Barber, Day 2: Power continua a dettare legge

Barber, Day 2: Power continua a dettare legge

Il pilota della Penske precede un ottimo Hinchliffe e Wilson. Hunter-Reay intanto risale

Will Power è stato senza ombra di dubbio il grande mattatore dei test collettivi della Indycar che si sono disputati sul tracciato del Barber Motorsports Park. Il portacolori della Penske, voglioso di tentare un nuovo assalto al titolo dopo essere stato sconfitto all'ultima gara prima da Dario Franchitti e poi da Ryan Hunter-Reay, ha infatti comandato la classifica in ognuna delle quattro sessioni disputate a cavallo tra martedì e mercoledì. L'australiano ha chiuso la seconda giornata con un riferimento cronometrico di 1'07"1329, grazie al quale è riuscito a distanziare di circa due decimi James Hinchcliffe, che dopo l'ottimo terzo tempo della prima giornata si è confermato particolarmente a suo agio su questa pista con la monoposto della Andretti Autosport. In terza posizione troviamo poi Justin Wilson, primo tra i piloti motorizzati Honda con la monoposto della Dale Coyne Racing, tallonato poi da Tony Kanaan e dal campione in carica Hunter-Reay, che completano una top five che vede al suo interno la bellezza di cinque vetture motorizzate Chevrolet. Seguono poi Scott Dixon e Takuma Sato, con Simona De Silvestro che invece si è dovuta accontentare della 12esima prestazione assoluta dopo essere stata tra i più veloci in mattinata. In crescita rispetto alla prima giornata Dario Franchitti, risalito fino alla 15esima piazza, ma ancora lontano dalle posizioni che più gli competono. Da segnalare, infine, l'unico incidente di giornata che ha avuto come protagonista Ed Carpenter: il veterano è arrivato a colpire le barriere, ma fortunatamente se l'è cavata senza conseguenze e senza troppi danni per la sua monoposto.

Indycar - Test Barber - Day 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Will Power
Articolo di tipo Ultime notizie