IndyCar
26 lug
-
28 lug
Evento concluso
16 ago
-
18 ago
Evento concluso
22 ago
-
24 ago
Evento concluso
30 ago
-
01 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso

La IndyCar adotterà una propulsione ibrida a partire dal 2022

condividi
commenti
La IndyCar adotterà una propulsione ibrida a partire dal 2022
Di:
1 ago 2019, 16:04

La serie americana a ruote scoperte farà esordire nel 2022 le nuove monoposto Dallara assieme ai motori Honda e Chevrolet, che saranno supportati da tecnologia ibrida.

Ormai l'ibrido è diventato un fattore indispensabile nel motorsport in Europa, ma anche in America - in particolar modo negli Stati Uniti - ha iniziato a far capolino in maniera prepotente. Non a caso anche la IndyCar, serie statunitense di maggior spicco tra quelle che propongono monoposto a ruote scoperte, adotterà questo sistema di propulsione a partire dal 2022.

Il sistema ibrido lavorerà in parallelo con i nuovi propulsori Chevrolet e Honda per produrre una potenza di oltre 900 cavalli. La tecnologia ibrida consisterà in un motore multi-fase, inverter e un dispositivo di accumulo d'energia che la recupererà dal sistema frenante delle monoposto.

I vertici della categoria pensano che l'introduzione dell'ibrido possa portare vantaggi sia dal punto di vista della sicurezza che da quello prestazionale.

I promotori della IndyCar hanno annunciato inoltre che i nuovi motori arriveranno in contemporanea con i nuovi telai Dallara, quelli di nuova generazione, ma anche al sistema ibrido. A tal riguardo, però, non sono ancora stati forniti dettagli approfonditi sul sistema di recupero d'energia. E' certo però che i nuovi motori, così come le monoposto e il sistema ibrido avranno una durata che andrà dal 2022 al 2027.

"Per la IndyCar è un momento entusiasmante, specialmente pensando alle innovazioni che saranno introdotte nelle nuove monoposto. Tra cui un sistema ibrido", ha dichiarato Frye. "Mentre ci spostiamo verso il futuro, rimarremo fedeli alle nostre radici, ovvero rimanere una serie prestazionale, rumorosa e autentica, ma allo stesso tempo avremo la possibilità di aggiungere la tecnologia ibrida che è un elemento importante per le vetture di serie e per i nostri produttori di motori".

Articolo successivo
Scott Dixon azzecca la strategia e trionfa a Mid-Ohio

Articolo precedente

Scott Dixon azzecca la strategia e trionfa a Mid-Ohio

Articolo successivo

Daly torna con Andretti Autosport nel gran finale di Laguna Seca

Daly torna con Andretti Autosport nel gran finale di Laguna Seca
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie IndyCar
Autore Giacomo Rauli