Prima fila tutta Andretti Autosport a Long Beach

Prima fila tutta Andretti Autosport a Long Beach

Pole per Ryan Hunter-Reay davanti a Hinccliffe, con Bourdais beffato proprio all'ultimo minuto

Si è deciso nell'ultimo minuto l'esito delle qualifiche del secondo round stagionale della Indycar, a Long Beach. Il francese Sebastien Bourdais è entrato negli ultimi 60 secondi della Fast 6 con la sua Dallara-Chevrolet della KV in cima alla lista dei tempi, ma in un colpo solo è precipitato al terzo posto, senza avere neanche modo di replicare. A saltargli davanti sono stati prima James Hinchcliffe e poi l'ex campione Ryan Hunter Reay, che quindi hanno monopolizzato la prima fila dello schieramento con le Dallara-Honda con i colori della Andretti Autosport, separati tra loro per appena poco più di un decimo. Molto deluso quindi Bourdais, che si è visto sfuggire la prima fila per appena 18 millesimi e che dividerà la seconda con un sorprendente Josef Newgarden. La vera rivelazione di queste qualifiche però è stata sicuramente il rookie Jack Hawksworth, che si è guadagnato l'accesso al segmento finale alla seconda apparizione nella serie, chiudendo quinto davanti a Simon Pagenaud. Con tanti outsider nelle prime tre file, è fin troppo chiaro che ci sono state tante eliminazioni illustri: per esempio il campione in carica Scott Dixon si è arreso in Q2, risultando il primo degli eliminati. E' comunque in buona compagnia, visto che in questa fase hanno alzato bandiera bianca anche Marco Andretti ed Helio Castroneves. E' andata decisamente peggio ai vari Tony Kanaan, Will Power e Takuma Sato, tutti esclusi al termine della fase a gruppi: domani questi tre si andranno a schierare nelle posizioni comprese tra la 13esima e la 16esima, giusto davanti a Juan Pablo Montoya, rallentato anche da una toccata contro il muretto della curva 4.

Indycar - Long Beach - Qualifiche

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Ryan Hunter-Reay
Articolo di tipo Ultime notizie