anche in Europa le regole sono queste, quindi ci sembrava la scelta giusta". Come detto, faranno eccezione invece la 500 Miglia di Indiapolis dove, come da tradizione, ci saranno 33 vetture in griglia, e la gara di Las Vegas, dove invece lo schieramento sarà composto di 30 monoposto.
Prossimo articolo IndyCar
Bobby Rahal torna ad Indy con Sam Schmidt

Previous article

Bobby Rahal torna ad Indy con Sam Schmidt

Next article

La Firestone lascia l'Indycar a fine stagione

La Firestone lascia l'Indycar a fine stagione

Su questo articolo

Serie IndyCar
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie