IndyCar
25 giu
Canceled
10 lug
Canceled
17 lug
Evento concluso
07 ago
Postponed
G
Gateway
28 ago
Prossimo evento tra
12 giorni
G
Portland
11 set
Canceled
G
Laguna Seca
18 set
Canceled

IndyCar: Scott Dixon replica anche ad Indianapolis

condividi
commenti
IndyCar: Scott Dixon replica anche ad Indianapolis
Di:
4 lug 2020, 19:20

Dopo il successo inaugurale in Texas, Scott Dixon si è ripetuto anche sullo stradale di Indianapolis conquistando così il successo numero 48 in carriera.

Will Power è scattato perfettamente dalla pole ed ha lasciato Jack Harvey impegnato in un duello con Graham Rahal che ha comportato anche un contatto tra l’ala anteriore del pilota del Rahal Letterman Lanigan e quello del Meyer Shank Racing.

Alla prima curva tutto è filato liscio, mentre Oliver Askew, star delle qualifiche, è scivolato in settima posizione al secondo passaggio. Chi ha faticato davvero tanto in partenza è stato Felix Rosenqvist precipitato dalla nona alla quindicesima posizione dopo essere partito con la Firestone nere.

Al quarto giro Max Chilton è riuscito a liberarsi di Ryan Hunter-Reay per salire in nona piazza e le posizioni dei primi dieci sono rimaste invariate fino alla prima sosta per i pit che ha visto tra i primi protagonisti Simon Pagenaud.

Al dodicesimo passaggio si sono fermati ai box Dixon e Rosenqvist così come Rossi, Ericsson ed Alex Palou, mentre Newgarden ha effettuato il cambio gomme al quattordicesimo passaggio consentendo così a Daly e Askew di salire rispettivamente in quinta e sesta posizione con nove secondi di ritardo da Herta.

Al giro diciassette è toccato a Power montare la Firestone Rosse ed ha così lasciato Rahal in vetta con 11 secondi di vantaggio su Conor Daly e tredici su Spencer Pigot.

Herta ha poi commesso un errore in curva 1 che ha consentito a Dixon di sopravanzarlo, mentre al venticinquesimo giro Rahal, Pigot Daly e Ferrucci hanno effettuato la loro sosta.

Power ha così potuto conquistare la prima piazza con 4,5’’ di vantaggio su Newgarden ed oltre sei su Harvey, ma Rahal ha iniziato una rimonta furiosa fino alla quarta posizione e poteva contare su una strategia di due sole soste a differenza dei primi tre.

Al giro 35 Rosenqvist, Dixon, Hunter-Reay e Rossi hanno effettuato la sosta e poco dopo è stata esposta la full-course yellow a seguito dello schianto contro le barriere in curva 14 di Askew.

Il periodo di caution ha così giocato a svantaggio di tutti i piloti che avevano impostato una strategia su tre soste e dovevano ancora effettuare il secondo pit. La corsia box è stata aperta daccapo al giro 38 e sia Power che Newgarden ne hanno subito approfittato seguito da Chilton e Harvey.

Rahal è cosi tornato al comando seguito da Pigot e Daly, mentre Dixon, Herta, Rinus VeeKay, Rossi, Ferrucci, Pagenaud e O’Ward hanno completato la top ten.

La ripartenza è avvenuta senza particolari sussulti ma Rossi ha subito lamentato un passo non all’altezza dei rivali. Dixon ed Herta sono riuscito a passare immediatamente Daly e due giri dopo è stato VeeKay a salire in quinta piazza.

Daly ha cercato di resistere su gomme prime ma ha faticato a doppiare la vettura di Sage Karam ed ha consentito a Pagenaud di portarsi in sesta posizione mentre in contemporanea Dixon passava Pigot per la seconda piazza e si portava a soli 8 decimi da Rahal.

Nelle retrovie Power e Newgarden sono riusciti ad avere la meglio su Ferrucci portandosi in undicesima e dodicesima posizione, ma al giro 49 le attenzioni di tutti si sono spostate su Dixon bravo a sfruttare le Firestone rosse al meglio per sopravanzare Rahal.

Quest’ultimo ha così iniziato a perdere terreno sino a pagare un gap di quasi 10 secondi al giro 55 quando ha effettuato il suo secondo ed ultimo pit stop. Per essere coperto in caso di caution anche Dixon ha effettuato una sosta il giro successivo.

Power è così salito al comando ma quando è entrato in pit lane ha stallato in uscita dalla sua piazzala dei box costringendo i meccanici a riavviare il motore e precipitando in ventitreesima posizione.

Newgarden e Zach Veach sono rimasti fuori fino al giro 61 e 62 quando hanno effettuato la loro terza ed ultima sosta ed hanno così spalancato le porte della prima piazza a Dixon che ha così potuto vantare un margine di 13 secondi su Rahal.

Pagenaud è salito in terza dopo aver superato Pigot, ma quest’ultimo ha iniziato ad accusare problemi al motore e non ha avuto possibilità di lottare per il podio.

Negli ultimi dieci giri si è assistito ad una intensa battaglia tra Herta, VeeKay ed Ericsson, ma ciò che ha più entusiasmato il pubblico è stato il duello tra Rahal e Pagenaud per la seconda posizione.

Pagenaud ha potuto contare su una strategia a tre soste che gli ha assicurato anche un maggior carico di carburante, ma Rahal è stato comunque in grado di difendersi alla grande anche se il distacco da Dixon alla fine è stato di ben 20 secondi.

Dixon ha così potuto celebrare la vittoria numero 48 in carriera a la prima sullo stradale di Indianapolis interrompendo così lo strapotere di Pagenaud e Power che durava da ben sei anni.

La quarta posizione è stata conquistata da Colton Herta davanti al rookie VeeKay ed a Marcus Ericsson, mentre la top ten si è completata con Newgarden settimo davanti ad O’Ward, Ferrucci e Takuma Sato.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph Punti
1 New Zealand Scott Dixon
United States Chip Ganassi Racing 80 1:41'59.323 114.789 51
2 United States Graham Rahal
United States Rahal Letterman Lanigan Racing 80 1:42'19.270 19.946 19.946 114.416 41
3 France Simon Pagenaud
United States Team Penske 80 1:42'19.887 20.564 0.617 114.405 35
4 United States Colton Herta
Andretti Harding Steinbrenner Autosport 80 1:42'24.411 25.088 4.524 114.320 32
5 Netherlands Rinus van Kalmthout
United States Ed Carpenter Racing 80 1:42'24.959 25.636 0.547 114.310 30
6 Sweden Marcus Ericsson
United States Chip Ganassi Racing 80 1:42'25.036 25.713 0.077 114.309 29
7 United States Josef Newgarden
United States Team Penske 80 1:42'31.220 31.897 6.184 114.194 27
8 Mexico Patricio O'Ward
Arrow McLaren SP 80 1:42'33.159 33.836 1.939 114.158 24
9 United States Santino Ferrucci
Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan 80 1:42'42.370 43.046 9.210 113.987 22
10 Japan Takuma Satō
United States Rahal Letterman Lanigan Racing 80 1:42'44.214 44.891 1.844 113.953 20
11 Canada James Hinchcliffe
United States Andretti Autosport 80 1:42'45.490 46.167 1.276 113.930 19
12 United States Conor Daly
United States Ed Carpenter Racing 80 1:42'49.300 49.977 3.810 113.859 18
13 United States Ryan Hunter-Reay
United States Andretti Autosport 80 1:42'49.812 50.489 0.511 113.850 17
14 United States Zach Veach
United States Andretti Autosport 80 1:42'51.540 52.217 1.728 113.818 17
15 Sweden Felix Rosenqvist
United States Chip Ganassi Racing 80 1:42'56.011 56.688 4.471 113.736 15
16 United Kingdom Max Chilton
United Kingdom Carlin 80 1:42'59.554 1'00.231 3.543 113.670 14
17 United Kingdom Jack Harvey
United States Michael Shank Racing 80 1:43'03.168 1'03.845 3.614 113.604 14
18 United States Charlie Kimball
United States A.J. Foyt Enterprises 80 1:43'04.842 1'05.519 1.673 113.573 12
19 Spain Álex Palou
Dale Coyne Racing with Team Goh 80 1:43'05.801 1'06.478 0.959 113.556 11
20 Australia Will Power
United States Team Penske 80 1:43'10.936 1'11.612 5.134 113.461 14
21 Canada Dalton Kellett
United States A.J. Foyt Enterprises 79 1:42'08.366 1 Lap 1 Lap 113.187 9
22 United States Marco Andretti
Andretti Herta Autosport with Marco & Curb-Agajani 79 1:43'01.215 1 Lap 52.849 112.219 8
23 United States Sage Karam
United States Dreyer & Reinbold Racing 79 1:43'01.298 1 Lap 0.082 112.218 7
24 United States Spencer Pigot
Rahal Letterman Lanigan Racing with Citrone/Buhl A 74 1:37'21.696 6 Laps 5 Laps 111.226 7
25 United States Alexander Rossi
United States Andretti Autosport 41 1:21'29.670 39 Laps 33 Laps 73.624 5
26 United States Oliver Askew
Arrow McLaren SP 34 42'09.979 46 Laps 7 Laps 117.998 5
Scorrimento
Lista

Jack Harvey, Meyer Shank Racing Honda

Jack Harvey, Meyer Shank Racing Honda
1/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Graham Rahal, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Graham Rahal, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
2/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

James Hinchcliffe, Andretti Autosport Honda

James Hinchcliffe, Andretti Autosport Honda
3/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

James Hinchcliffe, Andretti Autosport Honda goes off track

James Hinchcliffe, Andretti Autosport Honda goes off track
4/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Jack Harvey, Meyer Shank Racing Honda

Jack Harvey, Meyer Shank Racing Honda
5/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet
6/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Marco Andretti, Andretti Herta con Marco & Curb-Agajanian Honda finisce fuori dalla pista

Marco Andretti, Andretti Herta con Marco & Curb-Agajanian Honda finisce fuori dalla pista
7/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Oliver Askew, Arrow McLaren SP Chevrolet

Oliver Askew, Arrow McLaren SP Chevrolet
8/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Oliver Askew, Arrow McLaren SP Chevrolet

Oliver Askew, Arrow McLaren SP Chevrolet
9/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet
10/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Marcus Ericsson, Chip Ganassi Racing Honda

Marcus Ericsson, Chip Ganassi Racing Honda
11/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet
12/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet
13/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Spencer Pigot, Rahal Letterman Lanigan Racing

Spencer Pigot, Rahal Letterman Lanigan Racing
14/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
15/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
16/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
17/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
18/22

Foto di: Phillip Abbott / LAT Photo USA

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
19/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
20/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
21/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Zach Veach, Andretti Autosport Honda

Zach Veach, Andretti Autosport Honda
22/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

IndyCar: Power centra la pole numero 58 in carriera ad Indianapolis

Articolo precedente

IndyCar: Power centra la pole numero 58 in carriera ad Indianapolis

Articolo successivo

IndyCar, Road America 1: terza vittoria di fila per Dixon

IndyCar, Road America 1: terza vittoria di fila per Dixon
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie IndyCar
Evento Grand Prix of Indianapolis
Sotto-evento Gara
Piloti Scott Dixon
Team Chip Ganassi Racing
Autore David Malsher