Power resiste a Rahal e trionfa sullo stradale di Indy

Power resiste a Rahal e trionfa sullo stradale di Indy

Primo successo stagionale per il campione in carica, ma grande rimonta del figlio d'arte. Terzo c'è Montoya

Dopo un avvio di stagione un po' altalenante, finalmente Will Power è riuscito a conquistare la sua prima vittoria stagionale nella Indycar, mettendo tutti in fila nella gara sullo stradale di Indianapolis, che ha praticamente comandato dall'inizio alla fine dopo aver preso il via dalla pole position.

L'australiano della Penske, infatti, è stato in testa per ben 65 degli 82 giri in programma, fatta eccezione solo per i rimescolamenti tipici delle fasi di pit stop. Nell'ultimo stint poi è stato bravo a contenere il ritorno di un grintosissimo Graham Rahal, che era su una strategia differente avendo allungato il primo stint.

Mentre Power doveva badare a gestire il consumo, il rivale della Rahal Letterman Lanigan poteva invece permettersi di spingere al massimo e in questo modo è riuscito a ridurre a solo 1"5 il suo ritardo nello spazio di appena sei giri. Tuttavia, la sua abilità nel traffico ha permesso al campione in carica di riuscire sempre a tenerlo a distanza e di transitare sotto alla bandiera a scacchi con un margine di un paio di secondi.

Del resto, anche Rahal non si può lamentare della sua corsa, visto che è stato bravo a risalire addirittura dal 17esimo posto in griglia, essendo uno di quelli che hanno tratto maggior vantaggio dal caos creato alla prima curva dal contatto tra Scott Dixon ed Helio Castroneves: basta pensare che in poche centinaia di metri il figlio d'arte si è ritrovato subito quinto.

Dietro di lui, Juan Pablo Montoya ha consolidato la sua leadership in campionato, ripetendo a sua volta la stessa operazione compiuta da Power, gestendo quindi il consumo del carburante ed il ritorno di Sebastien Bourdais, che alla fine si è dovuto accontentare del quarto posto davanti a Charlie Kimball. Bella però anche la rimonta di Castroneves, risalito fino alla sesta posizione dopo il contatto al via, ma favorito nella sua risalita anche dal ritiro del compagno Simon Pagenaud, avvenuto per problemi meccanici.

Da segnalare un bel segnale incoraggiante per Stefano Coletti, che ha piazzato all'ottavo posto la sua monoposto della KV, mentre Luca Filippi si è dovuto accontentare della 14esima piazza, ultimo dei piloti a pieni giri. 22esimo posto, infine, per Francesco Dracone.

La classifica del campionato (primi dieci): 1. Montoya 171; 2. Power 166; 3. Castroneves 161; 4. Dixon e Rahal 144; 6. Kanaan 136; 7. Hinchcliffe e Newgarden 129; 9. Bourdais 123; 10. Pagenaud e Munoz 101.

Indycar - Indianapolis (stradale) - Gara

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Juan Pablo Montoya
Articolo di tipo Ultime notizie